Piazza Walther di Bolzano, la più importante piazza della città


Cosa vedere in Piazza Walther, Bolzano
Condividi su:

Piazza Walther
Bolzano

Leggi tutti gli articoli dell’Alto Adige

Icona articolo onemag Non molto distante dalla stazione ferroviaria, nel cuore di Bolzano, si trova uno dei luoghi storici di maggior rilievo del capoluogo altoatesino. Piazza Walther è la più importante piazza di Bolzano, un punto di riferimento storico e urbano che da secoli rappresenta il centro storico cittadino. È la più frequente fermata degli autobus di linea, sede del Duomo di Bolzano e di diversi edifici storici in pieno stile mitteleuropeo.

 

Cenni storici

La Waltherplatz è stata fortemente voluta nei primi anni del XIX secolo dal re di Baviera Massimilano Giuseppe I. Il Comune di Bolzano si mostrò interessato all'acquisto di un vigneto di proprietà del re, il quale acconsentì la vendita, per tremila Gulden, a patto che però vi si costruisse la piazza da lui desiderata. I lavori si svolsero nel 1808 e all'inaugurazione la piazza venne intitolata al re, Maximilianplatz.

Seguirono altri diversi nomi, come Johannesplatz, intitolata all'arciduca d'Austria Giovanni d’Asburgo Lorena. Nel 1889 fu eretto il simbolico monumento al più famoso poeta in medio alto-tedesco, Walther von der Vogelweide, a cui nel 1901 gli fu poi dedicata la piazza stessa. Con l'annessione dell'Alto Adige all'Italia la piazza cambiò nuovamente nome, intitolandosi a Re Vittorio Emanuele III. Alla fine, a metà XX secolo, riprese il suo storico nome: Waltherplatz, Piazza Walther.

 

Lago di Ledro: il lago Patrimonio UNESCO nel Trentino
Cosa vedere al Lago di Ledro, in Trentino Alto Adige, uno dei più limpidi e importanti laghi della regione, insignito dal 2011 come Patrimonio UNESCO...

Cosa vedere in Piazza Walther

Veduta su Piazza Walther di BolzanoAll'inizio era solo una vasta superficie in terra battuta, attorno alla quale crebbero ben presto soprattutto alberghi, accanto all'Hotel Grifone - Greif, erede dell'antica locanda "Zum Schwarzen Greif" risalente al XVI secolo, in coincidenza con il boom di un turismo d'elite soprattutto dalla corte di Vienna.

Un luogo di ritrovo e di relax per i cittadini ed i primi turisti che scoprivano le bellezze ed il mite clima di una città che aveva conservato pressochè intatta la sua struttura medievale.

Oggi Piazza Walther è un luogo d’incontro per giovani e vecchi, sia per andare insieme in centro città, ma anche per prendere un buon cappuccino al sole oppure per partecipare a qualche manifestazione. Piazza Walther non ospita solamente il Mercatino di Natale durante il periodo natalizio, ma qui in primavera ha luogo anche la Festa dei Fiori.

Sul lato ovest della piazza si affaccia il settecentesco Palazzo Campofranco, il cui cortile interno ospita la parte più suggestiva del Mercatino di Natale. D'estate, le serate sono animate dal bar all'aperto, con accoglienti tavoli e poltroncine. Sul lato nord l'Hotel Città (del 1913) invita nella bella stagione a bere un aperitivo o un caffè seduti ai tavolini all'aperto, ascoltando musica dal vivo. Sul lato est sorge lo storico Hotel Grifone, famoso per le stanze arredate da artisti contemporanei internazionali. All'angolo di Viale della Stazione, l'edificio che ospita l'Azienda di Soggiorno e Turismo è opera degli anni '80 dell'Ottocento di Josef Irschara.

 

Continua a scoprire l'Alto Adige


 

Condividi su: