Cosa vedere a Polignano a Mare

Polignano a Mare, Bari | Cosa vedere a Polignano a Mare


Condividi su:

Cosa vedere a Polignano a Mare, Bari

Tutti gli articoli della provincia di Bari
Cosa vedere a Polignano a mare, mappa
© YandexMaps

Icona articolo

Nella provincia di Bari, in Puglia, troviamo Polignano a Mare, una piccola cittadina protesa verso l’Adriatico. La località ha un tratto costiero tra i più belli della intera costa adriatica con al suo interno strade e calette che rendono indimenticabile una qualsiasi giornata trascorsa al suo interno. Il suo centro città, dal ricordo medievale lo rende una meta da visitare anche nei periodi invernali, grazie anche alla vicinanza con altri meravigliosi borghi come Alberobello o come escursione da Bari da cui dista meno di mezzora.

Siamo in una delle località da non perdere assolutamente nel Sud Italia. La sua notorietà attira in estate migliaia di turisti ogni giorno rendendola particolarmente affollata. Per il resto, Polignano a Mare è una destinazione perfetta e sempreverde, ricca di locali, ristoranti e hotel di vario genere. Poco meno di 18.000 sono i suoi abitanti, numero che cresce a dismisura durante il periodo estivo quando viene presa d’assalto dai tanti turisti e anche dagli abitanti del capoluogo che lo possono raggiungere in treno in meno di 20 minuti di viaggio. Visitare Polignano a Mare significa fare un viaggio nel folclore tipico dell’Italia, tra i profumi del cibo, i panorami mozzafiato e le tradizioni secolari.
Scopriamo insieme cosa vedere a Polignano a Mare, in provincia di Bari.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona Alberobello: la città dei trulli è tra le più belle del mondo

Cenni storici

Cosa vedere a Polignano a Mare, centro urbanoPolignano a Mare vanta origini molto antiche. Come per molte aree dell’area meridionale della provincia di Bari, anche nei dintorni di Polignano sono stati rinvenuti una serie di tracce umane risalenti al neolitico. Una prima forma di villaggio nacque nell’Età del Bronzo. Grazie alla favorevole posizione, gli Iapigi predilessero il sito di Polignano per gli approdi, attirando cosi mercanti corinzi e attici che popolarono il sito. Il primo vero e proprio centro urbano risale all’epoca della Magna Grecia. Secondo vari studi, l’antica città di Neapolis fu una delle due colonie che diresse la fondazione di varie città lungo la costa adriatica dell’Italia meridionale.

Nel III secolo a.C., Polignano divenne una delle città più importanti a livello strategico per le opere militari e per i commerci. Si stabilirono rotte e scambi con Taranto, che all’epoca fu una delle più importanti città del Sud Italia.  Dopo il florido periodo dell’Impero Romano, Polignano fu governata dapprima dai bizantini nel VI secolo, poi dai normanni, che l’amministrarono fino alla fine del XII secolo. In epoca angioina la città vide un notevole sviluppo in termini commerciali, tanto da divenire interessante anche per i mercanti veneziani. Furono proprio poi i veneziani a governarla per 20 anni, dopo l’assedio di Monopoli, avvenuto nel Cinquecento.

Da Venezia la città passa al dominio della Corona d’Aragona. Tale era la sua bellezza che perfino i reali aragonesi la scelsero come destinazione vacanziera. Arrivarono poi le truppe napoleoniche e il sistema feudale venne abolito, il territorio venne amministrato dal Regno delle Due Sicilie sino all’Unità d’Italia, evento da cui la città iniziò la sua rapida ascesa nel turismo di massa.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona Cosa vedere nella città dei due mari, benvenuti a Taranto

Cosa vedere a Polignano a Mare

Cosa vedere a Polignano a Mare, Lama MonachilePolignano a Mare, quanto sei bella! La città è incantevole, colorata, affascinante e senz’altro imperdibile anche per le lunghe vacanze estive, senza che abbia da invidiare niente a molte altre località pugliesi. Tra le cose da vedere a Polignano a Mare è imperdibile uno dei suoi simboli che la definiscono località balneare di eccellenza, la spiaggia di Lama Monachile.

Siamo di fronte a due pareti di roccia che, cadendo a strapiombo nell’acqua, creano una insenatura oggi meta di tanti turisti che cercano una pausa balneare.  In passato Lama Monachile era invece il punto di approdo delle navi che qua attraccavano per le tante attività commerciali legate non solo alla cittadina ma a tutto il territorio. Nei dintorni della costa di Polignano a Mare meritano una visita le grotte marine formatesi dall’erosione del mare e del vento. Sono oltre 70 le grotte marine e le potrete visitare partecipando a uno dei tanti tour che nel periodo estivo vengono organizzati e che permettono anche un tuffo nelle acque adiacenti.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Uno dei più importanti siti speleologici, scopriamo le Grotte di Castellana

Il centro storico di Polignano

Cosa vedere a Polignano a Mare, Piazza Vittorio Emanuele II
Polignano a Mare, Piazza Vittorio Emanuele II

Il centro storico racchiude in poche vie tutti gli elementi caratteristici della Puglia, un miscuglio di culture, tradizioni ed epoche differenti, presentate in un tutt’uno dalla bellezza ineguagliabile. La cittadina è divisa in due zone differenti, la zona più moderna e il nucleo storico, la parte più suggestiva e caratterizzata da numerose abitazioni di colore bianco e con una scogliera a picco sul mare. Sono i colori che spesso troviamo alle finestre che regalano un contrasto unico mentre le strade lastricate si mescolano con i suggestivi panorami, che spaziano sul Mar Adriatico e sull’entroterra rigoglioso.

 

Chiesa Matrice Santa Maria Assunta in Cielo

Cosa vedere a Polignano a Mare, Cattedrale

La Chiesa Matrice Santa Maria Assunta in Cielo è la Cattedrale di Polignano a Mare, riconoscibile per il suo stile architettonico semplice con due statue ai lati, quelle di Sant’Antonio da Padova e di San Marco. Il Duomo di Polignano risale al XVI secolo, costruito su una precedente chiesa realizzata durante il dominio normanno. Al suo interno la chiesa è composta da tre navate e si distingue per la sua preziosa custodia lignea e per la sua inclinazione artistica.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Visitiamo la città delle ceramiche, ecco Grottaglie

Torre dell’Orologio

Cosa vedere a Polignano a Mare, Torre dell'Orologio

In Piazza Vittorio Emanuele II, proprio a fianco alla Cattedrale, troviamo un’altra delle cose da vedere a Polignano, il Palazzo dell’Orologio. Noto anche come Torre dell’Orologio, questa un tempo era la sede dell’Università e nel suo passato si ricorda come era caratterizzato da un orologio solare. Nel XIX secolo venne sostituito con un sistema a funi e cui lancette vengono ancora oggi caricate da un’anziana donna del paese, la proprietaria dell’edificio. Osservate la nicchia posta giusto sopra l’orologio: contiene al suo interno la statua di San Vito, il santo patrono della città.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Una passeggiata al lago di Varano, il più esteso lago del Sud Italia

Uno dei simboli della città è il monumento di Domenico Modugno, con tutta probabilità uno dei più grandi cantautori italiani della storia, autore de “Nel blu dipinto di blu”.

Polignano a Mare: Monumento a Domenico Modugno

Il musicista nacque infatti a Polignano a Mare il 9 Gennaio 1928. La sua città natale lo ringraziò erigendogli una statua, cosi da essere eternamente ricordato lungo le strade di questo splendido borgo.

Ultimo aggiornamento 1 Agosto 2021


 

Condividi su: