San Andrés, una vacanza nel Caribe colombiano

San Andrés, una vacanza nel Caribe colombiano per immergerci in una cultura scandita dal reggae e dove la giornata si trascorre nelle spiagge bianche.

San Andrés, el mar de los siete colores

Nel Mare Caraibico, ad est del Nicaragua ed a nord della Costa Rica, si trova San Andrés. L’isola fa parte dell’arcipelago di San Andrés, Providencia e Santa Catalina, politicamente appartenente alla Colombia.

Bellezze naturali, spiagge paradisiache e luoghi incontaminati e ricchi di storia rappresentano le mete scelte dai turisti che affollano in Sudamerica. E tra queste destinazioni affascinanti spicca anche San Andrés, un piccolo paradiso del Caribe colombiano, animato da una cultura unica frutto di influenze inglesi, spagnole mischiate a quelle di corsari e pirati.

Cosa vedere a San Andrés

Arrivati sull’isola ci si cala nell’atmosfera magica di un luogo in cui il tempo è scandito a suon di reggae mentre spiagge bianche ed acque cristalline sono lo scenario perfetto per rilassanti giornate sotto il sole o dinamici intermezzi a base di immersioni  tra coralli lilla e granchi azzurri, ed escursioni sul territorio ricco di mangrovie e fiori silvestri.

La natura è sicuramente la ricchezza più grande dell’isola. Qui vivono centinai di specie di volatili compresi qulli migratori che per comodità fanno tappa qui. La laguna semi salata di Big Pond nell’area di Loma Linval è uno dei siti perfetti per ammirare questi uccelli.

San Andrés è solitamente chiamata «el mar de los siete colores», il mare dei sette colori, considerata la bellezza cromatica, davvero straordinaria, delle sue acque. E qui è possibile concedersi giornate rilassanti apprezzando le bellezze naturali e le fantastiche spiagge.

Le spiagge di San Andrés

Viaggio a San Andreas, spiaggia

Jonny Cay è una delle più famose di San Andrés ed è conosciuta anche con il nome di Islote Sucre, isola dello zucchero richiamato dal colore e dalla consistenza della sua sabbia. Cay significa letteralmente banco di sabbia ed esprime chiaramente le proporzioni di questa minuscola isola tropicale.

Questo frammento di terra in mezzo ad un mare stupendo, coperta di palme da cocco, è conosciuta per lo spettacolo delle barriere coralline presenti al largo della costa orientale da visitare prestando particolare attenzione alle correnti marine.

La capitale della Colombia, BogotàBogotà, turismo nella capitale della Colombia
Bogotà, turismo nella capitale della Colombia e la sua Plaza Bolivar, l’antico centro culturale del Paese. Ecco la guida di viaggio di Bogotà.

Le mete imperdibili

Turismo a San Andrea

A San Andrés ci sono alcune mete imperdibili, oltre il mare ovviamente. La grotta di Morgan è una formazione corallina, mentre El hoyo soplador è una sorta di fontana naturale formata da cratere tra le rocce nel quale l’acqua spinta da sottostanti correnti d’aria genera alti zampilli.

El Acuario è un ameno isolotto zeppo di piccoli chioschi molto colorati, mentre La Loma e La Piscinta sono insenature naturali abitate da moltissimi molluschi. Visitando gli ambienti marini di questi luoghi è bene ricordare che è facile trovare fondi di corallo tagliente.

Molti cominciano a progettare l’itinerario di viaggio all’idea di vedere i granchi azzurri, magari sorseggiando un cocktail al cocco sotto una palma. E voi? Siete pronti a far rotta su questa affascinante isola? 

Scopri di più:

Nassau, la città dei pirati
Mozambico, la frontiera del turismo invernale

 

Condividi su: