Rothenburg ob der Tauber, il fascino medievale della Baviera

Cosa vedere a Rothenburg ob der Tauber, il fascino della Baviera raccontato da un borgo che ha preservato il suo aspetto medievale e caratterizzato proprio dall'adiacente fiume Tauber. La cittadina, di tipico aspetto medievale, possiede una delle cinte murarie più importanti della regione, costruita tra il 14° ed il 15° secolo e la cui estensione di oltre 3,5 km la incornicia come principale borgo fortificato della Germania. Ecco cosa vedere a Rothenburg ob der Tauber, il fascino medievale della Baviera.3 min


Cosa vedere a Rothenburg ob der Tauber

Guida di Rothenburg ob der Tauber

icona-articoloNel sud della  Germania, più precisamente nella regione orientale della Baviera, è situata la graziosa città di Rothenburg ob der Tauber, da cui prende il nome dall’adiacente fiume Tauber.

Il nome del comune è composto anche dal termine “ob”, una forma dialettale che tradotta diviene “über”, ovvero sopra. Quindi il nome tradotto in italiano sarebbe Rothenburg sopra il Tauber, una composizione simile anche ad alcuni paesi italiani, come ad esempio  Tremosine del Garda.

La cittadina medievale oltretutto possiede le tipiche caratteristiche da borgo. Prima tra tutte la cinta muraria fortificata che contorna l’intera struttura urbana e le abitazioni che accolgono complessivamente i 12.000 abitanti.

Questa cinta muraria è databile tra il 14° ed il 15° secolo, si estende per oltre 3 chilometri e mezzo di cui gran parte è percorribile a piedi. Si tratta anche di uno degli impianti murari meglio conservati della regione.

Il comune di Rothenburg ob der Tauber sebbene sia di ridotte dimensioni, circa 10 chilometri quadrati per il centro urbano e 41 considerando l’intero territorio comunale, è possibile osservare diverse attrazioni davvero eccezionali.

Cosa vedere a Rothenburg ob der Tauber

Centro Storico del Rothenburg

Rothenburg Ob Der Tauber

Come per la maggior parte delle città e dei borghi, la visita inizia dal centro storico, da cui è possibile poi sviluppare l’itinerario secondo il proprio gusto.

Nel centro storico sorgono diversi edifici dall’architettura tipica da mitteleuropa, caratterizzati da rossastri tetti dall’angolazione acuta e da decorazioni ben curate.

Purtroppo il centro storico osservabile oggi non è quello originale. Durante la Seconda Guerra Mondiale venne in gran distrutto a causa dei bombardamenti, ora non rimarrebbe nulla se non fosse stato per un generale americano, che comandò di cessare ogni bombardamento.

Una volta giunti nel pieno fulcro urbano ci si trova nella Marktplatz, Piazza del Mercato, in cui sono situati gli edifici ed i siti di maggior interesse.

Il Municipio di Rothenburg

Rothenburg ob der Tauber, Municipio

Il primo edificio che sin da subito si nota è quello del Municipio. L’edificio venne costruito originariamente nella metà del 13° secolo, adottando uno stile gotico caratterizzato da due finestre crociate.

Due secoli e mezzo più tardi, nel 1501, l’edificio fu soggetto ad un grave incendio che distrusse l’intero lato est. Fortunatamente quello ad ovest rimase intatto.

Qualche decennio più tardi, fra il ’72 ed il ’78 dello stesso secolo, l’architetto Leonhard Weidmann venne assunto per restaurare il lato distrutto, realizzandolo in stile rinascimentale.

Alla fine del 17° secolo venne implementato un porticato sul lato della piazza, la cui caratteristica principale è la decorazione dei 7 stemmi dei principi elettori, una prestigiosa carica durante il Sacro Impero Romano. Il simbolo che caratterizza maggiormente l’edificio è la torre civica, costruita nel 16° secolo si presenta con una pianta ottagonale.

Esternamente oggi il Municipio si presenta con una facciata gotica, una rinascimentale e la facciata classicista. Si tratta di un miscuglio di stili artistici che rende l’edificio di particolare interesse architettonico.

Internamente sono presenti numerose sale realizzate anch’esse in vari stili. La maggior parte in stile rinascimentale, anche se per bellezza spicca la sala dell’imperatore, realizzata in stile gotico.

Chiesa St. Jakob

Chiesa St. Jakob

Poco distante dal Municipio si erge imponente la chiesa gotica di San Giacomo. La chiesa segue il culto luterano e svolge il compito di essere da tappa per il pellegrinaggio verso Santiago de Compostela.

Le origini dell’edificio risalgono tra il 14° ed il 15° secolo, più precisamente nel periodo 1311 e 1484, un arco temporale molto lungo per via delle costruzione avvenuta a più momenti distinti. L’anno dopo l’inaugurazione la chiesa venne consacrata dall’allora vescovo di Würzburg. 

La struttura è caratterizzata da una lunga navata al centro, divisa da archi e con una copertura a volta. Esternamente la chiesa si presenta con due grandi torri campanarie gemelle, con un altezza pari, rispettivamente, a 55 e 57 metri. 

Internamente merita di essere osservato l’Altare del Sacro Sangue, uno dei capolavori meglio riusciti dello scultore Tilman Riemenschneider, realizzato tra il 1500 ed il 1505. L’altare è situato nell’omonima cappella, sul coro occidentale.

Reichsstadtmuseum, il Museo Civico

Il Museo Civico di Rothenburg ob der Tauber è il principale centro museale cittadino, sviluppato su 2500 metri quadrati espone cimeli che hanno caratterizzato la città per 8 secoli.

Nel percorso sono esposte numerose opere d’arte, come dipinti e sculture, ma non solo: infatti sono osservabili diversi oggetti d’artigianato e cimeli riguardanti la religione ebraica.

All’interno del museo è presente anche la Fondazione Baumann, che dal 1999 espone cimeli bellici, in primis armi antiche, ma anche stampe e persino serrature. 

OneMag-logo
Le 10 città più belle della Germania

Stadtmauer, le Mura cittadine

Museo Civico di Rothenburg ob der Tauber, mura difensive

Se il meteo lo permette e anche e condizioni fisiche, una delle attività da non perdere a Rothenburg ob der Tauber è senza dubbio la passeggiata di 2,5km sulla cinta muraria.

La passeggiata ha una durata complessiva di circa 1 ora e mezza e permette di circumnavigare quasi interamente la città e quindi di ammirare totalmente il complesso urbano.


Like it? Share with your friends!