Cosa vedere in Romania
Romania, idee di viaggio

Tutti gli articoli della Romania

Quando andare in Romaniaicona-articoloLa Romania è indubbiamente uno tra i luoghi più suggestivi dell’Europa Orientale, dove grandi castelli si fondono armoniosamente con le fitte e incontaminate foreste pullulanti di fauna selvatica. Il paese confina a nord-est con l’Ucraina e la Repubblica di Moldavia, a sud con la Bulgaria e a ovest con Ungheria e Serbia. Il Mar Nero le regala un tratto costiero di oltre 220 km. Tra le cose da vedere in Romania impossibile non ricordare il Danubio che percorre il cuore della Romania e la sua avifauna che la rende un paesaggio naturale tra i più invidiati in tutta Europa. Imperdibili, sempre in tema di attrazioni naturali, i Carpazi, la catena montuosa che si estende per 1500 km e che attraversa l’Europa centrale e orientale attraversando diversi paesi.

Per lunghi anni la Romania è stata suddivisa in quattro grandi e storiche regioni che ricordano la lunga millenaria storia del paese con le tante attrazioni culturali e i magnifici monumenti che contribuiscono a delineare la Romania come uno dei paesi europei da scoprire.

 

Le storiche regioni della Romania

Dobrugia

Cosa vedere in Romania, Dobrugia

La prima delle quattro regioni storiche della Romania è la Dobrugia, Dobrogea in lingua locale, la regione posta a sud-est del paese e attraversata dal Danubio. Confinante con la Valacchia, la Dobrugia vanta un mare blu nelle cui vicinanze furono costruite numerose città tra cui Histria, oggi nota per il suo sito archeologico e Tulcea, nota stazione balneare visitata per ammirare il delta del Danubio.

 

Valacchia

Cosa vedere in Romania, Sinaia
Il castello neorinascimentale di Peleș, nei Carpazi, nella storica regione della Muntenia.

A sud del paese, la Valacchia si compone di altre due regioni storiche, la Muntenia e l’Oltenia. In questa regione si viene per ammirare i tipici paesaggi naturali con il contorno dei Carpazi ma anche per visitare le tante attrazioni storiche, composte da chiese, castelli e monasteri. La capitale si trova all’interno di questa regione.

La Muntenia è nota come Grande Valacchia ed è tra le regioni più ricche del paese grazie all’estrazione del petrolio. Il fiume Olt la divide dall’Oltenia e nel suo territorio vengono coltivati i cereali e sono presenti anche numerosi vigneti.

L’Oltenia è invece la Piccola Valacchia e le città che la compongono sono risalenti al periodo medievale. Meritano Craiova, Horezu e Călimăneşti.

Moldavia

Cosa vedere in Romania, Moldavia

Posizionata in tre paesi, Repubblica di Moldavia, Ucraina e Romania, la regione che è all’interno dei confini rumeni è tra il fiume Prut e i Carpazi. Considerata, per la sua collocazione geografica, il punto di incontro tra la cultura rumena e quella russa, la Moldavia ha un territorio prevalentemente collinare con vallate verdeggianti e una tradizione tra le più storiche di tutto il paese. Meritano una visita i tanti monasteri e la città di Chisinau, capitale e città più importante dell’intera regione.

Transilvania

Cosa vedere in Romania, la Transilvania

Veduta di Biertan, il cuore della Transilvania, una delle antiche fortificazioni della Romania.

Sicuramente la più nota tra le regioni della Romania, la Transilvania si trova nella parte inferiore dei Carpazi e viene ricordata come una delle bellezze misteriose del paese. Qua infatti ha sede il Castello di Dracula e altri numerosi castelli. Tra le zone che meritano essere visitate meritano quelle di Maramures e Crisana, quest’ultima nell’area più settentrionale della regione. Maramures è invece posta nelle vicinanze con il confine ucraino dove si potranno ammirare le chiese caratterizzate con torri altissime e le sue infinite vallate.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Le strade più colorate d’Europa da visitare

 

Cosa vedere in Romania

Bucarest

Cosa vedere in Romania, BucarestBucarest è la grande capitale della Romania. Una grande città dai mille volti che unisce nel suo grande centro urbano monumenti storici e imponenti edifici dell’epoca di Ceaușescu, primo tra tutti il gigantesco Palazzo del Parlamento.

Con le sue seimila stanze e trecentocinquantamila m² di superficie il Palazzo del Parlamento è il secondo edificio più grande del mondo, solo dopo il Pentagono, nonché il più pesante su scala mondiale, mentre in termini di volume si posiziona al terzo posto nel mondo. Bucarest si trova nell’area meridionale della Romania, lungo le sponde del fiume Dâmbovița, e a circa duecento chilometri verso ovest dalla costa del Mar Nero. È il più importante centro abitativo della Pianura Valacca e non è nemmeno molto distante dalla catena montuosa dei Carpazi, situata poco a nord rispetto la capitale rumena. Sia per il suo notevole valore storico che artistico, nel tempo Bucarest è riuscita a distinguersi completamente dalle altre città della Romania, tanto che oltre a diventare la capitale è anche considerata l’unica metropoli del paese.

La città ha vissuto tanti periodi bui nel corso della sua storia, a cui si susseguirono profondi cambiamenti, che portarono una certa consapevolezza alla comunità cittadina, tramandata di generazione in generazione. Questo elemento, non affatto da trascurare, potrebbe essere la chiave di svolta per Bucarest, che possiede tutte le carte per diventare una città di rilevanza mondiale. Per il momento possiamo gustarci il carattere unico e l’atmosfera frizzante che Bucarest ha da offrirci.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Bucarest, cosa visitare nella capitale della Romania

 

Sibiu

Cosa vedere in Romania, SibiuPiccolo gioiello della Romania, Sibiu è stata definita da Forbes, nel 2008, uno dei luoghi ideali dove vivere in Europa. Siamo in Transilvania, nel cuore della Romania, dove Sibiu offre atmosfere rilassanti, locali incantevoli e ristoranti ideali per una cena di coppia.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Scopriamo Sibiu, la città romantica della Transilvania

 

Sighișoara

Cosa vedere in Romania, Sighișoara

Altro piccolo gioiello medievale della Romania è Sighisoara, città annoverata tra i Patrimoni dell’UNESCO e nota come Perla della Transilvania per la sua cittadella, tra le meglio conservate. Fondata nel XII secolo dai Sassoni, merita una passeggiata il suo delizioso centro dall’infinito sapore medievale, un borgo dove le mura dell’antica fortificazione sono praticamente ancora intatte.

Se capitate a luglio non perdetevi il Festival Medievale, una grande festa con musica e balli d’epoca in cui numerosi figuranti vestono i tipici costumi d’epoca.

 

Ultimo aggiornamento 23 luglio 2021