San Antonio de Areco, pittoresca cittadina nella provincia di Buenos Aires

Cosa vedere a San Antonio de Areco, pittoresca cittadina nella provincia di Buenos Aires nota per la tipica architettura argentina. Tra le cose da vedere a San Antonio de Areco segnaliamo il Museo Gauchesco Ricardo Güiraldes, uno dei più interessanti centri museali della città che al suo interno ospita numerosi cimeli riguardanti celebre scrittore e poeta Ricardo Güiraldes. Tra le cose da visitare a San Antonio de Areco ricordiamo il Museo Las Lilas de Areco, dedicato all'omonimo artista, e il Museo y Taller de Platería Draghi, complesso museale che ospita un'eccezionale raccolta di argenteria. Ecco cosa vedere a San Antonio de Areco.2 min


0
5 condividi
Cosa visitare a San Antonio de Areco

San Antonio de Areco, la città
della tradizione argentina

icona-articoloSituata nella provincia di  Buenos Aires, capitale  dell’Argentina, San Antonio de Areco è un pittoresco comune di 20.000 abitanti. Distante un centinaio di chilometri verso nord-ovest da Buenos Aires, San Antonio de Areco è una località davvero suggestiva, caratterizzata da alcuni edifici appartenente alla tipica architettura argentina.
Tra le strade che si sviluppano in lungo ed in largo per la collina e tra i vari e piccoli negozi d’artigianato, San Antonio de Areco rappresenta un tappa imperdibile mentre si è in visita a Buenos Aires.

Risalente al 17° secolo, la città conserva alcune tradizioni eccezionali, come quella dell’argenteria e della pelletteria. Non da meno anche le tipiche Feste della Tradizione, che avvengono a rotazione ogni Novembre, i cui protagonista sono i cavalli e le strade acciottolate.

Or dunque, non perdiamoci troppo in chiacchiere e iniziamo a pianificare il viaggio che completerà la vostra visita all’Argentina ed a Buenos Aires.

Cosa vedere a San Antonio de Areco

Museo Gauchesco Ricardo Güiraldes

Cosa vedere a San Antonio de Areco

Fondato nel 1936 dal governo della provincia di Buenos Aires, il Museo Gauchesco Ricardo Güiraldes è uno dei più interessanti centri museali e tra le principali cose da vedere a San Antonio de Areco.
L’edificio in cui ha sede è sviluppato per circa 90 ettari di terreno e al suo interno ospita numerosi cimeli riguardanti Ricardo Güiraldes, celebre scrittore e poeta nato a San Antonio de Areco.

Il museo venne fondato da José Antonio Güiraldes, fratello dello scrittore, che per sua iniziativa decise di allestire una mostra nella Casa Municipale.

Oggi questa istituzione offre numerose testimonianze riguardanti il passato dello scrittore e della cultura argentina. Costumi, tradizioni, contributi al proprio paese e molto altro ancora.

OneMag - Logo Micro
Buenos Aires, guida alle migliori attrazioni della città

Museo Las Lilas de Areco

Il secondo centro museale di San Antonio de Areco è il Museo Las Lilas de Areco. Questo museo è dedicato all’omonimo artista, il cui percorso è strutturato su varie caricature comiche.

Le sue dimensioni sono pressoché ridotte ma rappresenta un’ottima scelta nel caso si debba far trascorrere del tempo. Oltre alla galleria è possibile visitare la Sala Carruajes, tradotta in Sala Carrozza, in cui è possibile assistere ad alcuni spettacoli.

OneMag - Logo Micro
La Plata, viaggio nelle pampas dell’Argentina

Museo y Taller de Platería Draghi

Il terzo ed ultimo museo di cui parliamo, presente a San Antonio de Areco è il “Museo y Taller de Platería Draghi“. Parliamo di un piccolo complesso museale che ospita un’eccezionale raccolta di argenteria risalente al 19° secolo.

All’argenteria si aggiunge anche una ricca esposizione di armature da cavallo ed un armamentario. Collegato a tutto questo vi è un laboratorio appartenuto alla celebre famiglia Draghi.

A concludere l’intero percorso, definito come uno dei più interessati del nord-ovest della provincia di Buenos Aires, vi è un piccolo negozio di gioielli ed argenterie.

OneMag - Logo Micro
San Carlos de Bariloche, la St. Moritz argentina

Puente Viejo

Ultima attrazione di particolare interesse turistico è il Puente Viejo, tradotto in Ponte Vecchio, che permette di oltre passare il Rio Areco. Costruito nel 1857, il Puente Viejo è una delle caratteristiche principali, ancora originali, della principale strada che da Buenos Aires permette di raggiungere il nord del paese.

Una volta attraversato il Puente Viejo, ora anche ponte pedonale, è possibile raggiungere la principale attrazione citata poc’anzi di San Antonio de Areco, il Museo Gauchesco Ricardo Güiraldes.


Ti piace? Condividi con i tuoi amici!

0
5 condividi