Quando visitare Repubblica Dominicana

Quando visitare Repubblica Dominicana, ecco i consigli per godere al meglio le spiagge paradisiache e il mare cristallino. I mesi ideali per visitare il Paese vanno da dicembre ad aprile. Il 'periodo buono', però, riserva un clima molto caldo di giorno con un notevole calo della temperatura durante la notte, con necessità di una giacca o una felpa per le uscite serali. Scopriamo insieme quando visitare la Repubblica Dominicana.2 min


0
Quando visitare la Repubblica Dominicana
Condividi su:

Il clima della Repubblica Dominicana

icona-articoloSpiagge bellissime e mare dalle acque cristalline: l’offerta paesaggistica della Repubblica Dominicana è sicuramente ciò che la rende una meta molto ambita dai turisti in cerca di una vacanza da sogno.

Il Paese si affaccia sul Mar dei Caraibi e confina ad Ovest con Haiti. Il suo territorio è caratterizzato dai massicci montuosi della Cordillera che si alternano a vaste pianure che nella parte più meridionale arrivano sino al mare.

L’unica variante nell’organizzazione di una vacanza in Repubblica Dominicamìna è il periodo scelto. Qui il clima è di tipo tropicale, con temperature elevate tutto l’anno e due stagioni scandite dal ritmo e dall’intensità delle piogge.

Quando visitare la Repubblica Dominicana

Altos de Chavon

È, quindi, preferibile prestare attenzione ai mesi scelti per il proprio soggiorno. Ovviamente sconsigliata la stagione delle piogge, caratterizzata da frequenti temporali ed uragani.
Le piogge iniziano a maggio e terminano a novembre, con condizioni meteo particolarmente pericolose tra agosto ed ottobre. 

I mesi ideali per raggiungere il Paese, quindi, vanno da dicembre ad aprile. Il ‘periodo buono’, però, riserva un clima molto caldo di giorno con un notevole calo della temperatura durante la notte, con necessità di una giacca o una felpa per le uscite serali.

OneMag-logo
Montserrat, le Piccole Antille dei Caraibi

Gli uragani

Per i cosiddetti cacciatori di uragani, invece, il periodo più proficuo per visitare la Repubblica Dominicana è proprio quello tra settembre e ottobre. In questi mesi, infatti, i fenomeni burrascosi che si formano al largo delle coste, con uragani e forti venti, sono spettacolari.

Per chi preferisce escursioni meno turbolente, invece, tra metà gennaio e fine marzo, è possibile effettuare il safari fotografico alla scoperta delle balene che raggiungono la Bahìa de Samanà per riprodursi.
Il periodo è ottimo anche per un’escursione al Parco la Caleta, nei dintorni di Santo Domingo, dove è possibile effettuare spettacolari immersioni tra relitti di imbarcazioni, colorati coralli e tantissimi pesci tropicali.

Per scegliere il proprio periodo di viaggio, a grandi linee, bisogna ricordare che nella parte settentrionale della Repubblica Dominicana, le piogge sono frequenti tutto l’anno, con una notevole diminuzione di intensità nei mesi di giugno, luglio, agosto e settembre. 

Nella parte meridionale del Paese, invece, il clima è migliore, generalmente più secco e con un basso tasso di precipitazioni. Il mare che circonda la Repubblica Dominicana ha acque calde tutto l’anno, mentre sui rilievi montuosi le temperature sono piuttosto rigide e richiedono abbigliamento adeguato per le escursioni.

Condividi su:

Like it? Share with your friends!

0