0
Condividi su:

Sacramento, la guida del
capoluogo della California

icona-articoloAlla sola parola ‘California‘ vengono in mente molte cose: dalle eccezionali metropoli, come San Francisco San Diego, ai litorali paradisiaci, sino al cinema di Hollywood. Tuttavia, nonostante la California sia effettivamente come descritta, vi è anche un lato più sconosciuto che merita di essere visitato.

Parliamo di Sacramento, il capoluogo della California, città di circa 450.000 abitanti situata nell’entroterra settentrionale dello stato. Una località meno svettante delle grandi metropoli californiane, ma comunque di bellezza eccezionale e di interesse turistico non indifferente.

Storia di Sacramento

Cosa visitare a Sacramento

Estesa su un’area di 250 kmq, Sacramento è un’importante località storica: venne fondata nel 1848, due anni dopo la guerra tra gli  Stati Uniti ed il  Messico.
La necessità era quella di avere una città completamente Made in USA: le principali città di quell’epoca, ovvero San Diego, Los Angeles e San Francisco, erano colonizzate dagli spagnoli.

Già dai suoi primi anni, Sacramento divenne uno dei maggiori punti di riferimento nazionali per la corsa all’oro. La sua posizione strategica gli permetteva di essere contemporaneamente importante centro agricolo ma anche commerciale. Ferrovia e trasporti fluviali completavano una offerta che difficilmente, a quei tempi, poteva essere eguagliata.

La città di Sacramento era anche una delle tratte maggiormente trafficate sulla First Transcontinental Railroad, la più grande ed importante arteria ferroviaria di allora.

Sacramento, importante centro portuale fluviale

Cosa visitare a Sacramento

Il vantaggio di essere posizionata lungo l’omonimo fiume permetteva, come citato, un sistema di collegamento fluviale. Il fiume Sacramento confluisce nel fiume American, all’epoca sfruttato per la ricerca dell’oro.
E cosi Sacramento diventò presto uno
dei principali centri portuali fluviali di tutti gli Stati Uniti. La città vanta la presenza del porto con acque profonde che si collegano, tramite ad un apposito canale, alla baia di Suisun.

Sacramento, l’importante centro agricolo

Cosa visitare a Sacramento

Ma non era solo il fiume a rendere importante e fondamentale Sacramento.
Posta all’interno dell’omonima valle, l’attuale capitale della California aveva nelle sue vicinanze numerosi punti geografici importanti.

L’acqua del fiume era ottima anche per irrigare i campi, modalità con cui i coloni ebbero modo di diventare abili coltivatori. L’importanza di Sacramento come centro agricolo permise di coltivare frutta, verdura, riso e grano.
Ma altro attendeva Sacramento. Ben presto le prime fattorie vennero costruite per ospitare il bestiame, con cui la città inizio a produrre anche i latticini.

La citta vecchia di Sacramento

Cosa vedere a Sacramento

Per pianificare una visita a Sacramento si deve iniziare dalla parte più peculiare della città, ovvero la Vecchia Sacramento, importante nucleo urbano che è suddivisa dalla città moderna dal fiume. Da qui si inizierà a respirare l’aria di storia, grazie ai musei ma sopratutto a botteghe ed edifici storici.

Tra i musei della zona da non perdere è il Discovery Museum mentre interessante è visitare anche l’Old Schoolhouse, un classico esempio di scuola di fine ‘800. Sempre nella  Old Town si dovrà poi inserire il California State Railroad Museum con la sua incredibile raccolta di locomotive restaurate e visibili in ogni dettaglio ed il Theodore Judah Monument, una scultura che celebra proprio il creatore della ferrovia transcontinentale.

Cosa vedere a Sacramento

Fuori dalla città vecchia è da visitare il California State Indian Museum, un museo tributo agli indigeni americani posizionato all’interno del Sutter’s Fort, un forte intitolato all’imprenditore e ufficiale vissuto durante l’epoca della corsa dell’oro e proprietario di diverse minere.

Anche il forte è un vero e proprio cimelio di attrazioni, la maggior parte dedicata proprio al periodo della corsa dell’oro. Passeggiare da queste parti significa fare un salto indietro nel tempo. Prepararevi a muovervi con il personale vestito con abiti d’epoca intento alle attività tipiche del tempo, come portare l’acqua nelle case o altri lavori manuali.

Sempre in tema di storia non perdetevi anche il California State Capitol, l’edificio che ospita il governo californiano con le due camere di Parlamento e Senato ed infine l’ufficio del governatore.
Merita anche una visita il Crocker Art Museum, il museo di arte pubblica ricco di esposizioni permanenti anche dedicate all’Europa e a tutto il resto del mondo, anche se specialmente di arte della California e degli Stati Uniti.

Da vedere assolutamente anche il Tower Bridge, costruito nel 1935, un meraviglioso ponte ideale sia per passeggiare che essere attraversato in bicicletta e punto di osservazione ideale per ammirare il fiume. Bello da vedere di notte, quando è ricoperto da una illuminazione affascinante.

Scopriamo Sacramento

Old Town di Sacramento
Sacramento, guida al Campidoglio della California
Cattedrale del Santissimo Sacramento
Visitare lo Zoo di Sacramento

 

Condividi su:

Like it? Share with your friends!

0