Miniera di Turda in Romania
La miniera resa attrazione turistica

Leggi tutti gli articoli della Romania

Icona articolo onemagLa Salina Turda è una delle miniere di sale più antiche d’Europa, uno dei siti minerari caduto in disuso intorno al 1932, dopo circa 2000 anni di attività estrattiva iniziata in era preromana. La miniera è situata in Tralsilvania, a pochi km di distanza da Cluj, una delle città più belle della Romania. Riaperta al pubblico nel 1992 dopo una grande opera di restauro, la miniera è oggi una popolare attrazione turistica, in quanto sede di giostre (compresa una ruota panoramica sotterranea) e giochi di genere vario, come un bowling e diversi biliardi. Scopriamo quindi la Miniera di Turda in Romania.

 

Cenni storici

Vista sulla ​miniera di Turda in RomaniaTutto parte molto indietro nel tempo. Già i romani, arrivati fin qui, sfruttavano le ricche miniere di sale della zona di Turda tanto che crearono delle fortificazioni a protezione dei giacimenti. Oggi non ce lo ricordiamo, ma il sale era preziosissimo, e lo è stato fino a pochi decenni fa. Pensa che in alcuni periodi storici era anche usato come moneta. Le miniere di sale di Turda dal 1200 in poi furono molto sfruttate e nel 1932 vennero dismesse.

Dopo essere stata abbandonata nel 1932, la miniera ha riaperto ai turisti nel 1992. Grazie a una ristrutturazione di 4.820.000 euro, la miniera di sale è oggi un importante centro turistico, in particolare per l'aloterapia (terapia del sale), un trattamento per le allergie e l'asma che utilizza aria ionizzata, pressione e umidità della miniera. I benefici per la salute dell'estrazione del sale sono stati scoperti in uno studio dei minatori della miniera di sale di Wieliczka, rivelando una migliore capacità respiratoria.

 

Il parco divertimenti

Oltre alle peculiari SPA all'interno delle cavità, parte delle vecchie attrezzature minerarie è stata trasformata in una sorta di parco divertimenti. Una delle caratteristiche più importanti è una ruota panoramica che permette ai turisti di vedere le stalagmiti che si sono formate durante gli oltre 1000 anni di storia della miniera. Un lago sotterraneo (nella Mina Maria Tereza) permette anche di esplorare la miniera con la pagaia.

Nella miniera ci sono anche un anfiteatro, un'arena sportiva, un campo da minigolf e piste da bowling, tra gli altri, che permettono ai visitatori di scoprire i diversi aspetti della miniera. Il museo è in realtà costituito da tre miniere: la più profonda è la miniera di Terezia (120 metri), seguita dalla miniera di Anton (108 metri) e dalla miniera di Rudolf (42 metri).

Nella miniera è presente anche il Museo Minerario, che illustra il modo con cui si estraeva e trasportava il sale. Nella Sala Crivac si ammira l'impressionante macchinario usato per tirare su in verticale il sale estratto dalle profondità della Miniera Rudolf. È molto grosso e la cosa incredibile è che era azionato tramite cavalli, alcuni dei quali poverini sono morti per lo sforzo, in queste profondità.

 

Continua a scoprire la Romania: