Riserva Faunistica Moremi, Botswana

Riserva Faunistica Moremi, Botswana | Moremi Game Reserve


Condividi su:
Leggi tutti gli articoli del Botswana
Mappa della Riserva Faunistica Moremi
Mappa della Riserva Faunistica Moremi

Icona articolo onemagNell’area nordoccidentale del Botswana si trova la suggestiva Riserva Faunistica di Moremi, che si sviluppa lungo il lato orientale del delta dell’Okavango e che prende il nome dal capo tribù Batswana, appunto Moremi. La Riserva Faunistica (Game Reserve) di Moremi riveste una buona parte dell’area orientale del Delta dell’Okavango, con un paesaggio fortemente variegato, che combina aree più umide, quelle vicine al corso del fiume, con quelle più distanti e asciutte.

Alcuni degli elementi paesaggistici più interessanti della Riserva Faunistica di Moremi sono l’Isola dei Capi e la Lingua di Moremi. La riserva è considerata una delle aree migliori in Botswana per i safari e per il birdwatching. Sia la avifauna che grandi mammiferi sono presenti in grandi quantità, offrendo una biodiversità davvero alta rispetto alla media dell’Africa centrale.

I dati della Riserva Faunistica Moremi, in Botswana

Cosa vedere alla Riserva Faunistica Moremi, in Botswana
Cosa vedere alla Riserva Faunistica Moremi, in Botswana

La zona della riserva, inoltre, presenta alcune piccole ma fitte aree boschive, habitat naturale del raro cane selvatico africano e del leopardo. Piccola nota aggiuntiva: poco a nord-est, giusto al confine con la Moremi Game Reserve, si trova il ⇒ Chobe National Park, uno dei più importanti del Botswana.

Bisogna sapere anche che la Riserva di Moremi ricopre una superficie di ben 5000 chilometri quadrati, circa il 10% in più di tutto il Molise. Facile intuire come il paesaggio sia altamente diversificato, con zone ricoperte di boschi di mopane e foreste di acacia, a cui si aggiungono diverse lagune e pianure alluvionali. Di questi circa 5000 chilometri quadrati, solo il 30% è terraferma calpestabile: il rimanente 70% è composto dal corso d’acqua dello stesso Delta dell’Okavango.

Riprendendo una nota poc’anzi citata, la Moremi Game Reserve è un vero paradiso per i birdwatchers, con oltre 500 specie differenti di uccelli, tra quelli acquatici e quelli di foresta. Lato mammiferi, sarà abbastanza semplice avvistare i Big Five, oltre alle più rinomate specie della savana africana, come bufali, giraffe, leoni, leopardi, ghepardi, iene, sciacalli, impala e lechwe rossi e il cane selvatico africano. L’African Wild Dog, in via di estinzione, trova nell’Okavango uno degli habitat naturali ideali ancora oggi.

OneMag-logo
Link-uscita icona Botswana, dove la natura diventa un’opera d’arte

Il Delta dell’Okavango

Il Delta dell'Okavango, una delle Sette Meraviglie Naturali dell'AfricaLa biodiversità non stupisce scoprendo i dettagli del delta dell’Okavango: si tratta del più grande delta interno (quindi che non sfocia in mare) del mondo, formatosi nel punto in cui il fiume raggiunge una depressione tettonica nell’area centrale del bacino endoreico del Kalahari. L’acqua che raggiunge il Delta dell’Okavango viene infine evaporata, o usata agli animali, e traspirata, senza che questa scorra in alcun mare o oceano.

L’Okavango, bisogna sapere, è il prodotto di diverse inondazioni stagionali. Il fiume defluisce tra gennaio e febbraio, le piogge degli altopiani dell’Angola fluiscono per circa 1200 chilometri in un mese circa finché l’acqua si diffonde in un’area estesa 250 chilometri per 150, nei quattro mesi successivi, marzo-giugno.

La temperatura abbastanza elevata del Delta provoca una rapida evaporazione, determinando quindi un ciclo di innalzamento e abbassamento del livello dell’acqua rimasto incompreso fino all’inizio del ‘900. Durante la stagione invernale, corrispondente al periodo asciutto, il Delta dell’Okavango si estende fino a tre volte la sua dimensione permanente, attirando enormi flussi di animali e creando quindi una delle più forti concentrazioni di fauna selvatica del continente.

OneMag-logo
Link-uscita icona Gaborone, scopriamo la capitale del Botswana

La fauna del Moremi Game Reserve

La fauna del Moremi Game ReserveIl delta dell’Okavango è sia l’habitat naturale permanente che stagionale di un’estesa varietà di specie di fauna selvatica. Tra gli animali che trovano il proprio habitat ideale nel Delta citiamo l’elefante africano, giraffa, bufalo africano, ippopotamo, lechwe, tsessebe, sitatunga, leopardo, gnu blu, coccodrillo del Nilo, leone, ghepardo, iena marrone, iena maculata, springbok, kudu maggiore, antilope zibellino, rinoceronte nero, Rinoceronte bianco, zebra delle pianure, facocero e babbuino chacma.


 

Condividi su: