Rasdhoo, la piccola isola delle Maldive

Rasdhoo, la piccola isola delle Maldive


Condividi su:

Visitiamo Rasdhoo, l’atollo delle Maldive

Tutti gli articoli delle Maldive

Rashdoo, Maldive, mappa
© Google Maps

Siamo a una sessantina di km da ⇒ Male dove troviamo l’atollo di Rasdhoo, piccola isola dalle dimensioni di 1,5 km di lunghezza per meno di 500 metri di larghezza. Raggiungibile esclusivamente via mare, traghetti in partenza anche dalla capitale, Rasdhoo può essere visitata anche come escursione da una delle altre isole più turistiche. All’interno sono poco meno di 1.500 gli abitanti mentre tre sono i resort che danno ospitalità ai turisti in visita a un’isola tra le meno turistiche delle Maldive.

E’ tuttavia un crescente continuo di visitatori, nuovi turisti che vogliono conoscere il più possibile di questo arcipelago che continua, inesorabilmente, ad attrarre sempre più turismo. Se avete scelto di visitare Rasdhoo, probabilmente lo avrete fatto per le attività sportive oppure per visitare la meravigliosa fauna ittica, qua presente anche con i famosi squali martello. I lati nord e ovest sono caratterizzati da una unica barriera corallina mentre il lato est è occupato da un secondo reef.

La parte nord dell’isola è invece quella dove è possibile rilassarsi grazie alla presenza di splendide spiagge che proseguono poi sul lato ovest con una lunga ma sottile striscia di sabbia, affacciate sulla laguna che circonda l’intero atollo. Le acque turchesi riescono a regalare una esperienza indimenticabile in un territorio che, pur essendo abitato, sarà quasi sempre silenzioso e quasi sonnolente. Complici gli abitanti che, seppur in numero piuttosto cospicuo, risultano quasi invisibili, celati all’interno delle loro abitazioni oppure sotto una palma a godersi l’ombra, prima di entrare per preparare il pranzo, cucinato quasi sempre su una griglia.

Dove dormire a Rashdoo

Dove dormire a Rashdoo, MaldiveSono però proprio gli abitanti che spesso offrono sistemazioni ai turisti, delle abitazioni che possono anche assumere la denotazione di veri e propri piccoli alberghi, aiutati dal governo locale che ha anche stanziato dei fondi per permettere la loro costruzione. Sono naturalmente alberghi molto lontani dal lusso dei resort delle isole principali, senza piscine o aree fitness. Qua si è scelto di vivere nella contemporaneità delle vere Maldive, quella dei suoi abitanti e della natura.

Sono però presenti anche dei resort, se quello che scegliete è il giusto compromesso tra natura e comodità. In questo caso avrete la possibilità di scegliere tra ville e bungalow, quelli più tradizionali con il tetto in paglia e immersione totale garantita.
Qualunque sistemazione abbiate scelto, Rasdhoo propone numerosi centri diving in grado di fornirvi l’attrezzatura per esplorare i fondali ma anche per organizzarvi una escursione alle isole vicine oppure a Kuramathi, una delle cinque isole che compongono il lato esterno dell’atollo.

Tra le cose da fare a Rashdoo ricordiamo i tanti sport outdoor, canoa e windsurf soprattutto. Meraviglioso partecipare a una delle tante piccole competizioni di pesca qua organizzate oppure noleggiare una barca a vela e lasciarsi trasportare dal vento in un territorio unico da qualunque parte lo si guarda. Poi, una volta conclusa l’esperienza, niente di meglio che tornare per rilassarsi un paio d’ore sulle spiagge dell’isola, sabbia fine e bianchissima che avvolge il mare turchese e regala momenti unici all’ombra delle palme.


 

Condividi su: