Palazzo Reale di Madrid, Spagna, visto dai giardini sabatini

Palazzo Reale di Madrid | Tutto quello da sapere sul Palacio Reale, Madrid


Condividi su:

Palazzo Reale: storia e cosa vedere nel più grande palazzo d’Europa da oltre tremila stanze

Leggi tutti gli articoli della Spagna
Palazzo Reale di Madrid, Spagna
Palazzo Reale di Madrid, Spagna

Icona articoloNel cuore di Madrid, poco distante da Plaza Mayor, si trova l’imponente Palazzo Reale di Madrid. Costruito nel XVIII secolo su volontà di re Filippo V, il Palacio Real sorge sul sito del preesistente Alcazar, grande maniero d’epoca islamica. I lavori di costruzione cominciarono nel 1738, vedendo la conclusione nel 1764. L’imponente struttura venne adibita a residenza reale dal regno di Carlo III fino a quello di Alfonso XIII. Seppur ancor ufficialmente insignita come tale, il Palacio Real oggi non è popolato dai monarchi spagnoli, che anzi vivono poco fuori città.

Cenni storici

Facendo un passo indietro nel tempo dobbiamo scoprire la ricca storia che caratterizza l’imponente residenza. Molto, molto tempo prima che Madrid divenisse la capitale della Spagna, ai tempi il territorio era governato dai musulmani. L’emiro Mohamed I fece costruire a Madrid, da loro chiamata Magerit, una fortezza che ebbe l’obiettivo di difendere Toledo dalla costante avanzata militare dei cristiani.

La struttura venne utilizzata occasionalmente dai re di Castiglia, fino a quando, nel XIV secolo, prese il nome di Antiguo Alcázar. Successivamente, Carlo I e il figlio Filippo II, resero tal fortezza una residenza permanente dei monarchi. Tuttavia, tempo dopo, nel 1734, un devastante incendio distrusse gran parte della struttura, rendendola del tutto inagibile. Indispensabile fu l’intervento di Filippo V che ordinò i lavori di costruzione così per come conosciamo oggi il palazzo.

Il lavoro venne originariamente commissionato a Filippo Juvara. Tuttavia, sarà un suo allievo, Juan Bautista Sacchetti, a prendere in mano il progetto per la sua conclusione, a seguito della morte di Juvara. Furono necessari ben diciassette anni dopo che – nel 1738, appunto – venne posata la prima pietra, per vedere il complesso completato in tutta la sua maestosità. I monarchi che nel tempo presero la carica, come Carlo IV o Fernando VII, contribuirono a migliorare, impreziosire e valorizzare ulteriormente l’edificio, attraverso decorazioni e nuove sale. Il progetto architettonico è inoltre ispirato agli schizzi realizzati dal Bernini dati per la costruzione del Louvre di Parigi.

 

OneMag-logo OneMag-logo
Link-uscita icona Cosa vedere a Madrid: attrazioni e luoghi d’interesse nella capitale della Spagna

Cosa vedere nel Palacio Real

Persone che entrano nel Palazzo Reale di MadridIl complesso, nel suo totale, conta ben tremila stanze. Si tratta del più grande palazzo residenziale d’Europa, perfino più grande della Reggia di Versailles. Nel Palacio Real di Madrid merita dare un occhio alla Escalera Principal, progettata da Sabatini per circa settanta gradini. Si aggiunge anche l’El Salón del Trono, di cui si riconosce per interesse artistico il suo soffitto dipinto.

E ancora, la famosa sala da ballo che Carlo III trasformò in Sala delle Guardie, l’originale El Salón de Alabarderos, e la Real Farmacia, dove si custodiscono decorazioni di elementi vegetali, flaconi della fabbrica de La Granja e perfino le ricette prescritte alla Famiglia Reale. Il tutto si completa con la Capilla Real, dentro cui si trova una ricca collezione di strumenti a corda fabbricata dal mitico Antonio Stradivari.

 

OneMag-logo OneMag-logo
Link-uscita icona Quartieri di Madrid | Guida ai quartieri della capitale spagnola

Real Armería

Nella Real Armería del Palacio Real si trova una delle collezioni più importanti del suo genere, composta da armi e armature datate dal XIII secolo e appartenute ai re spagnoli e ad altri componenti della Famiglia Reale. Nella galleria di pittura si mostrano in tutta la propria bellezza alcuni dei più importanti tesori artistici del Patrimonio Nazionale. Tra questi spiccano La Madonna con il bambino di Luis Morales, Salomè con la testa del Battista di Caravaggio e, ancora, varie opere firmate dai maestri Goya, Velázquez, Sorolla, Juan de Flandes e Federico Madrazo.

 

OneMag-logo OneMag-logo
Link-uscita icona Nightlife: i migliori locali notturni di Madrid

Cambio della Guardia Reale

Ultima, ma non per importanza, è la scenografica cerimonia del cambio della Guardia Reale. Nel giorno di mercoledì, esclusi nei mesi di luglio, agosto e settembre (o per il clima instabile e per qualche atto ufficiale), si tiene il Cambio della Guardia Reale. Inoltre, ogni primo mercoledì di ogni mese il rilievo solenne.


 

Condividi su: