Reims, la città della regione storica dello Champagne


Cosa vedere a Reims, le fontane
Condividi su:

Reims, Grand Est
Cosa vedere a Reims

Tutti gli articoli della Francia

 

Icona articolo onemag

Nel nord della Francia, in quella che è la ⇒ regione del Gran Est, troviamo Reims, una delle destinazioni più popolari nella regione storica della Champagne. Città di non eccessive dimensioni, Reims riesce piacevolmente a unire un ricco patrimonio culturale a una architettura affascinante, con numerosi luoghi imperdibili e tre siti avvalorati tra i Patrimoni dell'UNESCO. Il dipartimento è quello della Marne, tra Parigi e la Germania, ragione per cui il suo clima è temperato con estati molto calde ma piuttosto secche e con inverni invece piuttosto rigidi, talvolta con temperature sotto lo zero termico.

Nota soprattutto per la sua magnifica Cattedrale gotica, il luogo dove per un millennio sono stati incoronati i re francesi, Reims ha una popolazione di circa 180.000 abitanti. Facilmente raggiungibile dall'aeroporto parigino di Charles de Gaulle, in poco più di 30 minuti, la città è facilmente collegata con le principali mete francesi grazie al treno ad alta velocità.

 

Cenni storici

Prima dell'arrivo dei romani in Gallia, sul territorio oggi occupato da Reims era presente un villaggio della tribù Durocorter. Con l'espansione dell'Impero Romano verso il nord del paese, gli abitanti divennero alleati di Roma, mantenendo attiva la loro lealtà per tutto il periodo delle guerre galliche. In cambio i Rémois ricevettero la possibilità di governarsi, mantenendo attivo oltre al governo locale anche la religione e le loro leggi, non sempre identiche a quelle degli antichi romani.

Facile comprendere come durante l'Impero Romano Reims fu una città fiorente. Furono i romani a voler realizzare diverse fortificazioni e numerosi edifici. Durante il IV secolo le tribù germaniche invasero il territorio della Gallia ma senza successo. Nel 406 cadde però sotto l'assalto prima dei Vandali e nel 451 degli Unni. Nel III secolo la città si convertì al Cristianesimo e due secoli dopo qua venne battezzato Clodoveo, il re dei Franchi. Durante l'era merovingia, la dinastia che regnò dalla metà del V secolo fino alla metà del secolo VIII, Reims divenne capitale dell'area nord orientale. Nel 719 venne assediata da Carlo Martello che distrusse numerosi monumenti risalenti all'epoca romana.

Durante la Guerra dei Cent'anni, a Reims fu istituito un consiglio comunale, la cui funzione principale era quella di proteggere la città. Dopo la guerra, la città viene ricostruita e sviluppata. Lo sviluppo di Reims si fermò durante le guerre ugonotte e continuò dopo l'incoronazione di Luigi XIV. La storia più recente ricorda la città come centro di sviluppo nel settore dell'aviazione. In entrambe le due guerre mondiali venne più volte distrutta cancellando irrimediabilmente molti dei monumenti che hanno contribuito alla storia della città.

 

Cosa vedere a Reims

La Cattedrale di Reims

Cosa vedere a Reims, la CattedraleIniziamo a scoprire cosa vedere a Reims dalla sua attrazione principale, la Cattedrale.

Siamo in uno dei monumenti più importanti di tutta la storia francese, annoverata tra i Patrimoni dell'UNESCO. Qui infatti vennero incoronati quasi tutti i monarchi francesi tra il IX e il XIX secolo. Siamo nel cuore della Città Vecchia, punto di riferimento anche in lontananza grazie alle sue alti torre. Qui un tempo sorgeva nel V secolo una chiesa paleocristiana, il luogo dove venne battezzato re Clodoveo, il primo re dei Franchi. Nel XIII secolo l'antico edificio fu distrutto da un incendio e un anno dopo iniziò la costruzione di una nuova cattedrale.

La Cattedrale di Reims è un capolavoro dell'architettura gotica e una delle chiese più belle di Francia. Oggi la sua struttura, quella risalente al XIII secolo, si caratterizza da una singola enorme navata e circondata da vetrate colorate e decorazioni che avvalorano l'aria di solennità che si respira una volta entrati. Merita uno sguardo, sul lato ovest, tre magnifici portali con un grande rosone. Fermatevi con attenzione per ammirare la Galleria dei Re, una serie di statue inserite all'interno di varie nicchie.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Benvenuti a Rouen, il capoluogo della Normandia

Palazzo di Tau

Cosa vedere a Reims, Palazzo di Tau

Proprio a fianco della Cattedrale troviamo il successivo Patrimonio dell'UNESCO tra le cose da vedere a Reims, il → Palazzo di Tau.

Siamo in un palazzo arcivescovile, quello utilizzato tra l'altro dai monarchi prima e dopo l'incoronazione, ben 32. A quel tempo la struttura era utilizzata come residenza degli arcivescovi e nota proprio per i sontuosi banchetti che facevano seguito alla proclamazione di nuovo reggente. La struttura è stata realizzata nel VI secolo ma una sua rivisitazione è avvenuta alla fine del XVI secolo. Nel secolo successivo venne ulteriormente modificata dandole l'attuale aspetto barocco.

Al suo interno trovate una esposizione che racchiude cimeli della vicina Cattedrale e che ricorda come avvenivano le incoronazioni. Aperto al pubblico, si potranno ammirare gli appartamenti reali, una sala banchetti con arazzi medievali, una cappella del XIII secolo che custodisce il talismano di Carlo Magno e il calice di S. Remi. Il museo espone anche cimeli e arazzi che ricordano la storia di re Clodoveo.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Nancy, cosa vedere nella città francese

Basilica di Saint-Rémi

Cosa vedere a Reims, la facciata della Basilica di San Remi, ReimsLa Basilica di Saint-Remy è la più antica chiesa esistente a Reims, costruita tra il 1005 e il 1049 sul sito di una cappella carolingia dell'VIII secolo.

È un capolavoro dell'architettura in stile romanico e terzo dei monumenti avvalorati come Patrimonio UNESCO a Reims. La chiesa è intitolata al Santo Patrono della città, il vescovo che nel VI secolo riuscì a convertire il re Clodoveo al Cristianesimo. La tomba di Rémi è conservata all'interno della Basilica. La chiesa ha una facciata gotica che conserva elementi dell'originaria struttura romanica, dovuta alla ricostruzione parziale avvenuta nel XII secolo. Lo stesso interno si presenta in diversi stili architettonici, con una navata romanica avvalorata da elementi in stile gotico del coro. La chiesa fu gravemente danneggiata durante la prima guerra mondiale e restaurata per oltre 40 anni.

La Basilica di San Rémi si trova a pochi minuti dalla Cattedrale.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Guida di Colmar, la piccola Venezia francese

Porta di Marte

Cosa vedere a Reims, la Porta di Marte

Porte de Mars è l'unica attrazione a oggi rimasta del periodo romano di Reims.

Siamo in uno dei simboli storici, quello che permetteva l'accesso a Durocortorum, l'antico nome della città. Il suo nome deriva dall'antico tempio, proprio dedicato a Marte, che era collocato nei dintorni e, una volta raggiunto, avrete modo di ammirare la cura con cui il varco di accesso fu preparato. Considerata una delle più grandi porte ad arco d'Europa, il portale è di 13 metri di altezza con otto colonne, ognuna valorizzata da capitelli corinzi. La sua attuale lunghezza è di 33 metri.

La Porta di Marte è inserita in un parco e non troppo distante ha invece sede il Museo di Saint-Rémi, struttura storica che racconta la vita della città e dei suoi cittadini al tempo dei Romani. Lo trovate a una quindicina di minuti a piedi dalla Cattedrale.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Cosa vedere a Mulhouse, la più importante città dell'Alsazia del Sud

Le Piazze di Reims

Cosa vedere a Reims, la Piazza Reale
Piazza Reale di Reims

Reims è famosa per le sue eleganti piazze.

Tra queste merita particolare attenzione la Place Royale, la Piazza Reale, interamente circondata da splendidi edifici neoclassici. La riconoscerete anche per la meravigliosa statura in bronzo, posta giusto al centro, che ritrae re Luigi XV.

Altra piazza da non perdere tra le cose da vedere a Reims è la Place d'Erlon, questa nota più per la sua movida serale, essendo ricca di pub e ristoranti. Qua ha sede la Chiesa di Saint-Jacques, una delle più antiche di Reims e costruita tra il XII e il XVI secolo.

La Piazza della Repubblica è invece più che altro frequentata come punto di accesso al parco pubblico che comprende la Porta di Marte. Poco distante si trova il Municipio risalente al Seicento e un portico romano, una galleria coperta con volta ad arco, ritrovato nella piazza che ospitata l'antico Foro Romano.

 

Continua a scoprire la Francia

 

Condividi su: