Cosa vedere a Ribe, la torre della cattedrale di Ribe
Condividi su:

Cosa vedere a Ribe
La città più antica della Danimarca

→ Tutti gli articoli della Danimarca

 

Icona articolo onemag

Nel sud-ovest della Danimarca troviamo un luogo davvero unico, Ribe, la città più antica del paese. Siamo sulla costa del Mare del Nord, placidamente adagiata sulle rive dell'omonimo fiume, un luogo che richiama l'affascinante atmosfera storica con antiche case e una Cattedrale romanica. Fondata durante l'epoca vichinga, passeggiare nel suo centro storico significa percorrere una rete di piccole strade lastricate che quasi si intrecciano a formare un labirinto. Oggi Ribe è una popolare destinazione turistica dove è proprio la storia a richiamare i numerosi turisti che ogni anno la scelgono per assaporare quell'atmosfera vichinga persa oramai quasi ovunque.

Pronti a scoprire cosa vedere a Ribe?

 

Cenni storici

Considerata la città più antica della Scandinavia, Ribe è stata fondata nell'VIII secolo quando il re Horik II permise a Sant'Asgario di costruire nel territorio una piccola chiesa. Il benedettino missionario, nel tentativo di convertire al cristianesimo l'intero Nord Europa, iniziò a costruirla, facendosi aiutare da coloro che poi sarebbero diventati i primi fedeli. Le prime notizie di Ribe ricordano proprio l'opera voluta dal benedettino, inaugurata nel IX secolo.

Durante il Medioevo la città, iniziata a popolarsi proprio nelle vicinanze dello storico edificio ecclesiastico, divenne un importante porto e prospera città commerciale. Dal XII al XV secolo la città divenne vittima prima di epidemie di peste e quindi di devastanti incendi. Nonostante ciò, nel XV secolo divenne una delle città più grandi in Europa. Nei secoli seguenti la sua importanza diminuì a favore di ⇒ Odense e ⇒ Copenaghen.

 

Cosa vedere a Ribe

Cosa vedere a Ribe, la Cattedrale

La Cattedrale

Tra le chiese più antiche della Danimarca, la Cattedrale di Ribe è anche tra le più belle del paese. La data della sua costruzione non è ancora del tutto confermata ma si presume con quasi certezza che risalga agli anni '50 del XII secolo. Siamo di fronte all'edificio romanico meglio conservato della Danimarca, nonostante le sue ricostruzioni l'abbiano parzialmente caratterizzato anche con dettagli in stile gotico.

La struttura in origine era valorizzata da due torri ma nella notte del Natale del 1283 un crollo ne fece cadere una. In considerazione della particolare notte in cui è avvenuto il crollo, numerose furono le vittime all'interno della chiesa. Durante le lavorazioni successive vennero aggiunte le navate laterali, divenendo quindi con doppia navata per ogni lato. Diversi furono tuttavia gli altri eventi che colpirono la Cattedrale tra cui l'incendio del 1402 e il crollo del XVI secolo, ragione per cui la struttura è stata ricostruita di una decina di metri più bassa.

 

Monastero di Santa Caterina

La prossima tra le cose da vedere a Ribe è una delle più antiche abbazie della Danimarca.

La sua fondazione risale al XIII secolo per volere dei domenicani provenienti dalla Spagna. In precedenza sul medesimo sito sorgeva una chiesa, crollata a causa dell'instabilità del territorio su cui era stata realizzata. Oggi il Monastero di Santa Caterina è l'unica tra le tredici chiese presenti prima della riforma luterana a essere pervenuta ai giorni nostri. Dopo la chiusura del 1536 a seguito della riforma, l'edificio ecclesiastico venne utilizzato come ospedale ma anche per altri scopi. Oggi la struttura ospita una casa di riposo, nonostante nel 1934 sia stata nuovamente consacrata.

 

Il Vecchio Municipio

Il Den Gamle Radhus è il Municipio più antico della Danimarca, storico edificio pubblico in mattoni rossi costruito nel 1306. La sua funzione amministrativa è stata svolta ininterrottamente fino al 2007 dal 1496 e al suo interno sono ancora possibili ammirare foto e altri cimeli che ricordano i tanti matrimoni celebrati al suo interno. Nel piccolo museo sono conservati altri reperti storici, tra cui delle armi medievali.

 

Museo delle Belle Arti

Attraverso dipinti e sculture, nel Museo delle Belle Arti di Ribe possiamo scoprire molto della storia dell'arte danese. Interessanti i capolavori realizzati nella prima metà del XVIII secolo ma anche altri reperti di più recente realizzazione, opere di vari artisti e scultori della Danimarca. Meritano anche le mostre temporanee, spesso realizzate con opere provenienti da altre città danesi.

 

Il Museo dei Vichinghi

Altra struttura museale che merita essere inserita tra le cose da vedere a Ribe è il Museet Ribes Vikinger, il Museo dei Vichinghi. Al suo interno si potrà approfondire la storia del periodo medievale di Ribe e anche la storia vichinga in una esposizione distribuita su due distinte sale. Interessanti i reperti archeologici conservati, tutti rinvenuti durante vari scavi della zona.

 

Kannikegården

L'ultimo edificio museale è posto a breve distanza dalla Cattedrale, il Kannikegården. Nel museo, che ospita anche la sede ecclesiastica della vicina Cattedrale, è interessante per i suoi sotterranei. Qua infatti, raggiungibile attraverso due scalinate, si potrà ammirare quello che rimane di un refettorio presente nel Monastero incendiato nel 1176. Numerosi sono i reperti archeologici ritrovati nel sottosuolo, diverse migliaia di oggetti che compongono l'intero parco archeologico della più antica città della Danimarca.

 

» Ti potrebbe interessare... «
[smart_post_show id="78908"]

 

Condividi su: