Cosa vedere a Salisburgo

Tutti gli articoli dell’Austria

icona-articoloCosa vedere a Salisburgo, la città austriaca della musica e luogo di nascita di Mozart, oltre che sede di uno dei festival musicali più importanti al mondo. Siamo nell'Austria settentrionale, dove Salisburgo viene attraversata dal fiume Salzach e quasi al confine con la Germania. Protetta dalle montagne, la città austriaca è inserita tra i Patrimoni dell'Umanità dell'UNESCO grazie al suo imperdibile centro storico, austero come il resto della città e affascinante, grazie alla sua ricca storia e cultura.

Location del noto musical Tutti insieme appassionatamente, Salisburgo è ricca di edifici in stile barocco con meravigliosi e romantici giardini, una città dove tutto appare curato anche nei più minimi dettagli. La città della musica dell'Austria ospita oltre 4.000 eventi culturali ogni anno, tra cui l'interessante Festival di Salisburgo, l'evento più importante al mondo per l'opera, la musica e il teatro. La città è anche la meta ideale per passeggiare nella storia, con l'impronta dello stile asburgico e l'atmosfera che solo qua è possibile respirare. Pronti quindi a scoprire le cose da vedere a Salisburgo?

 

Il centro storico

Cosa vedere a salisburgo, veduta centro storico
Salisburgo, veduta centro storico

Salisburgo si trova sulle sponde del fiume Salzach e il suo panorama si caratterizza di cime innevate che si contrappongono a pianure.

Il suo centro storico è caratterizzato da una serie di chiese, tutte impreziosite da torri e cupole che contornano palazzi altrettanto storici e affascinanti. Volgendo lo sguardo verso i suoi limiti territoriali, si scorgeranno i monti Kapuzinerberg e Mönchsberg, quest'ultimo sede della fortezza di Hohensalzburg.

 

Fortezza di Hohensalzburg

Cosa vedere a Salisburgo, il castello Hohensalzburg
Veduta sul Castello Hohensalzburg di Salisburgo

La fortezza di Hohensalzburg, simbolo della città, è tra le più grandi in Europa grazie alle sue dimensioni, oltre 7.000 metri quadrati di superficie.

Interamente realizzata in pietra bianca con imponenti bastioni che la circondano, la potrete raggiungere sia a piedi oppure più comodamente in funicolare. La sua imponente dimensione si raddoppia se prendiamo in considerazione anche i bastioni.

Costruita nell'XI secolo dall’arcivescovo Gebhard, lo scopo iniziale del principe-arcivescovo era costruire una chiesa a cui attorno sorgesse una abitazione, protetta da una cinta muraria. Con l'esilio del vescovo, il progetto venne preso in carico dai suoi successori e nei sue secoli successivi assunte l'aspetto che oggi possiamo ammirare.

All'interno del complesso fortificato, spiccano le Camere dei principi ed in particolare la Goldene Stube, la stanza d'oro, rivestita con legno cesellato, dorato e resa unica dalla presenza di una stufa di maiolica decorata; e la Goldene Saal, la sala d’oro, con una straordinario soffitto decorato in modo da ricreare il cielo stellato.

 

I musei della Fortezza

Cosa vedere a Salisburgo, Fortezza di Hohensalzburg
Fortezza di Hohensalzburg, sala della musica

 

La fortezza ospita anche → diversi musei.

〉 Il Museo della Fortezza è quello da visitare per scoprire la storia della struttura. Inaugurato nel 1952 è tra i musei più visitati d'Austria e permette di comprendere anche la storia di Salisburgo.

〉 Sempre a carattere storico, il Museo del Reggimento Rainer è sviluppato in otto sale espositive e racconta la storia dell'omonimo reggimento fanteria Arciduca Rainer. Armi e uniformi sono solo alcuni dei cimeli qua esposti.

〉 A tema più ludico il Museo delle Marionette è tra i più frequentati dai più giovani. Al suo interno sono presenti diverse marionette che erano in uso nel Teatro delle marionette di Salisburgo.

Duomo di Salisburgo

Cosa vedere a Salisburgo, Salzburger Dom, la Cattedrale di Salisburgo
Salzburger Dom, la Cattedrale di Salisburgo

Tornati nel centro storico della città, iniziamo a scoprirlo dal suo fulcro, il Duomo di Salisburgo.

Lo troverete nell'omonima Domplatz, circondato da Residenplatz e Kapitelplatz. La Cattedrale, intitolata ai ss. Ruperto e Virgilio, la sua facciata è in marmo e calcare, stilisticamente ordinata e chiaramente tripartita. Le due torri campanarie laterali sormontate da cupole sono gemelle e contengono la parte centrale con tre portali in bronzo.

 

Abbazia di San Pietro

Alle spalle del Duomo troviamo l'Abbazia di San Pietro, fondato nel 696 dal missionario Rupert. Ancora oggi la comunità monacale è esistente ed è la più antica tra i paesi di lingua tedesca.

Cosa vedere a Salisburgo, l'Abbazia di San Pietro
Salisburgo, l'Abbazia di San Pietro

 

Tra i migliori esempi di architettura barocca in un edificio di culto a Salisburgo, l'Abbazia di San Pietro è un'attrazione imperdibile durante un viaggio in città. Costruita a partire nel 1147, l'Abbazia di San Pietro venne terminata al suo attuale aspetto solamente nel 1782.

L'edificio presenta numerosi dettagli legati allo stile romanico e sorge laddove, già in epoca tardo romana, vi era un tempio di culto cristiano. La prima Abbazia di San Pietro venne fondata alla fine del VII secolo, venendo poi del tutto trasformata del tutto a partire dal XII secolo. Nel corso degli anni l'Abbazia di San Pietro assunse notorietà in tutta Europa per la scuola di scrittura che vi aveva sede al suo interno. Dal 1623 sino al 1810, inoltre, l'Abbazia era strettamente legata all'Università Benedettina di Salisburgo.

Con l'avvento della Seconda Guerra Mondiale, le truppe naziste espulsero i monaci, sequestrando i locali dell'Abbazia per scopi bellici. Il monastero non venne però chiuso e, terminata la guerra, i monaci vi tornarono e l'amministrarono sino ai giorni nostri.

Non spostiamoci di molto per raggiungere le prossime due importanti piazze presenti nella città vecchia di Salisburgo, la Kapitelplatz e la Mozartplatz.

 

Kapitelplatz

Cosa vedere a Salisburgo, Kapitelplatz
Salisburgo, Kapitelplatz

Dei luoghi più rappresentativi del centro storico di Salisburgo, Kapitelplatz è per certo uno dei più famosi.

La Piazza del Capitolo occupa un'importante porzione del centro storico, giusto alle spalle del Duomo cittadino, offrendo ai visitatori un panorama architettonico dal gusto tipicamente barocco e un paesaggio dominato dall'alto dalla Fortezza. Difatti, per raggiungere la fortezza, come anche la funicoare e il Cimitero di San Pietro, la Kapitelplatz è una tappa obbligata.

La Piazza del Capitolo è molto estesa e allo stesso tempo accogliente. Al suo centro si trova un grande monumento raffigurante una grossa sfera dorata sulla cui cima giace una statua di un uomo. Giusto affianco alla sfera si trova una scacchiera gigante e diversi ristoranti, bar e locali tipici. L'attrazione più iconica della Kapitelplatz è l'iconica Kapitelschwemme, l'antica fontana realizzata nel 1732 d'ispirazione romana, che presenta una pregevole raffigurazione scultorea di Nettuno.

 

Mozartplatz

Cosa vedere a Salisburgo, Mozartplatz
Salisburgo, Mozartplatz

Altra tra le piazze celebrative più importanti della storica metropoli austriaca è la Mozartplatz.

È posta a breve distanza sia dal Duomo che dalla Residentplatz, la Piazza Mozart custodisce al suo centro il monumento a Mozart dello scultore tedesco Ludwig Schwanthaler, inaugurato nel 1842. Attorno alla Mozartplatz è possibile visitare diversi luoghi legati alla vita di Mozart. La casa di Mozart, al numero 8 della piazza, presenta una targa dedicata alla moglie del musicista, Constanze Weber, che spirò qui pochi mesi prima dell'inaugurazione del monumento al marito.

Al numero 4 della piazza si trova l'Istituto Universitario della Musica di Salisburgo, detto anche Antretterhaus in onore della famiglia Antretter, molto vicina a Mozart.

 

Getreidegasse

Cosa vedere a Salisburgo, la strada pedonale dello shopping Getreidegasse
La strada pedonale dello shopping Getreidegasse nel centro storico di Salisburgo

Proseguiamo la nostra passeggiata tra le cose da vedere in due giorni a Salisburgo raggiungendo la Getreidegasse, la centralissima via dello shopping, situata nel cuore dell'Altstadt.

Qui ha anche sede la casa natale di Mozart, situata al civico 9, ma l'intera via è ricca di siti d'interesse, negozi e attrazioni in generale. Date uno sguardo a tutte le insegne, le troverete completamente realizzate in ferro battuto. Inserito tra i beni protetti dall'UNESCO nel 1996, la Getreidegasse è la centralissima via dello shopping, situata nel cuore dell'Altstadt.

Affianca il fiume Salzach e se ne cita l'esistenza sin dal 1150, in un antico documento in cui si attesta che la strada, menzionata come Trabegasse, connetteva il centro di Salisburgo con il sobborgo di Mülln. A partire dal XIV secolo i cittadini iniziarono a vendere le proprie merci agricole e artigianali, dando cosi vita a una delle più longeve tradizioni commerciali in Europa.

 

Krems an der Donau, il centro danubiano patrimonio UNESCO

Krems an der Donau, il centro danubiano patrimonio UNESCO suddiviso in 3 aree unite fra loro e pronte ad offrire un ricco turismo in estate...

Il centro storico è un continuo omaggio ad Amadeus e a lui sono rivolte le attenzioni di musei, teatri e anche tantissimi festival.

Cosa vedere a Salisburgo, Chiesa di San Biagio
Salisburgo, Chiesa di San Biagio

A Salisburgo nascono anche i famosi cioccolatini chiamati palle di Mozart; anche se, per correttezza, bisogna riportare che il compositore ammise in una lettera di non aver mai amato la città che gli diede i natali.

Proseguite la passeggiata a arriverete ad altre attrazioni che potrete inserire tra le cose da vedere in due giorni a Salisburgo. La Blasiuskirche, la Chiesa di San Biagio, è la più antica chiesa del territorio, nota in passato anche come Chiesa dello Spirito Santo. Nelle sue origini era la chiesa che serviva gli ospiti dell'ospizio. Adiacente troverete proprio l'ospizio, oggi parte integrante del Museo di Salisburgo.

 

Viaggio alla scoperta dell’Abbazia di Melk

Abbazia di Melk, il monastero benedettino patrimonio UNESCO e tra gli edifici più sfarzosi di tutta l'Austria, uno dei migliori esempi di stile barocco in...

La città nuova

La visita tra le cose da vedere a Salisburgo può proseguire visitando la città nuova.

Cosa vedere a Salisburgo, luogo di nascita di Wolfgang Amadeus Mozart
Luogo di nascita di Wolfgang Amadeus Mozart a Salisburgo

Iniziamo a esplorarla dalla Makartplatz, sede della → abitazione di Mozart dopo che la famiglia ha lasciato il vecchio appartamento di Getreidegasse. Nella Mozart Wohnhaus il compositore visse dal 1773 al 1780, fino al suo trasferimento a Vienna, mentre il padre rimase nell'abitazione fino alla sua morte, nel 1787.

Quella che oggi possiamo ammirare è la ricostruzione avvenuta nel 1996, dopo che durante la Seconda Guerra Mondiale venne parzialmente distrutta. Aperta come museo, l'unica parte rimasta integra dalle sue origini è la Sala del Maestro di Ballo, luogo dove Mozart svolse alcuni concerti privati. A poca distanza ha invece sede il Mozarteum, il Conservatorio ma anche struttura che conserva tutti i documenti relativi alle opere del musicista.

 

Chiesa della Santissima Trinità

Cosa vedere a Salisburgo, la chiesa cattolica romana della Santa Trinità
La chiesa cattolica romana della Santissima Trinità a Salisburgo

Sempre nella medesima piazza ha sede la Chiesa della Santissima Trinità, la Dreifaltigkeitskirche.

Realizzata tra il 1694 e il 1702 dall'architetto Johann Bernhard Fischer von Erlach su ispirazioni di alcune chiese di Roma, la Chiesa della Santissima Trinità è in stile barocco, valorizzata sia dalla importante facciata che dalla grande cupola centrale con due campanili, oggi ristrutturati rispetto ai due originali.

 

Cosa vedere a Wels, in Austria

Cosa vedere a Wels, città dell'Alta Austria, con circa 58.000 abitanti e seconda città di importanza della regione, superata solo da Linz. Scopri le cose...

I musei di Salisburgo

La città di Salisburgo è ricca anche di Musei e gallerie. Oltre al già citato Museo dedicato a Mozart, presente nella sua casa natale, Salisburgo ha diverse sedi museali imperdibili.

Cosa vedere a Salisburgo, il Museo d'arte moderna sulla collina di Moenchsberg
Museo d'arte moderna sulla collina di Moenchsberg di Salisburgo
    • Il → Museo di Salisburgo, ad esempio, ospita diverse mostre sia permanenti che temporanee dedicate proprio alla città.
    • Il → Museo di Arte Moderna è invece ospitato in due edifici. Mönchsberg è uno dei due edifici ed è situato vicino alla parete rocciosa del monte Mönchsberg, poco distante dal centro storico cittadino.
    • Il Museo di Scienze Naturali merita invece una visita anche per la presenza di uno degli acquari più iconici dell’Austria e dell’Europa centrale.
    • Nella Galleria della Residenza, invece, si trova una collezione che raccoglie opere italiane, francesi, austriache ed olandesi risalenti al periodo tra il diciassettesimo ed il diciannovesimo secolo.Da aggiungere infine alla visita di Salisburgo anche lo zoo, tantissime specie di animali sono infatti ospitati in questa struttura che permette di vedere da vicino pantere, orsi e tigri, fra gli altri.

Il Castello di Hellbrunn

Cosa vedere a Salisburgo, Castello di Hellbrunn
Salisburgo, Castello di Hellbrunn

Tra i castelli di Salisburgo, anche il castello di Hellbrunn è un’attrazione tipica caratterizzata da un’inconfondibile architettura barocca.

Tutt’intorno si estende il parco di Hellbrunn con il suo bellissimo aranceto che offre un suggestivo spettacolo di profumi e colori, e poi giardini, sentieri, laghetti e grotte misteriose. Visitando il complesso sarà possibile ammirare la grotta di Nettuno, rivestita da un mosaico fatto di ghiaia e conchiglie; la Sala delle feste, con affreschi prospettici; il teatro idraulico con i personaggi che si muovono mossi dall’acqua al suono di un organo.

 

Il Castello di Mirabell

Cosa vedere a Salisburgo, Castello di Mirabell
Salisburgo, Castello di Mirabell

Tra i luoghi più importanti di Salisburgo, il Castello di Mirabell e i suoi giardini sono inseriti nei Patrimoni dell'Umanità dell'UNESCO.

Oggi ospita gli uffici del sindaco e del consiglio comunale salisburghesi. La sua costruzione è stata commissionata dal principe-arcivescovo Wolf Dietrich von Raitenau per la sua amante. La bellezza del castello è ben rappresentata dall’enorme scala d’onore adornata da una balaustra di marmo e dalla sala dei marmi. All’esterno ci sono incantevoli giardini alla francese con viali alberati, statue e fontane.

 

Castello di Klessheim

Cosa vedere a Salisburgo, Castello di Klessheim
Salisburgo, Castello di Klessheim

Imperdibile anche il Castello di Klessheim, situato poco fuori città, nel comune di Wals, a 4 km dal centro di Salisburgo.

In passato adibito a residenza degli arcivescovi di Salisburgo, il Castello di Klessheim, costruito a partire dal 1690, è oggi la sede di un casinò ed è uno dei migliori esempi di architettura barocca in città.

 

Continua a scoprire Salisburgo e l'Austria: