Quando andare a San Pietroburgo, guida pratica

Quando andare a San Pietroburgo, la seconda città della Russia nonché la 'Venezia degli Zar'. Il Clima di San Pietroburgo si presenta di tipo continentale, molto rigido in inverno ma piacevole in estate, complice la durata delle giornate leggermente più lunghe rispetto alla stagione freddo. In inverno, infatti, il sole è quasi del tutto inesistente a San Pietroburgo e le precipitazioni nevose sono molto abbondanti, tanto da rendere impossibile visitarla. Ecco la guida pratica sul clima di San Pietroburgo, Russia.2 min


Guida al meteo di San Pietroburgo

Quando andare a San Pietroburgo

Guida al meteo di San Pietroburgo

Scopri la guida completa su San Pietroburgo

icona-articoloSan Pietroburgo, imperdibile metropoli della Russia europea, è una località caratterizzata da un clima continentale molto rigido, spesso proibitivo nei mesi più freddi. La città è situata circa alla medesima latitudine di Helsinki e Tallinn, sulla sponda orientale del Golfo di Finlandia, ed è celebre per i suoi freddi inverni che ostacolano il turismo.

La città, infatti, complice la sua latitudine, è soggetta a giornate brevi e molto poco soleggiate. La situazione climatica varia parzialmente durante l’estate. Da fine maggio a inizio settembre, circa, la città si presenta più mite e con giornate più adatte a scoprire questa meravigliosa Venezia degli Zar

Nella stagione estiva sono frequenti le precipitazioni. Sebbene non siano, generalmente, abbondanti, è bene prestare attenzione alle piogge, poiché sono spesso improvvise. È sempre bene, in questi casi, pianificare le tappe giorno per giorno, verificando il meteo la sera precedente. 

Il periodo migliore per quando andare a San Pietroburgo è indubbiamente la stagione calda. Specialmente a luglio e agosto, le temperature medie massime toccano i 25°C, mentre le minime si assestano tra i 15° e i 17°C
Le temperature più miti sono una diretta conseguenza delle giornate più lunghe, che in estate permettono di avere maggiore probabilità di mostrarsi soleggiate.

Purtroppo, il meteo a San Pietroburgo è cattivo anche nelle mezze stagioni. Settembre e ottobre sono mesi mediamente nuvolosi e molto piovosi, mentre a novembre le precipitazioni nevose diventano comuni. Da evitare assolutamente dicembre e gennaio, sono i mesi più ostili: molti centimetri di neve, temperature rigidissime e sole del tutto inesistente. 

Anche in primavera il clima di San Pietroburgo è abbastanza rigido, soprattutto imprevedibile. Aprile e maggio sono i due mesi più secchi, ma altrettanto sono quelli che in media presentano le precipitazioni più violente e improvvise. Le nevicate diminuiscono a partire da metà aprile, sino a cessare completamente verso la fine di maggio.

Le Notti Bianche a San Pietroburgo

Cosa vedere a San PietroburgoIl fenomeno meteorologico che caratterizza tutte le località che si trovano a elevate latitudine può essere osservato anche nelle capitali scandinave. Le Notti Bianche a San Pietroburgo si manifestano dalla fine maggio fino all’inizio di luglio coprendo così quasi 50 giorni dell’anno. Il 21 giugno la presenza di luce solare raggiunge circa 18 ore e la città prende vita con diverse migliaia di persone che si riversano sulle strade per ammirare il fenomeno.
San Pietroburgo è la sola metropoli al mondo in cui tale fenomeno si manifesta ogni estate.


 


Like it? Share with your friends!