0
Condividi su:

Il Monumento alla Libertà di Riga

icona-articoloSimbolo della città e una tra le attrazioni più famose della capitale della  Lettonia, il Monumento alla Libertà è stato eretto nel 1935.
Il monumento, realizzato dall’architetto Ernest Štālbergs, è dedicato alla memoria dei numerosi soldati che hanno perso la vita durante la Guerra per l’Indipendenza, raggiunta il 21 agosto 1991.
Per la sua realizzazione furono necessari quattro anni.

Dove si trova il Monumento alla Libertà


[leaflet-map lat= 56.9514905 lng=24.1133043 zoom=17]



Siamo di fronte ad un grande obelisco che domina l’intera  Riga grazie ai suoi 43 metri di altezza e decorato con preziose sculture.

Il monumento fu messo a dura prova durante la recente occupazione sovietica quando rischiò di essere completamente demolito. Fortunatamente le proteste dei cittadini, che manifestarono a lungo e duramente, convinsero i sovietici a soprassedere.

Il Monumento alla Libertà di Riga

Riga. Obelisco del Monumento alla Libertà

La rappresentazione di libertà è una scultura a forma di obelisco la cui altezza, di 43 metri, sovrasta l’intera città, esattamente come la libertà sovrasta su ogni cosa.

Qui trovano spazio cinquantasei sculture disposte in tredici gruppi su quattro livelli.

La base del Monumento alla Libertà

Il monumento alla libertà di Riga

Il livello base del monumento simboleggia l’etica del lavoro, la forza spirituale e l’aspirazione all’indipendenza della nazione.

La facciata presenta due rilievi in ​​travertino mentre i lati fanno riferimento alla rivoluzione russa del 1905 e alla guerra d’indipendenza lettone.
L’iscrizione su un lato del monumento riporta la frase: “Per la patria e la libertà”

I lettoni sono soliti passare per lasciare un mazzo di fiori ma è durante l’anniversario di giugno, periodo delle deportazioni sovietiche, o a novembre, giorno dell’indipendenza, che l’intera base si riempie di omaggi floreali agli eroi di guerra.

Il blocco centrale

Il monumento alla libertà di Riga

Il blocco centrale del Monumento alla Libertà di Riga simboleggia gli ideali della nazione e lotta per la libertà.

Qui troviamo la Lettonia pronta a liberarsi dalle catene mentre Lāčplēsis, tipico eroe popolare, incoraggia a combattere. Infine Vaidelotis, sacerdote pagano, offre la forza spirituale.

La parte superiore

Il monumento alla libertà di Riga

Alzando lo sguardo noterete sulla cima la rappresentazione bronzea di una donna.
Sta sollevando tre stelle dorate, che rappresentano l’unità delle regioni storiche della Lettonia.

Sono infatti le stelle a rappresentazione della Curlandia, Livonia e Letgallia.

Quando visitare il Monumento alla Libertà di Riga

Il monumento alla libertà di Riga

In passato, durante l’occupazione sovietica, qualsiasi raduno al Monumento alla Libertà era severamente vietato.
Dal 1991, anno dell’Indipendenza, il Monumento è tornato a essere il luogo rappresentativo di Riga e della Lettonia. Il momento migliore per visitarlo è durante la cerimonia del cambio della guardia, che avviene a ogni cambio d’ora dalla mattina fino alla prime ore della sera.

Il monumento si trova proprio al centro di Riga, sull’omonimo Viale della Libertà.

Scopriamo Riga

Viaggio a Riga, la capitale della Lettonia
Riga, il castello sul fiume Daugava
Cosa vedere nella Città Vecchia di Riga
Casa delle Teste Nere, il medioevo di Riga
Cattedrale della Natività di Cristo di Riga
Mercato Centrale di Riga
Museo dell’occupazione della Lettonia a Riga
Riga, benessere e relax nelle SPA

 

Condividi su:

Like it? Share with your friends!

0