Parco Nazionale Ulu Temburong, Brunei | Escursione in oltre 50 mila ettari di foresta pluviale


Condividi su:

Parco Nazionale Ulu Temburong: l’angolo incontaminato del Brunei

Tutti gli articoli del Brunei
Parco Nazionale Ulu Temburong
© Apple Maps

Icona articolo onemag

Il parco nazionale di Ulu Temburong è una delle migliori attrazioni turistiche del Brunei, oltre che primo parco nazionale del paese, istituito nel 1991. Parliamo di un territorio di oltre 50.000 ettari di foresta pluviale incontaminata posta all’interno dell’omonimo distretto di Temburong. Al parco è possibile accedere unicamente tramite una serie di passerelle e di sentieri in un percorso di almeno un’ora da quello che è il varco di accesso del parco.

Per raggiungerlo occorre percorrere un viaggio in motoscafo da Bandar Seri Begawan fino a raggiungere la piccola città di Bangar, dopo aver percorso un tratto lungo il fiume del Brunei e il fiume Temburong. Da Bangar si procederà via terra fino a Batang Duri, dove ha inizio il parco. L’ultimo tratto prevede invece un giro in barca di poco meno di mezzora.

 

Tutto quello da sapere sul Parco Nazionale di Ulu Temburong

parco nazionale di Ulu Temburong, vedutaSiamo nell’estremo est del Brunei dove la parte meridionale del parco è prevalentemente montuosa con cime che raggiungono i 1800 metri di altitudine. La parte più settentrionale è invece prevalentemente pianeggiante. Il parco è circondato da tre altri distretti del Brunei e confinante con lo stato del Sarawak, in Malesia. Numerosi i fiumi che lo attraversano raggiungendo anche la zona costiera del paese.

La vegetazione è varia, considerando le ampie misure del parco. Lungo i fiumi saranno facilmente individuabili palme, felci e licheni mentre nelle foreste si troveranno le Asterolepis dipterocarpi, abbastanza comuni da trovare lungo l’intero territorio del Brunei. La fauna è invece composta da rettili, mammiferi e rettili, oltre ai tantissimi insetti e altrettanti uccelli. Se siete amanti del birdwatching qua sono individuabili numerose specie di uccelli anche difficili da trovare altrove. Altrettanto interessante è il patrimonio delle farfalle, oltre 400 specie di cui alcune decisamente rare.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona Cosa vedere in Malesia, guida completa

Alloggiare nel Parco Nazionale di Ulu Temburon

Parco Nazionale Ulu Tembruron, resort

Se volete alloggiare al suo interno è presente un’unico alloggio, l’Ulu Ulu Resort. L’alloggio ha unicamente 17 camere tra standard, superior e deluxe con anche una sala conferenze, un auditorium e ovviamente ristorante.

Tra le facilitazioni sono presenti anche una sala giochi e un negozio dove acquistare souvenir. Si consiglia di verificarne l’apertura: le ultime notizie lo riferiscono chiuso dal 30 giugno 2020.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona Le cinque isole più grandi del mondo

Come visitare il Parco Nazionale Ulu Temburong

Parco Nazionale Ulu Tembruron, tour

Il modo più indicato ai turisti occidentali per visitare (almeno la prima volta) il Parco Nazionale di Ulu Temburong è attraverso un tour guidato. Dati i grandi sforzi per la conservazione e tutela del territorio, gran parte del parco è accessibile solo a scienziati e specialisti. Esiste la possibilità di visitare in via autonoma il parco, ma è necessario richiedere con anticipo (anche abbastanza largo in certe circostanze) un apposito permesso speciale. Oltretutto, non è affatto semplice ottenere questo permesso, che viene riservato perlopiù a istituti di ricerca, scienziati o professionisti intenti a promuovere la riserva. Sostanzialmente, i “semplici” turisti che vogliono visitare il Parco Nazionale di Ulu Temburong per svago e divertimento devono affidarsi ai tour guidati autorizzati.

I tour sono disponibili in vari formati, da gite di un giorno a soggiorni di lunga durata nella struttura ricettiva dell’Ulu Ulu Resort. Il nostro consiglio è quello di trascorrere almeno una notte nel parco, qualora questo non influisca negativamente sul budget della vacanza: assistere all’alba in questa foresta è un’esperienza che difficilmente si dimenticherà. La maggior parte dei tour giornalieri iniziano alle 6:30, con ritorno in prima serata. I prezzi variano a seconda della compagnia e del pacchetto, ma bisogna preventivare di pagare circa 100€ a persona.

Le escursioni base (quelle più breve ed essenziali) offrono dalle 3 alle 5 ore di tour all’interno del Parco Nazionale di Ulu Temburong. Si snodano oltre sette chilometri di passerelle e ponti attorno alle aree accessibili, formando una fitta rete di sentieri facilmente percorribili e ben sicuri, soprattutto per chi ha difficoltà motorie e per i bimbi più piccoli. Nel parco sono presenti, a decine (se non centinaia), pannelli informativi dettagliati che riportano tutte le informazioni da sapere riguardo la flora e la fauna regionali.

La passeggiata a baldacchino si sviluppa a circa 50 metri sopra il suolo della foresta. I turisti più temerari risalgono le lunghe e ripide scalinate che giungono sino al baldacchino, esperienza certamente faticosa ma che una volta superata ricompenserà lo sforzo attraverso panorami davvero mozzafiato. Sono disponibili anche attività di altro genere, come la visita alle cascate, una sessione di nuoto negli stagni naturali ed escursione di trekking nella giungla.

A meno che non si paghi a caro prezzo un’escursione privata, la maggior parte dei tour prevede un minimo di due persone. Chi viaggia in solitaria deve organizzare la propria escursione quanto più tempo prima possibile, anche per aumentare le possibilità di trovare un altro visitatore con cui condividere il tour. Il Parco Nazionale di Ulu Temburong presenta un clima estremamente caldo, umido e appiccicoso. Bisogna assolutamente portarsi appresso quante più possibili bottigliette d’acqua, indossare il proprio paio scarpe più comode e si consiglia anche di portarsi un cambio di vestiti in una borsa impermeabile.


 

Condividi su: