Romania, le attrazioni imperdibili in un viaggio

Romania, le attrazioni imperdibili in un viaggio per visitare la capitale Bucarest, la seconda città Cluj-Napoca o la Transilvania con il castello di Bram. Ecco cosa vedere in Romania.

Guida della Romania

icona-articoloLa Romania è uno dei luoghi più suggestivi particolari di tutta l’Europa orientale, dove grandi castelli si fondono armoniosamente con le fitte ed incontaminate foreste pullulanti di eccezionale fauna selvatica.
Le città non sono da meno, soprattutto la capitale  Bucarest, un’eccezionale centro urbano ricco di storia e cultura, ma anche con edifici dall’architettura eccezionale e complessi museali altrettanto magnifici.

Impossibile non citare il fiume  Danubio che percorre il cuore della Romania, con un avifauna molto caratteristica e con paesaggi naturali invidiati in tutta Europa, tutto questo poi senza aver nominato i  Carpazi. Parliamo della splendida catena montuosa che si estende per 1500 km e che attraversa l’Europa centrale ed orientale, estendendosi da ovest verso est e attraversando diversi paesi, tra cui la Romania.

Poi la regione della Transilvania, dove è contenuta una delle più grandi concentrazioni di manieri, fortezze e castelli in generale di tutta Europa, oltre ad uno dei territori naturali più belli del continente. Questa regione oltretutto ospita un parco di divertimenti alquanto particolare. Siamo infatti in una ex miniera sotterranea convertita: mai provato le montagne russe al chiuso?

Cosa vedere in Romania

Palazzo del Parlamento, Bucarest

Bucarest, Parlamento

Indifferentemente dalla storia rumena e dalla propria cultura, il Palazzo del Parlamento situato dinnanzi al Danubio è uno degli edifici più belli della Romania e, probabilmente, il più bel palazzo politico d’Europa.

Il Palazzo del Parlamento è la migliore testimonianza dell’esagerazione, della follia e dell’ambizione del periodo dittatoriale, oltre ad essere una maestosa prova della qualità degli intellettuali rumeni, anche se è stato creato per scopi sinistri.

A prescindere dalle emozioni che possono essere avvertire nell’ex “Casa del Popolo” rumana, la dimensione enorme di questo edificio permette alla Romania di entrare nella lista dei palazzi più grandi del mondo, alla pari con il Taj Mahal o il Pentagono.

Fauna selvatica nel delta del Danubio

Bucarest, il Danubio

Sotto la protezione ambientale internazionale dell’Autorità di Riserva della Biosfera del Delta del Danubio, la regione si è trasformata nell’utopico territorio per i pesci e per il bestiame di tutti i colori.

In particolare a gioire saranno i Birders, che potranno godere di quella che è una delle migliori zone di tutta l’Eurasia per il birdwatching, visto che qua sarà possibile trovare ed osservare oltre 300 specie, più della meta di quelle elencate in Europa.

Sarà a dir poco entusiasmante scorgere, anche lievemente, una moltitudine di specie avifaunistiche, come il rullo, l’aquila dalla coda bianca, l’airone bianco maggiore senza dimenticare il pellicano bianco, il pellicano riccio e il marangone minore.

Monasteri dipinti di Bucovina

Romania, Bucovina

Nascosti nel lato orientale delle montagne dei Carpazi, i monasteri dipinti della Bucovina, dichiarati Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, sfoggiano con orgoglio la tradizione ortodossa unica al mondo, tipica della Romania.

Le chiese sono tutt’uno con il loro ambiente naturale e il magnifico caleidoscopio di colori e dettagli intricati negli affreschi danno vita ai racconti raffigurati, divenendo una meta di massimo interesse culturale.

Dalle storie bibliche all’assedio di Costantinopoli del 15° secolo, i monasteri sono in gran parte merito del genio del principe moldavo e dell’eroe nazionale Stefano il Grande, ammirato solamente alla sua morte per le splendide raffigurazioni artistiche.

Castello di Bran

Romania, Castello di Bran

Arroccato su una scogliera rocciosa in Transilvania, in posizione perfetta per contrastare le invasioni nemiche, il  Castello di Bran si affaccia su un desolato valico caratterizzato da un fitto strato di nebbia e da una folta foresta.

Il suo aspetto spettrale nasconde in realtà un fascino unico, e al suo interno il Castello di Bran è tutt’altro che spettrale, con le sue mura bianche e il cortile pieno di gerani, con i suoi magnifici interni e la pittoresca vista sul territorio esterno, una delle principali testimonianze della bellezza medievale della Romania.

La leggenda vuole che Vlad l’Impalatore, il personaggio che ispirò la creazione di Dracula, sia stato per un breve periodo imprigionato qui, e solo il fatto di poter ripercorrere gli stessi passi di uno dei personaggi più tenebrosi della storia rumena vale il costo del viaggio.

Trekking nei Carpazi

Carpazi, Trekking

Dense foreste primordiali sembrano uscire direttamente dalle pagine di una storia di fratelli Grimm, con orsi, lupi, linci e cinghiali, aspri altipiani di montagna, sentieri di altissimo interesse ed una rete di cabine in viaggio per riscaldarti.

Il trekking e l’escursione in generale è il modo migliore per assorbire questo vibrante paesaggio tra cime montuose, foreste e pascoli ondulati, dove si riuscirà ad entrare in stretto contatto con le popolazioni autoctone e con una variopinta fauna selvatica.

Le cime possono essere raggiunte sia dalla Transilvania che dalla  Moldavia, i Monti Retezat, con circa 80 laghi e cime ghiacciate che si ergono sopra i 2000 metri, sono uno dei luoghi più spettacolari dei Carpazi.

Cluj-Napoca

Cluj-Napoca, Romania

La seconda città più grande della Romania si è risvegliata dal suo sonno decennale ed ora offre innumerevoli caffè bar in pieno stile bohémien, ottimi ristoranti, festival musicali, club e bar e una moltitudine di locali notturni, aperti fino all’alba.

È anche divenuta il centro delle arti contemporanee del paese, le decine di migliaia di studenti qui prestano un’atmosfera giovanile e alimentano una vita notturna intensa e suggestiva, oltre ad essere estremamente economica.

Con l’aumento dei collegamenti aerei verso le principali destinazioni europee, la città accolgono sempre più viaggiatori, che solitamente si lanciano verso borghi, ma che inevitabilmente si pentono di non concedere abbastanza tempo alla città di Cluj-Napoca.

Scopri di più:

Il Cimitero Allegro in Romania
Le quattro stagioni per visitare la Romania

 

Condividi su: