Palazzo Ducale Mantova | Guida all’imponente palazzo mantovano

Guida turistica del Palazzo Ducale di Mantova, nel centro storico della città d'arte, a "Reggia dei Gonzaga", uno dei più importanti edifici storici del nostro paese. Sin dai primi anni del XIV secolo, il Palazzo Ducale era adibito a residenza ufficiale dell'alta aristocrazia mantovana, che altro non era la famiglia dei Gonzaga. Pronti a scoprire i tesori nascosti del Palazzo Ducale Mantova? Ecco il Palazzo Ducale di Mantova.2 min


Palazzo Ducale Mantova

Guida al Palazzo Ducale Mantova

Cosa vedere a Mantova

icona-articoloCi troviamo nel centro storico della città d’arte di Mantova, pronti per visitare una delle principali cose da vedere in città. Siamo di fronte alla “Reggia dei Gonzaga”, uno dei più importanti edifici storici del nostro paese nonché uno dei più datati: parliamo del pittoresco Palazzo Ducale.

Sin dai primi anni del XIV secolo, il Palazzo Ducale era adibito a residenza ufficiale dell’alta aristocrazia mantovana, che altro non era la famiglia dei Gonzaga. Qua alloggiavano i principali personaggi storici della città di Mantova e del medioevo italiano: signori, marchesi e duchi.
Per visitare l’intero complesso del Palazzo Ducale occorre pianificare un discreto numero di ore, essendo elevato il numero di ambienti che ricoprono un totale di 35 mila metri quadri.
Ecco il Palazzo Ducale Mantova.

Cenni storici

Porticato del Palazzo Ducale, Mantova
Porticato del Palazzo Ducale, Mantova

La principale residenza dei Gonzaga venne realizzata a partire dal 1200 e inizialmente era composta da una serie di distinti edifici. Vennero poi collegati in forma organica per volere del duca Guglielmo, affidando l’incarico al Bertani che dal 1556 iniziò la lavorazione proseguiti, alla sua morte, da Bernardino Facciotto.

Quasi tutti gli arredi e le opere d’arte del palazzo furono venduti dai Gonzaga, quando nel 1627 si trovarono in grave difficoltà economica. Vennero anche sottratti con il sacco di Mantova del 1630 voluto dall’imperatore Ferdinando II.
L’edificio più antico del Palazzo Ducale è il Palazzo del Capitano, il cui prospetto merlato affaccia su Piazza Sordello. Voluto da Guido Bonacolsi alla fine del 1200, era stato costruito su due piani.

Nel 1300 fu rialzato di un piano e unito a quest’ultimo, che ospita il settecentesco Appartamento dell’Imperatrice. Da un atrio sotto i portici del Palazzo del Capitano si comincia la visita al complesso.

Il seicentesco Scalone delle Duchesse conduce alla Sala del Morone, dove è ospitata la tela La cacciata dei Bonacolsi di Morone. Un corridoio con sculture e affreschi trecenteschi, porta alle sei stanze dell’Appartamento della Guastalla. Questo fu ristrutturato dal Viani tra il XVI e il XVIII secolo. Il tutto ornato da sculture medievali e rinascimentali.

OneMag-logo
Link-uscita icona Visitare Viadana, il comune più grande della provincia di Mantova

Visitare il Palazzo Ducale di Mantova

Visitare il Palazzo Ducale di Mantova
Visitare il Palazzo Ducale di Mantova

La struttura ricopre interamente il lato orientale di Piazza Sordello, cuore pulsante della politica dei Gonzaga, i quali regnarono qua dal 1328 sino al 1707. Si cita, per ultimo ma non per importanza, anche il possedimento reale di Maria Teresa d’Asburgo, la quale inserì il Palazzo Ducale nella sua lunga lista di proprietà nobiliari.

All’interno della Reggia dei Gonzaga risulta imperdibile anche il Castello di San Giorgio, uno uno dei monumenti più imponenti e simbolici di Mantova. Nella fortezza va visitata la Camera degli Sposi, anticamente nota come Camera Picta, una sala collocata nel torrione nord-orientale. La Camera degli Sposi è celebre per i suoi magnifici affreschi, opera di Andrea Mantegna e risalente tra il 1465 e il 1474.


 


Like it? Share with your friends!