0
Condividi su:

 Rio de Janeiro, la
seconda città del Brasile

icona-articoloPronunciando il suo nome che significa letteralmente fiume di gennaio, vengono alla mente le attrattive turistiche che la rendono molto famosa, a cominciare dal suo carnevale, il più celebre al mondo.
Ma Rio de Janeiro è prima di tutto la seconda città del Brasile di cui è stata capitale dopo Salvador da Bahia e prima di Brasilia.

Visitare Rio significa aver programmato una vacanza abbastanza lunga per potersi consentire la scoperta di tutte le bellezze del luogo, comprese quelle meno popolari.
La città è una delle mete più ambite e sono sempre tantissimi i visitatori che si lasciano coinvolgere dalla sua natura poliedrica.

Uno scorcio di Rio de Janeiro

La Baia di Guanabara

Accoccolata sulle pendici della Baia di Guanabara, Rio è famosa soprattutto per le sue spiagge, ma sono molti gli elementi che la identificano.
Il Parco Nazionale Tijuca, il più vasto parco urbano al mondo, per esempio, che è il luogo di accesso ad altre due famose realtà locali: la statua del Cristo Redentore ed il monte Corcovado, sulla cui vetta si trova il monumento.

In un tour canonico di Rio ci sarà l’immancabile visita al Pão de Açúcar, il Pan di zucchero, un colle alto circa 400 metri che si raggiunge con la funivia Bondinho. La teleferica parte dalla spiaggia Vermelha e, dopo una corsa di 10 minuti, arriva sulla cima del rilievo.
Da qui è possibile ammirare una vista mozzafiato sulla bellezza naturale della mezzaluna perfetta di sabbia bianca della spiaggia di Copacabana, contrapposta alla bellezza prodotta della baia di Botafogo, con il porto e i grattacieli.

OneMag-logo
Brasilia, guida turistica della città del futuro

L’Escadaria Selaron

Escadaria Selaron, Rio de Janeiro

Ma Rio de Janeiro è anche terra di colori e buio, di ricchezza e miseria, è terra di contrasti che servono ad amplificare l’eco del suo carattere. Nei pressi della Cattedrale Metropolitana de São Sebastião c’è l’Escadaria Selarón, un’opera architettonica unica.

La scalinata è composta da 215 gradini interamente rivestiti da piastrelle colorate di maiolica provenienti da 60 diversi Paesi. L’opera prende il nome da Jorge Selarón l’artista cileno che l’ha realizzata come personale tributo al popolo brasiliano.

OneMag-logo
San Paolo, l’alternativa a Rio de Janeiro

Leblon, il quartiere più ricco del Rio

Leblon, Rio de Janeiro

Leblon è il bairro più ricco della città con la sua spiaggia frequentata da vip internazionali. Ma al quartiere con gli alberghi più lussuosi ed i ristoranti più costosi, che rappresenta un volto della città, si contrappone un’altra realtà più triste.

Una notevole percentuale della popolazione locale, infatti, vive in zone estremamente disagiate ed in condizioni di miseria: le note favelas.
Queste baraccopoli sono afflitte da numerosi problemi compresi quelli legati alla criminalità e droga.

OneMag-logo
Cosa mangiare a Rio De Janeiro

Le favelas della città

Le favelas di Rio de Janeiro

La più grande di tutto il Sudamerica è la favela Rochinha, situata nella zona sud di Rio. Essa conta circa 70 mila abitanti ed è stata riconosciuta come un quartiere tra quelli di Gávea, Sao Conrado e Vidigal.

Da evidenziare, a proposito di convivenza dei contrasti, che i primi sono due dei distretti con la tassa di proprietà sul valore dei terreni più alta della città. Mentre a Rocinha si muore di tubercolosi, malattia che attecchisce a causa della densità di popolazione, delle scarse condizioni igieniche e persino della mancanza di sole e di aria nelle case.

Condividi su:

Like it? Share with your friends!

0