Parco Nazionale del Vatnajökull in Islanda

Visitare il Vatnajökull National Park in Islanda grande quanto l'Umbria, l'agglomerato di ghiaccio più grande d'Europa. La calotta ha uno spessore medio di quasi 400 metri e raggiunge nel suo punto più alto i 1000 metri e si sviluppa fino a circa 2100 metri dal livello del mare. Il Parco Nazionale del Vatnajökull in Islanda è senza dubbio una delle attrazioni naturalistiche più interessanti del circolo polare artico. Ecco cosa vedere al Vatnajökull National Park.2 min


Parco Nazionale del Vatnajökull

 Visitare il Vatnajökull National Park in Islanda grande quanto l’Umbria

icona-articoloGrande quasi quanto  l’Umbria, circa 8100 chilometri quadrati, il Parco Nazionale del Vatnajökull, Vatnajökulsþjóðgarður in islandese, è la massa di ghiaccio più grande d’Europa e la quarte del mondo.

Ci troviamo nell’area sud-orientale dell’isola islandese, dove per quasi 1/10 dell’intero territorio nazionale è ricoperto da questo immenso ghiacciaio.
L’area oggi è adibita a Parco nazionale, che ingloba anche le aree dello Skaftafell e Jökulsárgljúfur.

Caratteristiche del Vatnajökull

Parco Nazionale del Vatnajökull

I numeri che caratterizzano le dimensioni del Vatnajökull sono davvero incredibili. La calotta ha uno spessore medio di quasi 400 metri e raggiunge nel suo punto più alto i 1000 metri e si sviluppa fino a circa 2100 metri dal livello del mare.

L’estensione totale del ghiacciaio è di poco inferiore alla Corsica, nonostante dal 1995 il volume totale sia in calo, dovuto soprattutto al riscaldamento globale.
Il Vatnajökull è entrato nella lista dei Guinness dei primati per essere l’oggetto dalla più ampia visibilità del mondo.
Se le condizioni atmosferiche, geologiche e meteorologiche sono favorevoli il ghiacciaio può essere intravisto dallo Slættaratindur, la montagna più alta delle Isole Fær Øer, distante 550 chilometri.

E non è tutto: nella storia del Vatnajökull vi è anche un po’ d’Italia.
L’esploratore italiano Michele Pontrandolfo ha effettuato quattro spedizioni nel ghiacciaio per la prima volta: 4 attraversate da 4 punti differenti del ghiacciaio.
Nel 2001 una spedizione organizzata da un gruppo di emiliani, al seguito della Guida Alpina Luigi Trippa, attraversarono il plateau da nord a sud, salendo dalla lingua glaciale Kverkjokull e scendendo dal lato opposto a Skaftafellsjokul.

OneMag-logo
Islanda, i luoghi da non perdere

Il Parco Nazionale

Parco Nazionale del Vatnajökull

Il ghiacciaio è stato istituito a Parco Nazionale solamente nel 2008. Precisamente quando le autorità crearono un gigantesco parco aderendo alla calotta di ghiaccio Vatnajökull con due parchi nazionali già istituiti: Skaftafell nel sud-est e Jökulsárgljúfur nel nord-est.

L’area protetta ha una misura complessiva di quasi 14.000 chilometri quadrati, coprendo il 14% dell’intera isola. Il parco non è solo spettacolare per la calotta di per se, ma anche per il territorio che la circonda.

I suoi confini sono tra i più biodiversi dell’Islanda, con centinaia di specie floreali ed altrettante faunistiche. Il parco nazionale è descrivibile come un grande puzzle di ghiacciai, fiumi, cascate ed attività vulcaniche e geotermiche.

Nel parco sono presenti numerose ed incredibili formazioni rocciose, sviluppate principalmente attorno al canyon di Ásbyrgi. Il paesaggio che può essere ammirato si avvicina al surreale: cascate brillanti come diamanti ed enormi crateri vulcanici.
Questo parco nazionale è anche uno dei più importanti centri di ricerca d’Europa. Le attività naturali sono infatti preziose per studi geologici, ecologici ed archeologici.


Like it? Share with your friends!