Passavia, la pittoresca cittadina dei tre fiumi

Passavia, la pittoresca cittadina dei tre fiumi conosciuta per essere la partenza della pista ciclabile Passavia-Vienna e per i suoi edifici storici, come il Duomo di Santo Stefano. Visitare Passavia significa entrare a contatto con una cittadina nota anticamente per i suoi commerci del sale di Boemia, per il suo Museo del Vetro e per il Castello Veste Oberhaus. Ecco cosa vedere a Passavia, la città dove confluiscono il Danubio, l'Inn e l'Ilz.

Guida turistica di Passavia,
la città attraversata da tre fiumi

 

icona-articolo

Non di certo fra le località più note della Germania, Passavia è tuttavia una città unica nel mondo. Qui infatti confluiscono tre fiumi, il Danubio, l’Inn e l’Ilz, che hanno delineato sia l’aspetto economico che quello urbanistico.
La città vecchia, l’Altstadt, è infatti posta sulla cima di una stretta penisola i cui dintorni sono proprio caratterizzati dalla presenza delle acque.
Furono proprio i fiumi a portare enormi benefici alla città di Passavia, vista l’importanza come centro commerciale vissuto per diversi secoli.
Il più fiorente commercio era quello del sale della Boemia, un vero patrimonio per tutta l’Europa centrale del passato.

Ma Passavia è anche una graziosa meta turistica in special modo per il traffico derivante dai vaporetti che navigano proprio i tre fiumi, prima che questi si uniscano per proseguire insieme in una unica nuova direzione.
Con i suoi poco più di 50.000 abitanti, Passavia è una città a misura d’uomo, con una vivace vita culturale e tanto spazio alla musica.
La città ha vissuto, durante il cristianesimo, un enorme prestigio derivato dall’essere proclamata il più grande vescovato del Sacro Romano Impero.
Tra gli eventi rilevanti ricordiamo come l’attuale città sia stata quasi completamente ricostruita dopo un devastante incendio che nel 1662 la rase quasi completamente al suolo.
La sua Altstadt è una meraviglia da non perdere, grazie a vicoli ricche di archi ma sopratutto per il suo Duomo, la cui progettazione la si deve all’architetto italiano Carlo Lurago.
Al contrario la zona più estrema, quella che ruota intorno alla Nibelungenplatz, si presenta ai visitatori moderna e ricca di piste ciclabili da cui partire alla scoperta dell’intera Baviera.

potrebbe anche interessarti
Norimberga, uno scorcio di Germania da scoprire

Cosa vedere a Passavia

  • La Cattedrale di Santo Stefano: Prima dell’incendio del 1662 qui sorgeva una chiesa che, dopo essere stata distrutta, venne ricostruita grazie al sapiente lavoro dell’architetto Carlo Lurago e all’altrettanto italiano maestro di stucchi Giovanni Battista Carlone.
    Quello che oggi possiamo ammirare è un meraviglioso edificio al cui interno trova sede il più grande organo d’Europa in quello che è definito uno tra gli edifici con la migliore acustica del mondo.
    Per sentirlo in funzione recatevi, con largo anticipo, ogni mezzogiorno da maggio ad ottobre e durante il periodo natalizio.
  • Altes Rathaus: Il vecchio municipio è a tutti gli effetti il principale edificio di Passavia. Posto naturalmente nell’Altstad, il rathaus è tra le cose da vedere a Passavia proprio per la sua importanza storica e culturale. Costruito in stile veneziano, la sua data di costruzione risale al 1405. Da non perdere la magnifica torre alta 38 metri in cui è possibile ammirare le varie sale a cui si può accedere mediante una scala gotica costruita nel 1446.
  • Veste Oberhaus: E’ una fortezza costruita a scopo difensivo nel XIII secolo per volere degli allora vescovi di Passavia. Da non perdere sopratutto la magnifica vista che dalla cima è possibile osservare, non solo della città ma anche della vicina Austria.
    Al suo interno ha sede l’Oberhausmuseum, il Museo di Storia che racconta come è stata costruita la Cattedrale e conoscere Passavia al tempo dei fiorenti commerci di sale.
  • Museo Moderner Kunst: E’ il Museo d’Arte moderna di Passavia costruito negli anni ’80 dal figlio di Georg Philipp Wörlen, l’artista cubista ed espressionista autore delle principali opere dell’istituto. Le opere temporanee invece sono generalmente allestite con realizzazioni di artisti tedeschi e da varie personalità legate al mondo dell’architettura.
  • Passauer Glasmuseum: Tra le cose da vedere a Passavia non possiamo dimenticarci del Museo del Vetro. Aperto da Neil Armstrong nel 1985, il museo ospita oltre 30.000 reperti di vetro europeo le cui origini sono anche di oltre 2 secoli.
    Ospitato in un edificio immenso, prendetevi il tempo necessario per ammirare con cura i vetri ed i cristalli esposti, che partono dal periodo barocco per attraversare il momento liberty, classico ed art déco.
    La grande maggioranza dei vetri esposti sono originari della vetreria della Boemia ma non è raro ammirare opere di Tiffany o di noti produttori austriaci.

La pista ciclabile di Passavia

Già citata in precedenza, Passavia è una delle mete note agli appassionati di due ruote. Qui ha infatti sede una delle piste ciclabili più importanti d’Europa, quella che collega la città con Vienna.
La ciclabile Passau-Vienna ha un percorso di oltre 300 km e attraversa tra le altre città anche Linz, oltre una serie di villaggi e cittadine la cui storia ci riporta nella storia della Baviera e dell’Austria.
Percorsa ogni anno da diverse decine di migliaia di ciclisti, il percorso completo è una sfida da sempre praticata dai più grandi appassionati di due ruote.
Se consideriamo coloro che ne percorrono solo una parte, infatti, il risultato sale a quasi un milione di ciclisti che prendono parte di questo incredibile percorso.
Il motivo di tanto successo è da ricercarsi, oltre che nel percorso vero e proprio, anche all’opera congiunta di Austria e Germania che, oltre a manutenerla costantemente, l’hanno valorizzata come importante attrazione turistica.
Il percorso è inoltre relativamente semplice, con un terreno asfaltato quasi interamente e con pochi dislivelli di modesta entità. Non stupisce quindi di vedere parecchi bimbi cimentarsi sul percorso, anche per percorrerlo solo per pochi km.

Scopri di più:

Cosa vedere a Monaco di Baviera
L’insolito museo dei viaggio nello spazio di Feucht, Baviera
Norimberga, uno scorcio di Germania da scoprire
Rothenburg ob der Tauber, il fascino medievale della Bavaria

 

Condividi su: