Perchè in Svizzera si parlano 4 lingue?

Perchè in Svizzera si parlano 4 lingue? E' una domanda che molti stranieri spesso si pongono, considerando anomalo il fatto che a pochi km di distanza, o addirittura nella stessa città, si possano parlare più lingue contemporaneamente e tutti ufficiali. La ragione del perchè in Svizzera non esista una vera e propria lingua ufficiale parlata ovunque, è da ricercarsi nella storia. Scopriamo, quindi, il perchè in Svizzera si parlano 4 lingue.

La Svizzera e le sue 4 lingue ufficiali

icona-articoloLa Svizzera, è risaputo, ha ben 4 lingue ufficiali. Ma perchè si parlano 4 lingue e non si è mai pensato di utilizzare una lingua svizzera unica? Non è infatti proprio la lingua ad unificare un paese e, sopratutto, a creare quella che comunemente conosciamo come identità nazionale?

Basta pensare a  Spagna e Catalogna, per esempio. Nonostante i vari tentativi di staccarsi dal governo centrale spagnolo, la lingua ufficiale rimane lo spagnolo. Certo localmente rimane attiva la volontà di parlare il catalano ma di fatto la lingua che viene insegnata a scuola è lo spagnolo.
Ma non solo. Il nostro Alto Adige è il Sud Tirol per gli abitanti e la doppia lingua è di fatto applicata. Anche qua però siamo in un contesto differente, entrambi le lingue vengono di fatto comprese e abitualmente parlate.

La confederazione elvetica

Le lingue ufficiali della Svizzera

Ma quindi quale lingua si parla in Svizzera?
Nella Confederazione Elvetica si è semplicemente scelto di collaborare fra Cantoni. La Svizzera viene definita infatti una ‘nazione della volontà‘.
I 26 cantoni hanno accettato di unirsi per uno scopo comune, questa scelta ha permesso di ottenere la denominazione di Confederazione, differente rispetto all’idea di nazione.
La storia infatti racconta che ognuno di questi cantoni erano sovrani con i propri confini, il proprio esercito e la propria lingua.

OneMag-logo
Bad RagazArt, l’arte come si dice a Bad Ragaz


La Repubblica Elvetica

Berna, Palazzo Federale
Il Palazzo Federale di Berna

In passato c’è stato, a dire il vero, un tentativo di unione. Siamo alla fine del 1700 quando sorse la Repubblica Elvetica. Duro pochi anni, nel 1803 si sciolse e tutto tornò esattamente, o quasi, come oggi.

Da questa data non vi è mai stato un governo centralizzato, questo permise ai cantoni di mantenere un livello di controllo importante su tutto. La lingua entrava proprio tra questi diritti acquisiti. Per non creare contrasti ufficiali è libertà di ogni cantone decidere la propria lingua ufficiale.

OneMag-logo
Svizzera, presto aperto il parco interamente dedicato agli orsi

Le lingue parlate in Svizzera

Le lingue ufficiali della Svizzera

Naturalmente le lingue parlate risentono dell’influenza dei paesi confinanti.
Tuttavia non sono poche le eccezioni.

Nel Canton Grigioni, ad esempio, la lingua ufficiale è il romancio ma anche il tedesco e l’italiano lo sono.
Nel Vallese, nel Canton Berna e nel Canton Friburgo si parla ufficialmente sia francese che tedesco.
A volte basta davvero poche centinaia di metri per vedere i cartelli trasformarsi dal francese al tedesco e viceversa.

OneMag-logo
Stein am Rhein, il borgo svizzero nel Canton Sciaffusa

Ogni cantone è davvero uguale all’altro?

Questo non significa che poi realmente ogni Cantone si senta davvero parificato all’altro.

In Ticino l’influenza tedesca è da sempre motivo di inferiorità e non è poi così distante sentire parlare di Berna allo stesso modo che un milanese nei confronti di Roma.
Ma oltre ad una mera differenza linguistica vi è proprio anche una linea di demarcazione tra le mentalità degli Svizzeri tedeschi e romandi. Anche in questo caso assistiamo ad un conflitto tra la maggioranza tedesca e la minoranza francofona del Paese.

potrebbe interessarti:
Museo Nazionale di Zurigo, viaggio nella storia della Svizzera

Röstigraben e Polentagraben

Probabilmente potreste aver sentito il termine Röstigraben, la cui traduzione è ‘il fossato del rösti’. Questa terminologia rappresenta proprio la differenza di cui parlavamo sopra.

Esiste anche ideologicamente questa linea di demarcazione ed è rappresentato dal fiume Sarina che attraversa il Canton Friburgo.
Meno noto forse ma a volta in un uso anche il termine Polentagrabenil fossato della polenta, che invece delinea la differenza tra la Svizzera tedesca e quella Italiana.

Scopri di più:

Basilea, la capitale culturale della Svizzera
Blausee, il lago blu intenso del Canton Berna

 

Condividi su: