Porto Flavia, Sardegna | La scenografica ex miniera nel Sud Sardegna

Porto Flavia, Sardegna | La scenografica ex miniera nel Sud Sardegna


Condividi su:

Cosa vedere a Porto Flavia

Leggi tutti gli articoli della provincia di Sud Sardegna
Mappa di Porto Flavia, Sardegna
Mappa di Porto Flavia, Sardegna

Icona articolo onemagPorto Flavia è una piccola località appartenente al comune di Iglesias, gemma del Sud Sardegna. A detta di molti, Porto Flavia è una delle meraviglie assolute della Sardegna: un’imponente monumento di archeologia industriale che svetta incastonata dentro pareti rocciose a strapiombo sul mare. Da qua il panorama spazia sulle mille tonalità di blu del pittoresco mare di Masua, offrendo in lontananza una diretta vista sull’incredibile Faraglioni di Zucchero, monumento naturale che si innalza per ben 133 metri.

Cenni storici

Panorama su Porto Flavia, SardegnaL’area di Porto Flavia è una nota zona mineraria. La miniera di Porto Flavia rappresenta un’eccellente capolavoro di ingegneria industriale, che migliorò di gran lunga le condizioni lavorative dei minatori, riducendo anche i tempi e i costi per il trasporto dei minerali. Per comprendere al meglio la netta differenza nel lavoro per i minatori, bisogna prima conoscere il passato.

Infatti, i minatori per trasportare i minerali, originariamente erano costretti a caricarli, manualmente, a bordo di piccole imbarcazioni a vela, le cosiddette bilancelle, trasportandole fino al porto di Carloforte, da cui le navi esportavano in tutto il mondo. Dall’inaugurazione di Porto Flavia, nel 1924, la situazione cambiò radicalmente.

I minerali provenienti da Masua, e dalle corrispettive vicine miniera, venivano caricati e trasportati attraverso una ferrovia a scartamento ridotto, che si addentrava nella falesia. Da qua, i minerali venivano scaricati per essere deposti nei vagoni, che li portavano fino ai grandi silos da 1000 tonnellate.

Un articolato sistema di nastri trasportatori, realizzato in una lunga galleria proprio sotto ai silos, consentì poi di trasferire i minerali direttamente nelle stive delle grandi navi, che attraccavano in prossimità del promontorio su cui sorge Porto Flavia. Il nome di Porto Flavia fu assegnato dall’ingegnere Cesare Vecelli, autore dell’ambiziosa opera, che volle intitolare l’opera con il nome della propria figlia. Porto Flavia, assieme al suo sofisticato impianto di trasporto merci, è rimasto attivo fino agli anni ’60 dello scorso secolo.

OneMag-logo
Link-uscita icona Iglesias, la città storica del Sud Ovest della Sardegna

Il tour a Porto Flavia

Il tour a Porto FlaviaDurante la visita guidata di Porto Flavia si segue la galleria superiore, fino a giungere nella suggestiva terrazza panoramica, dove la visuale è davvero mozzafiato. Il tour a Porto Flavia può essere prenotato esclusivamente sul ⇒ sito ufficiale del comune di Iglesias, da cui si può anche acquistare i biglietti per tutte le miniere della zona. In alternativa, è presente una biglietteria fisica presso l’Ufficio del Turismo in Piazza Municipio. Una volta acquistato il biglietto, quest’ultimo verrà stampato con indicato l’orario prescelto.

È consigliato recarsi con un discreto anticipo a Porto Flavia, almeno una ventina di minuti prima dell’orario prescelto. Fare molta attenzione, poiché una volta che il tour, che dura un’oretta circa, sarà partito automaticamente non si avrà diritto né alla visita, né al rimborso. Ultima indicazione, molto importante, il sito è regolarmente accessibile anche ai disabili con difficoltà motoria, ma è opportuno avere con sé il proprio accompagnatore.


 

Condividi su: