La Route 1 o Ring Road, la strada nazionale islandese che circumnaviga l'isola e collega la maggior parte delle aree abitate del paese

Ring Road (Route 1) in Islanda | La principale autostrada dell’Islanda


Condividi su:

Viaggio nella Ring Road, Islanda: l’itinerario on-the-road nella principale autostrada islandese

Leggi tutti gli articoli dell’Islanda
Mappa dell'Islanda con evidenziato il tracciato della Ring Road (o Route 1)
Mappa dell’Islanda con evidenziato il tracciato della Ring Road (o Route 1)

icona-articolo1335 chilometri di suggestione: vastissimi panorami, paesaggi incontaminati e villaggi tradizionalisti che danno bene idea di come sia l’Islanda più autentica. La Ring Road (nota anche come Route 1) è la principale autostrada islandese, che circumnaviga l’intera isola per gran parte parallela alla costa, offrendo ai turisti la possibilità di scoprire tutte le principali attrattive del paese. È senza dubbio uno degli itinerari on-the-road più famosi e coinvolgenti d’Europa, percorribile da entrambi i sensi data la sua composizione a circuito.

OneMag-logo
Link-uscita icona Cosa vedere in Islanda

Il viaggio on-the-road sulla Route 1

Lasciata la capitale Reykjavik e in generale la costa occidentale dell’Islanda, chilometro dopo chilometro vi viene immersi nella caratteristica atmosfera islandese, caratterizzata dai grandi spazi aperti, immensi ghiacciai e cascate imponenti, in un percorso lungo circa 830 miglia, 1335 chilometri.

Una volta scelto il senso – abbastanza ininfluente nel complesso – con cui percorrere la Ring Road non resta che organizzare il proprio viaggio. Indicativamente, per percorrere la Ring Road visitando le principali attrazioni poste lungo il viaggio è consigliato dedicare una decina di giorni abbondanti. Tuttavia, un itinerario “più essenziale” può essere vissuto anche in una settimana. Tutto dipende dalle vostre esigenze.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona Cosa vedere a Reykjavík in Islanda

Golden Circle

La cascata di Skogafoss con un maestoso arcobaleno
La cascata di Skogafoss con un maestoso arcobaleno

Un itinerario dentro un itinerario. Il Golden Circle, Circolo d’Oro in italiano, è un percorso che racchiude tutte le principali attrazioni della costa sud-occidentale dell’Islanda. Il Golden Circle rappresenta il più gettonato itinerario escursionistico del paese, che attira un gran numero di turisti anche per via della sua connessione con la capitale Reykjavík. L’esperienza nel Circolo d’Oro è davvero ricchissima: si trovano numerose meraviglie naturali quanto parchi nazionali e villaggi tradizionalisti in cui conoscere il caloroso popolo islandese.

Anche il Circolo d’Oro è un itinerario a circuito, comincia e termina a Reykjavík estendendo per circa 300 chilometri in direzione sud, verso gli altopiani meridionali dell’Islanda. Tante sono le attrazioni offerte nel Golden Circle, ma in particolare menzioniamo quattro punti salienti che in assoluto non vanno persi: la famosa Laguna Blu, le Cascate di Gullfoss, il Parco Nazionale del Þingvellir e l’area geotermale dei Geysir. Ogni tappa al Golden Circle ha molto da offrire e dà un’ampia prospettiva su quello che ci aspetta lungo l’itinerario nella Ring Road.

OneMag-logo
Link-uscita icona Islanda, un tour nel Circolo d’Oro

La costa meridionale

Iceberg galleggianti nella laguna di Jokulsarlon sulla costa meridionale dell'Islanda
Iceberg galleggianti nella laguna di Jokulsarlon sulla costa meridionale dell’Islanda

La costa meridionale è la zona più visitata dell’Islanda, e per una buona ragione. Qua sono racchiuse alcune delle più preziose gemme naturalistiche del paese, tra cui la laguna glaciale di Jökulsárlón e il Parco nazionale Vatnajökull. I più temerari qua hanno molto pane per i propri denti, in quanto è un ottimo luogo per escursioni, parapendio e tour su fuoristrada. Le opportunità escursionistiche sono innumerevoli, molte delle quali anche uniche nel proprio genere presenti solo in Islanda. Preparatevi ad attraversare campi di lava secca, ammirare le immense scogliere a strapiombo sul mare e visitare piccoli villaggi di pescatori durante il giorno.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona Tutto quello da sapere sulla Laguna di Jökulsárlón

La costa orientale

Immagine panoramica della città innevata di Höfn con il monte Vestrahorn sullo sfondo
Immagine panoramica della città innevata di Höfn con il monte Vestrahorn sullo sfondo

Praticamente ogni tappa visitata sino ad ora è inclusa nelle più classiche gite dalla durata giornaliera di chi visita l’Islanda soggiornando nella capitale. Da qua salta subito all’occhio il numero di turisti drasticamente inferiore. È un ottimo vantaggio, in quanto si potrà continuare il viaggio con ancor più tranquillità. Ci sono molti posti segnalati lungo la strada dove fermarsi e catturare l’immagine perfetta per i tuoi appunti di viaggio. A circa un centinaio di chilometri da Höfn è presente la tappa successiva: la città di Djúpivogur. Questo è un paradiso per gli amanti del birdwatching, le skin sono fornite in modo da poter raccogliere più foto per il tuo diario.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona Keflavik, cosa vedere nella città islandese

La costa settentrionale

Con Egilsstaðir alle spalle, lascerai l’est dell’Islanda ed entrerai nel nord. A circa 40 minuti di auto dalla città, arriverai alla cascata di Rjukandi. Il parcheggio è fornito, puoi scendere dall’auto e sgranchirti le gambe e puoi facilmente raggiungere a piedi il punto di osservazione principale della cascata. La tappa successiva è Dettifoss. Dettifoss è una delle principali attrazioni del Diamond Circle, un altro popolare circuito turistico nel nord dell’Islanda. Il Diamond Circle include moltissime attrazioni e, in base al tempo a disposizione, sarai felice di concentrarti sulla visita di queste attrazioni. Tuttavia, continueremo ora a discutere le principali attrazioni del ciclo. Dettifoss è la cascata più imponente d’Europa, con circa 500 metri cubi d’acqua che scendono dall’alto ogni secondo. La cascata è larga 100 metri e alta 45 metri con uno scenario spettacolare. Non perderlo.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona Cosa vedere nei Fiordi Occidentali: la regione islandese dall’aspetto lunare

La costa occidentale

Si tratta di circa 300 chilometri da Akureyri a Borgarnes sulla costa occidentale. Lungo il percorso passerete alcuni piccoli paesi, dove potrete fermarvi e riposarvi. A seconda del tuo programma, puoi fare molti viaggi aggiuntivi, quindi vale davvero la pena trascorrere un po’ di tempo lontano dal circuito. A metà del percorso, la penisola di Vatsnes offre alcuni panorami spettacolari e di particolare interesse è la formazione rocciosa di Hvitserkur.


 

Condividi su: