Pechersk, il quartiere storico di Kiev

Pechersk, il quartiere storico di Kiev


Condividi su:

Pechersk,
il quartiere più celebre di Kiev

Tutti gli articoli dell’Ucraina
Pechersk, mappa
© Apple Maps

icona-articoloNel centro storico della capitale ucraina, lungo il fiume Dnipro, è situato il quartiere di Pechersk. Da secoli è il cuore pulsante della città, sede di cinque fermate metropolitane e dello Stadio Olimpico. Siamo anche in uno dei quartieri considerati sacri di Kiev, facilmente comprensibile dal grande numero di fedeli ortodossi che prima di recarsi in chiesa attraversano i grandi viali che costeggiano il fiume oppure che si rilassano in uno dei tanti parchi.

Nel quartiere di Pechersk si può osservare in lontananza il Kyevo Pečers’ka Lavra, il monastero delle grotte, antico edificio fondato nel 1051, nonché anche uno dei più sfarzosi della città. Il Monastero si trova sul monte Berestov ed è meta di pellegrinaggio.

 

Cosa vedere a Pechersk,
lo storico quartiere di Kiev

Pecherska Lavra (Monastero delle Grotte)

Pecherska LavraSono migliaia i pellegrini ortodossi che ogni anno affollano il Pecherska Lavra, l’antico monastero situato su una collina al bordo del fiume Dnipro. L’immenso complesso ecclesiastico rappresenta uno dei simboli per eccellenza di Kiev, una struttura maestosa caratterizzata da un’architettura sfarzosa e ricca di dettagli.

La sua fondazione risale al 1051, successivamente all’adozione del cristianesimo ortodosso come religione ufficiale dell’attuale territorio ucraino. In breve tempo sono state scavate una serie di catacombe, dove i monaci hanno pregato, studiato e vissuto. Spesso i fedeli richiedevano di essere tumulati dopo la morte nelle cripte all’interno delle grotte per essere mummificati senza imbalsamazione grazie all’ambiente fresco e secco.

Dopo la sua costruzione il Pecherska Lavra divenne uno dei centro di studi tra i più importanti del paese.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Odessa, visitiamo la quarta città Ucraina

Rodina Mat

Pechersk, Rodina MatIl Rodina Mat, il Monumento della Madre Patria, con la sua imponente dimensione pari a 102 metri di altezza è a dir poco spettacolare. Situato nel Parco di Navodnitsky, a sud del quartiere, il monumento raffigura una donna con scudo e che innalza la grande spada. Inaugurato dal leader sovietico Leonid Brezhnev nel 1981, è stato il secondo, ed ultimo monumento dell’Unione Sovietica in Ucraina.

La sua visita all’interno può risultare abbastanza complicato visto che il museo può ospitare unicamente 2 visitatori per volta. Le lunghe file che affollano il monumento hanno reso necessario la costruzione della seconda struttura, situata a circa 35 metri d’altezza e servita da un’ascensore. Da osservare anche le reliquie dell’era comunista poste nell’immediata vicinanza del monumento. Tra questi si fanno notare carri armati, elicotteri e cannoni antiaerei.

Il Rodina Mat è facilmente raggiungibile a piedi dal Lavra ed è ben servito con i mezzi pubblici.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Conosciamo Lutsk, la città storica dell’Ucraina

 Holodomor Victim’s Memorial

Quartiere Pechersk a Kiev, Holodomor Victim's Memorial

Situato  nel Vichnoy Slavy Park, il memoriale alle vittime della carestia che ha colpito l’Ucraina dal 1929 al 1933 causando milioni di morti è uno dei simboli della città di Kiev. Questo memoriale svolge un ruolo importante, promuovendo la consapevolezza della necessità di preservare lo stato ucraino.

Il progetto del ex-presidente Viktor Yushchenko, questo monumento museale illustra durante il percorso i danni indotti dalla politica di collettivizzazione di Stalin nel 1932-33.

Ultimo aggiornamento 22 giugno 2021


 

Condividi su: