Riyadh, la ricca capitale dell’Arabia Saudita

Riyadh, la ricca capitale dell'Arabia Saudita, la città-mosaico di alti, scintillanti e modernissimi grattacieli che svettano al di sopra del deserto. Tra le cose da vedere a Riyadh segnaliamo la fortezza di Masmak, il vero simbolo della storia araba di Riyadh, la Torre Al Faisaliah, la prima delle nuove spettacolari strutture cittadine, e il Kingdom Center. Tra le cose da visitare a Riyadh ricordiamo il Museo Nazionale, la Moschea Al-Madi e l'Owais Suq. Tra le attrazioni di Riyadh, inoltre, annoveriamo lo zoo cittadino e l'Al Bujairi Heritage Park. Ecco cosa vedere a Riyadh.

icona-articoloRiyadh è la capitale della Arabia Saudita, in Asia, e ospita oltre 5 milioni di abitanti. Nel passato era sostanzialmente una stazione di sosta lungo la via carovaniera che conduceva nel deserto. L’importanza di Riyad ebbe quindi modo di crescere rapidamente e di svilupparsi prima rispetto agli altri villaggi sauditi.
Da capitale dell’Arabia Saudita, Riyad è la capitale economica, politica e finanziaria del regno, con la caratteristica di essere anche una tra le città più ricche del mondo. Facile comprendere come oggi sia una città moderna, aperta al turismo solo di recente, ma che ha saputo farsi amare e rispettare.
Ma Riyad possiede anche anche un volto nascosto tipicamente saudita. In nessun altro luogo, infatti, le caratteristiche dell’Arabia Saudita contemporanea sono più evidenti che a Riyad.
 
Vista da lontano, la città appare come un mosaico di alti, scintillanti e modernissimi grattacieli che svettano al di sopra del deserto, mentre splendenti fuoristrada intasano le moderne autostrade.
Da vicino, invece, Riyad è una città misurata e sobria per non dire del suo spirito conservatore e profondamente inserito nelle tradizioni saudite.
A tutto questo si devono aggiungere alberghi piacevoli, ottimi ristoranti e straordinari luoghi di interesse turistico, per completare il suo fascino che sicuramente giustifica una visita di qualche giorno.
Il suo nome, traducibile come ‘giardino’, conferma come la capitale dell’Arabia Saudita sia anche una città piacevole da scoprire passeggiando, tra parchi e aiuole e ovviamente giardini.

Che cosa vedere a Riyad

L’architettura di Riyad è prevalentemente moderna, gli alti grattacieli punteggiano quasi l’intero territorio cittadino. Sono presenti, tuttavia, alcune aree che hanno poco a che vedere con la nuova parte moderna.
Il distretto di Al-Batha è la parte più antica della città e rappresenta la parte più storica della capitale dell’Arabia Saudita.
Qui hanno sede i principali monumenti e le cose da vedere a Riyad.

La fortezza di Masmak

La fortezza di Masmak

Siamo di fronte ad uno dei forti più storici ed antichi di Riyad, con la tipica caratteristica di luogo deputato alla sicurezza. Le sue alte torri, infatti, sono da sempre i punti di avvistamento per prevenire saccheggi ed invasioni, coadiuvate da alte mura difensive.

E’ il vero simbolo della storia araba di Riyad, nonostante la sua costruzione sia relativamente recente, avvenuta nel 1865 per volere del principe Abdulrahamn Ibn Sulaiman ibn Dabaan, regnante durante il regno di Mohammed ibn Abdullahibn Rasheed.

Dopo essere stato a lungo protagonista difensivo di Riyad, nel 1902 il forte venne convertito in luogo di residenza del re e della sua corte, il tutto fino al 1938.

Al suo interno è presente una moschea aperta ai fedeli e anche un museo che ospita una collezione di armi e vestiti utilizzati nel passato, oltre a mobili ed altri oggetti decorativi, alcuni dei quali considerati di valore inestimabile.
Tra i pezzi migliori dell’esposizione troviamo un’interessante collezione di fotografie dell’Arabia Saudita scattate tra il 1912 e il 1937.

I tetti sono ricoperti di legno di palma e trasmettono il magnifico fascino antico dell’Arabia.

All’interno, i pannelli illustrativi e i brevi -ed emozionanti- filmati dedicati all’assalto della fortezza e alla ‘riunificazione’ dell’Arabia Saudita sono particolarmente ossequiosi nei confronti della dinastia degli Al Saud, ma meritano comunque di essere visti.
Dopo una serie di lavori di ristrutturazione, oggi è aperta al pubblico. Un’area della fortezza è nel frattempo stata convertita in hotel.

Al-Faisal Tower

Al-Faisal Tower

Progettata dall’architetto britannico Norman Foster e costruita nel 2000 dall’impresa edile dei Bin Laden, la Torre Al Faisaliah è stata la prima delle nuove spettacolari strutture cittadine che si ergono al di sopra dello skyline di Riyadh. Tra le cose da vedere a Riyad, siamo naturalmente all’opposto rispetto alla precedente attrazione, qua è ovviamente la modernità ad essere la protagonista.
È famosa soprattutto per l’enorme globo di vetro (formato da 655 pannelli in vetro e con un diametro di 24 metri) collocato vicino alla sommità. I suoi 44 piani ospitano un albergo di lusso a cinque stelle e quattro ristoranti esclusivi, uffici, appartamenti, il centro commerciale Sky e una favolosa piattaforma panoramica. Il pinnacolo appuntito (con una mezzaluna in cima) si trova a 267 metri dal suolo.

National Museum

Riyad, Museo Nazionale

Questo museo di ultima generazione è tra i più belli di tutto il Medio Oriente. Il Museo Nazionale è ospitato in un edificio in pieno stile futurista ed è disposto su due piani.
Al suo interno sono ospitate otto gallerie zeppe di informazioni e oggetti, dedicati alla storia, alla cultura e all’arte araba.
Gli accurati allestimenti comprendono suggestive opere di arte rupestre, interessanti modellini e una ricostruzione a grandezza naturale di una tomba nabatea -una gigante tomba modellata sul fronte di una enorme roccia- proveniente da Madain Saleh.
Completano l’esposizione i filmati, tradotti in inglese tramite auricolari, proiettati su grandi schermi, visite virtuali ad antichi siti e altre eccellenti presentazioni interattive.

Kingdom Center

L’edificio è il simbolo architettonico e da inserire tra le cose da vedere a Riyad.
Il Kingdom Center è una straordinaria espressione dell’architettura moderna ed è particolarmente suggestivo di notte, quando il suo profilo superiore è illuminato da luci che cambiano continuamente colore
.
 
Alto 302 metri, l’edificio è caratterizzato da un ponte di vetro e acciaio del peso di ben 300 tonnellate che collega le due torri. Alcuni ascensori ad alta velocità permettono di raggiungere lo Sky Bridge al 99° piano in pochi secondi, da dove si può ammirare una vista mozzafiato. Evitare nei weekend e la sera dopo le 18, quando potrebbe essere molto affollato.

Moschea Al-Madi

Moschea Al-Madi

Il monumento religioso principale tra le cose da vedere a Riyad è la Moschea Al-Madi, costruito con mattoni rossi. Si trova sulla King Faisal Road a due passi dal Museo Nazionale, ragione per cui spesso viene anche chiamata la ‘Moschea del Museo‘.
Di pianta quadrata, la moschea è coronata da una piccola torre mentre i suoi interni sono realizzati in tipico stile architettonico islamico, che è rappresentato da linee pure e semplici e da una facciata modesta con ornamento geometrici sul lato superiore del muro.
La sera, l’edificio è completato da una spettacolare illuminazione artistica.

Owais Suq

Owais Suq

Dalla gioielleria ai bei tessuti, questo suq è un tipico mercato arabo, tra i più frequentati dalla gente del posto. Siamo nella zona più a nord di Riyad, tra King Fahd Road a est e Upper West Street, e lo spazio occupato dall’attività commerciale è decisamente vasto.

E’ diviso in quattro sezioni distinte al cui interno sono presenti, ma in continua espansione, oltre 300 negozi.
La contrattazione è d’obbligo.

Le altre attrazioni di Riyad

RIyad, Tahlia Street

Dopo aver visto le principali cose da vedere a Riyad, è ora di esplorare la capitale dell’Arabia Saudita per le sue altre caratteristiche.
La città di Riyad è nota per i suoi tanti centri commerciali che propongono una vastissima scelta di prodotti, in grado di esaudire qualsiasi desiderio. Se amate lo shopping, oltre che visitare una delle tante aree commerciali, potrete anche passeggiare per le vie principali, ricche di negozi, boutique ma anche botteghe artigianali.

Tra le cose da vedere a Riyad è imperdibile, se viaggiate con figli al seguito soprattutto, lo zoo della città. Qui, oltre agli animali più tipici della zona, troverete anche diverse specie esotiche importate da praticamente ogni paese del mondo.
Gli animali ospitati nello zoo sono valorizzati dalla creazione di un ambiente naturale quanto più tipico per la specie, privi di gabbie e sostanzialmente all’aperto. I più piccoli potranno anche divertirsi a dare da mangiare agli elefanti e a fare fotografie con uno dei tanti pachidermi, a volte anche cuccioli.

Perfetto invece per rilassarsi all’aria aperta è l’Al Bujairi Heritage Park, uno spazio verde ben organizzato dove poter ammirare Riyad da una prospettiva diversa. Al suo interno si trovano molti locali e ristoranti, perfetti per trascorrere una serata in compagnia.

OneMag-logo
Penisola Arabica, un viaggio per di emozioni

Quando andare a Riyad

Il periodo migliore per visitare Riyadh è durante la nostra stagione invernale, nei mesi compresi tra Dicembre e Febbraio, in quanto è la stagione più mite ed accessibile per visitare Riyadh. L’inverno è anche il periodo più breve di tutto l’anno, quando non è da escludere che durante la notte le temperature scendano anche sotto lo zero termico.
Escluso questi 3 mesi, Riyad è una città sempre calda, ma con poca umidità grazie alla vicinanza del deserto. Anche le piogge sono molto scarse, eccezion fatta per marzo e aprile dove troviamo una maggiore piovosità.


Condividi su: