Condividi su:

Cosa vedere nella Riviera Romagnola | Guida di viaggio

Leggi tutti gli articoli dell’Emilia Romagna

Icona articolo onemagLa Riviera Romagnola è l’eccellenza italiana della balneazione.
Quello della Romagna è un lungo litorale sabbioso costellato da ampie spiagge e bagnato da un mare dal blu intenso. Tuttavia la Romagna non è solo spiagge e mare: è un territorio ricco di cultura e storia. Nel corso della storia umana, la Romagna divenne uno dei centri commerciali più floridi del mondo, nonché sede della capitale di un intero impero: Ravenna, capitale dell’Impero Romano d’Occidente, nel 402 d.C.

Tra arte e cultura, la Romagna è poi un punto di riferimento per il divertimento e per le vacanze estive. A pochi minuti dalla costa si trova Mirabilandia, uno dei parchi divertimento più importanti d’Italia, mentre molte delle località romagnole sono stazioni termali rinomate. La enogastronomia è altrettanto una cultura ricchissima, che in Romagna è composta da preparazioni d’eccellenza e pietanze amate in tutto il mondo.

OneMag-logo
Link-uscita icona Vuoi viaggiare in autunno? Queste sono le destinazioni italiane ideali per le mezze stagioni

I comuni della Romagna

I comuni della Romagna | Quali città visitare in RomagnaNei 110 chilometri di spiaggia sabbiosa la Romagna cela città storiche e borghi affascinanti, oltre a veri e propri paradisi termali e gioielli artistici, a cui si aggiungono parchi archeologici d’altissimo valore.
La Romagna offre molti luoghi in cui trascorrere le proprie vacanze o in cui vivere una gita fuori porta, sia sul mare che nell’immediato entroterra.
Che sia per vivere la vivace movida serale o per scoprire le ricchezze del territorio, la Romagna è costellata da destinazioni in grado di soddisfare ogni turista. Non è certo un caso che si tratti di una delle più visitate riviere d’Europa, in competizione con quelle della Costa Azzurra e della Spagna meridionale.

La voglia di partire è tanta, non resta che concludere i preparativi e scegliere la propria meta romagnola. Di seguito è presente la lista di tutte le più importanti località turistiche in Romagna, sia affacciate sul Mar Adriatico che nell’immediato entroterra.
Ecco cosa vedere in Romagna.

OneMag-logo
Link-uscita icona I 10 migliori patrimoni UNESCO d’Italia

Rimini

Rimini, il Borgo San Giuliano
Rimini, Borgo San Giuliano

Rimini è una destinazione turistica e balneare tra le più richieste e frequentate della Riviera Romagnola. Dal 1843 – anno di inagurazione dello lo Stabilimento Privilegiato dei Bagni, primo stabilimento balneare della riviera – a oggi, la sua fama di località di vacanza estiva con alberghi e strutture ricettive, buona cucina e spiagge attrezzate, è indiscutibile.

Rimini non è solo spiagge e turismo balneare: si visita per la sua storia e il suo centro storico ricco di monumenti romani, medievali e rinascimentali; si visita per ritrovare i luoghi e l’atmosfera delle pellicole di Federico Fellini; per scoprire il ricco entroterra o per assistere ai tanti eventi, congressi e fiere che popolano il calendario di appuntamenti tutto l’anno.

Una città in continuo movimento, capace di rinnovarsi ed essere sempre attraente, forte delle sue tradizioni e della cultura dell’ospitalità che da sempre la caratterizzano.

 
OneMag-logo
Link-uscita icona Rimini: avventurati nella città italiana dei divertimenti   

Bellaria Igea Marina

Cosa vedere a BellariaBellaria Igea Marina è una tranquilla cittadina a nord di Rimini, località della Riviera Romagnola destinata in particolare al turismo di famiglie e bambini. Il territorio si trova lungo il fiume Uso, dal XIX lungo la sua foce si estendeva una borgata di case di pescatori: Bellaria è infatti famosa per la sua tradizione marinara e qui si è sviluppato un fiorente settore ittico. Bellaria è nota per il suo Bellaria Film Festival, manifestazione dedicata al cinema indipendente italiano e per il Festival dei Saraceni, rievocazione storica del periodo (XVI sec) in cui erano frequenti gli attacchi dei pirati saraceni lungo la costa.

OneMag-logo
Link-uscita icona Bellaria: mare e festival imperdibili

Cattolica

Mare di CattolicaCattolica – la Regina dell’Adriatico – si trova al confine con le Marche, lungo l’antica via Flaminia che collegava Roma a Rimini, a testimonianza della sua importanza di città dell’Impero. Cattolica ha un’importante tradizione marinara e ancora oggi è famosa per la pesca e allevamento delle vongole, chiamate poveracce in Romagna. Ospita il più grande Acquario della costa adriatica ed è una delle principali mete turistiche della Riviera Romagnola.

OneMag-logo
Link-uscita icona Spiaggia di Cattolica: sabbia dorata e mare dal blu intenso

Coriano

Cosa vedere a Coriano | Luoghi d'interesse e attrazioni
Coriano, vista sul centro storico

Incastonato elegante nel cuore della Valconca, Coriano è uno dei principali borghi dell’entroterra romagnolo. Dominato dall’imponente Castello Malatestiano, Coriano sorge in un territorio ricco di grandi valli agricole, dove si coltivano ulivi e vigneti. Oggi questo borgo da 10 mila abitanti è un’apprezzata meta turistica per gite fuori porta, dove scoprire sia l’architettura medievale che un’importante testimonianza della Seconda Guerra Mondiale, il Cimitero di Guerra Inglese. E in questo comune, diviso in 7 importanti frazioni, visse Marco Simoncelli, noto motociclista morto a causa di un incidente durante il campionato in Malesia, nel 2011. A lui è dedicato un’intera esposizione dentro il Teatro Cor.Te.

OneMag-logo
Link-uscita icona Coriano: storia ed eleganze nell’importante borgo romagnolo

Misano Adriatico

Spiagge a Misano | Il mare di Misano AdriaticoEccellenza del turismo estivo, Misano Adriatico è una delle mete balneari di punta della Riviera Romagnola, caratterizzata da un lungo ed esteso litorale di sabbia dorata lungo 3 chilometri circa. Il porto turistico di Porto Verde e il Misano World Circuit Marco Simoncelli dove ogni anno si svolge una tappa del Campionato Mondiale di moto GP (Gran Premio Riviera di Rimini e di San Marino). Misano offre un contesto interessante dal punto vista naturalistico, in particolare lungo il fiume Conca che l’attraversa, verso l’entroterra. Questa zona è compresa nell’Oasi faunistica e si può visitare liberamente attraverso il Percorso Naturalistico Oasi del Conca. Qui si trova anche un Osservatorio ornitologico.

OneMag-logo
Link-uscita icona Misano Adriatico: la destinazione balneare d’eccellenza

Riccione

Riccione è una delle principali mete turistiche della Riviera Romagnola. Famosa per le discoteche in collina e per il divertimento in spiaggia, ospita alcuni dei parchi tematici più famosi d’Italia: Aquafan e Oltremare. Riccione si trova in una posizione strategica, tra Rimini e Cattolica, vicino a un entroterra ricco di storia, borghi fortificati e un’interessante tradizione enogastronomica. Sempre più turisti la scelgono anche fuori stagione, soprattutto durante il periodo natalizio, quando la cittadina si trasforma in un villaggio innevato.

San Leo

San Leo si trova su uno sperone roccioso dal quale domina la Valmarecchia. Il borgo prende il nome da San Leone che, insieme a San Marino, giunse dalla Dalmazia per evangelizzare gli abitanti della valle. Molti i simboli religiosi e politici presenti in città, come la Rocca che nel 1441 – dopo un periodo di guerra con i Malatesta – passò definitivamente nelle mani del duca Federico da Montefeltro. San Leo è un borgo molto affascinante, con strade lastricate di pietra e una vista, su picchi e calanchi, che giunge sino al mare e alle spiagge più famose della Riviera Romagnola.

OneMag-logo
Link-uscita icona San Leo, scopri tutti i dettagli del delizioso borgo di Rimini

Santarcangelo di Romagna

Ė uno dei borghi più caratteristici dell’entroterra di Rimini. Famoso per aver dato i natali a molti artisti e personaggi storici come Papa Clemente XIV e il poeta Tonino Guerra. Santarcangelo di Romagna è un paesino molto curato che ospita osterie caratteristiche, vinerie e negozi di artigianato locale che si ispirano ai disegni di Tonino Guerra.
Dal 1971 si tiene il rinomato Santarcangelo Festival, dedicato alla danza, alle performing arts e al teatro d’avanguardia europeo. Santarcangelo è città slowe aderisce alla rete internazionale delle città del buon vivere.

OneMag-logo
Link-uscita icona Cosa vedere a Santarcangelo di Romagna, l’elegante città medievale in Romagna

Talamello

Cosa vedere a Talamello, il centro storicoTalamello è una località ben distante dal litorale, incastonata nell’Alta Valmarecchia, lungo le pendici del Monte Pincio. Un paradiso paesaggistico, ricco di testimonianze storiche e attrazioni eccellenti. Particolarmente degno di nota è il formaggio di fossa, prodotto con l’antico metodo di stagionatura che prevede la conservazione del formaggio in fosse sotterranee da agosto a novembre. Il piccolo centro storico cela alcuni punti d’interesse eccellenti per chi ama l’arte, così come per chi ricerca una meta escursionistica a Talamello trova un contorno naturalistico ricco di sentieri e opportunità all’aria aperta. Questa è una zona indicata alle attività outdoor soprattutto grazie al gran numero di castagneti, che in autunno regalano ai propri visitatori il più tipico dei frutti autunnali: la castagna. Pronti a scoprire questo splendido borgo?

OneMag-logo
Link-uscita icona Talamello: borgo affascinante in tutte le stagioni

Verucchio

Verucchio si trova in Valmarecchia e fa parte dei “Borghi più belli d’Italia”. Le sue origini sono antichissime, alcuni ritrovamenti fanno pensare alla presenza di civiltà villanoviane, precedenti a quelle etrusche; a conferma di questa presenza, nel Museo Civico Archeologico sono raccolti numerosi esemplari di oggetti, soprattutto legati ai riti funebri.
Il borgo è molto curato, amato dai turisti soprattutto in estate quando da Rimini e dalle altre località balneari ci si sposta verso l’entroterra in cerca di fresco e tranquillità. Nel periodo estivo, nelle piazze di Verucchio si tiene il Verucchio Music Festival, apprezzata e storica manifestazione musicale.

Mondaino

Mondaino si trova nella parte meridionale della Romagna, più vicina a Urbino che a Rimini. Mondaino è famosa per il suo borgo e la sua piazza di forma circolare dove ogni anno si disputa il Palio del Daino, una manifestazione che ricalca il Palio di Siena. Mondaino aderisce al circuito “Terre Malatestiane e del Montefeltro”, porte e mura fortificate rivelano la sua importanza di terra di confine tra due potenze medioevali: i Malatesta di Rimini e i Montefeltro di Urbino.

Montefiore Conca

Montefiore Conca è un borgo arroccato sulle colline dell’Appennino Tosco-Romagnolo, nella parte meridionale della provincia di Rimini. Il paese ha delle origini molto antiche anche se il suo ruolo diventa importante nel XV secolo, con la guerra tra i Malatesta e i Montefeltro, tanto da essere considerata la capitale medioevale della Valle del Conca. Simbolo della città è il Castello, restaurato agli inizi del 2000: l’edificio è ben conservato, al suo interno è possibile vedere anche la sala dei banchetti e la ricostruzione di una camera da letto. Montefiore Conca fa parte dei Borghi più belli d’Italia.

Montegridolfo

Montegridolfo si trova sulla dorsale che divide la Valle del Foglia (Marche) dalla Valle del Conca (Romagna). Sarà per questo motivo che, tra il XIII e il XV secolo, da Montegridolfo i Signori Malatesta proteggevano i loro possedimenti dagli attacchi del ducato di Urbino.
Il paese è, di fatto, un borgo fortificato con mura tutt’intorno e una torre di guardia con porta di accesso del XV secolo. Il territorio circostante è ricco di uliveti, qui s’incrociano numerosi percorsi naturalistici, compresa la “Strada delle Colline di Romagna” con aree di sosta e sentieri segnalati.

Saludecio

Saludecio è un piccolo paese della Valconca, vicino al confine marchigiano. Circondata da dolci colline, Saludecio è stata una roccaforte malatestiana, al centro di un insieme di castelli difensivi di proprietà della Signoria riminese. Ancora oggi si vedono la fitta cinta muraria e le porte difensive. Nell’800, Saludecio è stato un importante centro culturale, lo si vede dall’architettura del centro storico e dai murales – dedicati a questo periodo – che arricchiscono molti edifici della cittadina.

San Giovanni in Marignano

San Giovanni in Marignano è il primo paese della Valconca. Importante feudo malatestiano dal cuore agricolo, questo paesino era noto per essere il granaio dei Malatesta. Risalgono al ‘400, infatti, le fosse ipogee dislocate nelle vie principali, all’interno delle quali Pandolfo Malatesta nascondeva i cereali. Oggi San Giovanni in Marignano fa parte dei “Borghi più belli d’Italia” e conserva intatto il suo aspetto medievale e altri luoghi di grande interesse come il Teatro Massari, piccolo gioiellino annoverato tra i teatri storici dell’Emilia-Romagna.

Cesena

Cesena è una città malatestiana situata tra il mare Ariatico e l’Appennino. Località centrale della Romagna, punto di incontro tra le antiche vie Emilia e Romea, ha un centro storico ricco di testimonianze della Signoria dei Malatesta e di grande interesse artistico e culturale. Bagnata dal fiume Savio è chiamata “Città dei tre Papi” per aver dato i natali a Pio VI e Pio VII e per il Vescovato di Papa Benedetto XIII.

Tra i suoi simboli: l’imponente Rocca, la Biblioteca Malatestiana (1454) – prima biblioteca civica europea, dichiarata patrimonio dell’Unesco come “Memoria del Mondo” – il Teatro Bonci, rinomato in tutt’Italia per il suo cartellone e per aver visto l’esordio di Vittorio Gassman nel 1952 con l’Amleto.

Cesenatico

Cesenatico è una cittadina dalla forte identità marinara, affacciata sul Mare Adriatico. Il suo porto canale fu realizzato nel Cinquecento da un progetto originale di Leonardo da Vinci e avrebbe dovuto collegare la città a Cesena. Commercio e attività legate al mare hanno dato la fisionomia all’antico borgo che oggi è anche rinomata meta turistica della Riviera Romagnola. Particolarmente amata da cicloturisti e ciclisti perché offre un territorio ideale da visitare in bicicletta e per manifestazioni di richiamo internazionale come la Nove Colli.

Bagno di Romagna

Bagno di Romagna è un comune della Romagna Toscana situato sull’Appennino Tosco-Romagnolo con parte del territorio compreso nel Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi. La località è nota soprattutto per la presenza di sorgenti termali con acqua che sgorga a 47°C: le proprietà curative erano apprezzate già ai tempi dell’antica Roma da cui il nome Balneum (Bagno). Oltre a essere una meta termale tra le più note in Italia con una ricca offerta ricettiva, è un ottimo punto di partenza per visitare il Parco grazie ai numerosi sentieri naturalistici che da qui si diramano, come il Sentiero degli Gnomi dedicato ai più piccoli.

Castrocaro Terme

Castrocaro Terme e Terra del Sole è un Comune della Romagna Toscana, nota soprattutto per ospitare uno degli stabilimenti termali più famosi d’Italia, apprezzato sin dai tempi dei romani.
Alle acque termali delle Terme di Castrocaro (sulfuree e salsobromo-jodolitiose) si aggiungono i fanghi naturali apprezzati sia per le cure mediche sia per quelle estetiche e il Parco delle Terme, 16 km di percorsi jogging attrezzati per sportivi. Il borgo ha il classico aspetto medievale con la fortezza a dominare sul paesaggio.

Forlì

Forlì è il capoluogo delle provincia di Forlì-Cesena. Immersa nella pianura padana, sulla rotta della via Emilia, questa cittadina è stata fondata dai Romani nel II secolo a.C. Forlì ha un assetto medioevale, un aspetto molto regale e una certa vivacità artistica e culturale. Grazie alla presenza del Complesso Museale del San Domenico e delle sue mostre di caratura internazionale, Forlì si è guadagnata un posto d’onore tra le città italiane con proposte culturali prestigiose e di grande rilievo.

San Mauro Pascoli

Cosa fare a San Mauro Mare | Mare & Attività
Cosa fare a San Mauro Mare | @formulaunas / Flickr

San Mauro Pascoli è il paese natale di Giovanni Pascoli. In origine il Comune si chiamava San Mauro, solo nel 1932 venne aggiunto “Pascoli” in onore del poeta. La figura di Pascoli caratterizza molto l’offerta culturale della piccola cittadina, che ospita sia la casa natale sia il mausoleo familiare.
Il Comune si compone di due frazioni, una delle quali è San Mauro Mare, classica località balneare della Riviera Romagnola, nota per la sua tranquillità.

OneMag-logo
Link-uscita icona San Mauro Mare: la frazione marittima di San Mauro Pascoli

Cervia

Cervia si trova sulla costa adriatica ed è la stazione sud del Parco Regionale del Delta del Po. È divisa in tre frazioni: Pinarella, Tagliata e la rinomata Milano Marittima ed è bagnata dal fiume Savio che la divide dal comune di Ravenna.
Oltre a essere un comune dallo spiccata tradizione marinara, Cervia è nota per le sue Saline e la sua storia è profondamente legata alla produzione del sale tanto da definirla “Città del Sale”. L’oasi naturalistica delle Saline di Cervia insieme all’antica pineta di oltre 300 ettari offrono un patrimonio naturalistico unico, meta di visite ed escursioni a piedi, in bici e in barca e di attività

OneMag-logo
Link-uscita icona Cervia: l’antica capitale mondiale del sale da vivere in vacanza

Milano Marittima

La vita notturna di Milano Marittima, Vanquis Bar
La vita notturna di Milano Marittima, Vanquis Bar | @Marco / Flickr

L’elegante frazione a nord di Cervia, Milano Marittima, è una delle più importanti mete di villeggiatura di tutta la Riviera Romagnola. È inoltre la località più famosa dell’intera Romagna per la movida notturna, grazie alle discoteche e comprensori balneari che costellano il litorale. Questa è anche una destinazione particolarmente gettonata tra i VIP, attratti dalla vasta offerta turistica di alto livello, con hotel e stabilimenti extralusso affacciati su uno dei tratti marittimi più belli dell’intero Adriatico.

OneMag-logo
Link-uscita icona Milano Marittima: movida notturna e lusso nella frazione di Cervia

Ravenna

Ravenna è la città della cultura, dell’arte e dei mosaici. Ben otto edifici sono stati dichiarati Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco: dalla Domus dei tappeti di pietra al maestoso Battistero Neoniano passando per il piccolo e incantevole Mausoleo di Galla Placidia, Ravenna svela la sua bellezza a ogni angolo. Qui inoltre sono conservate le spoglie del sommo poeta Dante Alighieri.
Il territorio di Ravenna comprende i Lidi Ravennati, località della Riviera Romagnola dove si concentra un turismo balneare che predilige il contatto con la natura.

 
OneMag-logo
Link-uscita icona Ravenna: la città dei mosaici tra le più famose del mondo

Faenza

Faenza si trova lungo la via Emilia, l’antica via romana che collegava Rimini a Piacenza, all’inizio dell’Appennino Faentino. Con il suo centro storico ricco di palazzi e di ville, Fenza ha molto da dire dal punto di vista architettonico e culturale: qui si trovano diversi musei e un’importante Biblioteca Manfrediana.
Faenza è nota in tutt’Italia per la produzione di ceramiche artigianali a cui ha dedicato anche un museo e un concorso internazionale.

Brisighella

Brisighella è un borgo del duecento e rappresenta la roccaforte più importante della Valle del Lamone. Si trova sull’Appennino Tosco-Emiliano, nel Parco Regionale della Vena del Gesso e fa parte della Comunità montana Appennino Faentino; conta 106 cavità naturali, oltre a 130 km di sentieri per escursioni. Brisighella è uno dei “Borghi più belli d’Italia” e la sua Via degli Asini uno degli scorci più caratteristici dei paesi dell’Appennino. Brisighella è nota per la produzione di Olio d’Oliva DOP e del Sangiovese di Romagna anch’esso a Denominazione di Origine Controllata.

 
OneMag-logo
Link-uscita icona Brisighella: peccati di gola nell’entroterra romagnolo

Riolo Terme

Riolo Terme si trova nell’entroterra ravennate, tra Imola e Faenza. Il suo centro storico è dominato dalla presenza di una Rocca Sforzesca con tre imponenti torri, edificata alla fine del XIV secolo. Riolo Terme è nota per le sue acque termali e per il caratteristico stabilimento in stile liberty – Terme di Riolo Bagni – che coniuga bellezza degli ambienti ai più moderni e innovativi trattamenti estetici e curativi.


 

Condividi su: