Visuale aerea su Poschiavo, Svizzera

Poschiavo, Grigioni | Cosa vedere a Poschiavo, in Svizzera


Condividi su:

Cosa vedere a Poschiavo

Leggi tutti gli articoli della Svizzera
Mappa di Poschiavo, in Svizzera
Mappa di Poschiavo, in Svizzera

Icona articolo onemagNella punta meridionale dei Grigioni si sviluppa la pittoresca Val Poschiavo, dominata dall’omonima cittadina di Poschiavo. Suggestivo centro abitato inserito in una vasta regione attraversata dal Bernina Express, il famoso “Trenino Rosso” eletto Patrimonio dell’Umanità UNESCO per l’eccellente servizio panoramico che offre ai turisti. A seguito dell’inaugurazione della Ferrovia del Bernina nel 1910 l’intero territorio di Poschiavo è riuscito ad uscire dall’anonimato, attirando turisti da tutto il mondo. Inoltre, Poschiavo è situata a breve distanza da Tirano, importante cittadina turistica della Valtellina.

 

Cenni storici

Splendida vista panoramica della città di Poschiavo nella valle con le Alpi svizzere sullo sfondoPoschiavo è senza dubbio la più importante gioiello di questo comprensorio. Caratterizzata da un nucleo urbano assai grazioso, di chiara ispirazione italiana, data l’estrema vicinanza all’Italia e ricco di eleganti residenze dai caratteristici tetti in lastre di pietra, architettura collegabile alle vecchie tecniche costruttive intercorse fra XVI e XIX secolo.

Il centro storico risente le influenze dei Romani che hanno colonizzato queste zone prima dell’arrivo dei Longobardi, con una contaminazione saracena che arrivò fra il 900 e il 1000, poteri abbaziali e vescovili. L’occupazione napoleonica rivoluzionò tutti gli equilibri sociali e politici, sicché a metà ‘800 Poschiavo si separò ufficialmente e definitivamente da Brusio godendo di piena autonomia comunale e dell’inscrizione nel circuito de I borghi più belli della Svizzera dal 2016.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Cosa vedere a Coira

Cosa vedere a Poschiavo

Poschiavo è una cittadina prestigiosa e ricca di luoghi di interessi.
Il nostro itinerario parte dalla Piazza da Cumün, su cui si affaccia la pregevole Collegiata di San Vittore Mauro, incredibile opera architettonica che unisce lo stile tardo gotico con il romanico che caratterizza l’alto campanile adiacente. Accedendo nell’edificio si possono ammirare una serie di dipinti murali davvero eccellenti, raffiguranti la Madonna, il Cristo Benedicente San Vittore.

Affacciato a sud si trova l’Oratorio di Sant’Anna, struttura facilmente riconoscibile per le sue tre cupole ad altezza graduale e la navata quadrata. Anche questo pregevole edificio conta numerosi affreschi e statue di alto livello: Maria VergineSanta Caterina da Siena San Domenico di Guzman. Altro luogo di grande interesse nel centro di Poschiavo è la Chiesa di Santa Maria Assunta che si eleva su un terrazzo artificiale, con un elegante campanile, due cappelle laterali e un’ambiente interno a unica navata.

Prossima tappa nel nostro itinerario è presso il Palazzo Comunale facilmente riconoscibile per via della torre difensiva dotata di campana. Questo palazzo signorile fu, in passato, sede degli Olgiati e dei Von Matsch, e teatro di processi alle presunte eretiche. Risalente al Seicento è il Palazzo Mengotti, intitolato al Podestà che se ne appropriò dopo la famiglia Bassi, questi proprietari per tre cenni.

Completano la ricca offerta turistica i Palazzo Matossi Palazzo Dorizzi. Descritti come tra i più interessanti palazzi di Poschiavo, questi competono con il cosiddetto Albergo della Posta, arricchito dalla bella Sala delle Sibille. Nel pittoresco Quartiere Spagnolo, così denominato in onore agli autori degli edifici, i quali emigrarono tutti in Spagna avendo successo in qualità di pasticceri. Ultima, importante, attrazione è la Via d’i palazz, complesso creato dall’agglomerazione di case costruite da emigrati in Europa.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Andeer, le terme del villaggio delle Alpi Svizzere

 Il Lago di Poschiavo e i dintorni

Panorama aereo sulla valle di Poschiavo
Panorama aereo sulla valle di Poschiavo

Nella sponda meridionale di Poschiavo, a circa a 2-3 chilometri dal centro storico, si sviluppa il bel Lago Naturale di Poschiavo. Si tratta di un lago di frana, scesa alla fine dell’ultima glaciazione dai fianchi del Monte Giümelin. Il lago è perlopiù noto per offrire incredibili panorami spettacolari. Questo lago conversa oltre 120 milioni di metri cubi di acque completamente incontaminate, in parte utilizzate per la produzione di energia idroelettrica.

Poschiavo si può considerare un punto di riferimento naturalistico di straordinario impatto turistico. Il territorio su cui sorge Poschiavo è delimitato da fantastiche aree come la Val di Campo e i suoi laghi montani. Il lago Saoseo, un’altro bacino d’acqua presente in questa area, si circonda di boschi di larici, cembri e pascoli alpini visitabili sia a piedi che in mountain bike. Così facendo di può arrivare agli alpeggi (come quelli all’Alpe Selva) o al Giardino dei Ghiacciai di Cavaglia, disseminato di testimonianze riferibili all’ultima grande glaciazione, le Marmitte dei Giganti.

Immancabile, ovviamente, la Ferrovia del Bernina, specifico tratto della Ferrovia retica che collega St. Moritz a Tirano presentandosi come la più alta trasversale ferroviaria alpina a elevatissima pendenza colmata senza cremagliera. Per ammirare di una vista emozionante potete raggiungere l’Alp Grüm, affacciata a 2.091 metri di altitudine sul Passo del Bernina e il Piz Palü.


 

Condividi su: