Ingresso al Palazzo di Christiansborg di Copenaghen
Ingresso al Palazzo di Christiansborg di Copenaghen

Palazzo di Christiansborg, sede del Parlamento della Danimarca


Condividi su:

Palazzo di Christiansborg, l’antico capolavoro d’architettura nel cuore di Copenaghen

Leggi tutti gli articoli della Danimarca
Mappa del Palazzo di Christiansborg a Copenaghen
Mappa del Palazzo di Christiansborg a Copenaghen

Icona articolo onemagQuesto è con tutta probabilità uno dei più famosi edifici danesi. Il Palazzo di Christiansborg è infatti la sede delle più importanti istituzioni danesi: dal Parlamento (Folketing) alla Corte suprema e gli uffici del Governo, senza dimenticare le varie sale di rappresentanza degli ex Appartamenti Reali.
Questo vasto capolavoro architettonico è situato sull’isolotto di Slotholmen, l’isola del castello nel porto di Copenaghen contornata da ponti e canali. Sebbene attualmente il Castello di Christiansborg ospita la sede del Parlamento della Danimarca, le origini di questo imponente maniero sono ben più antiche dell’istituzione parlamentare.

La nascita del Palazzo di Christiansborg la si deve al celebre personaggio di Absalon, vescovo, guerriero e politico ricordato per aver fondato Copenaghen, nel XII secolo. Con la fondazione dell’odierna capitale danese, Absalon ordinò la costruzione di un’immenso palazzo in cui potersi stabilire assieme alla propria famiglia, sulle rovine della prima fortezza di Copenaghen del 1167. E così, da quel momento, la Famiglia Reale Danese visse nel Christiansborg per diversi lunghi secoli.

Nel 1794 il maestoso maniero fu vittima di un devastante incendio, che costrinse i Reali a trasferirsi nell’altrettanto noto ⇒ Palazzo di Amalienborg. Le sorti per il Christiansborg non furono felici negli anni a venire: poco più di un secolo più tardi, nel 1884, un nuovo incendio distrusse ulteriormente il palazzo. E così cominciarono i terzi lavori di costruzione, durante i quali furono installate tre corone sulla cuspide della torre rappresentanti le altrettante tre costruzioni dell’edificio.

Il maniero oltre a celare un passato appassionante, è anche un’opera architettonica di altissimo valore. La struttura si sviluppa su tre piani, seguendo le tipiche (ed eclettiche) forme dello stile rococò. Varcando i cancelloni d’ingresso si può ammirare l’imponente facciata in granito, a cui si eleva adiacente la grande torre di 106 metri, la più alta di Copenaghen.

Raggiungendo i sotterranei del Palazzo di Christiansborg si possono ammirare numerosi reperti e reliquie architettoniche. Inoltre, per i visitatori è possibile visitare i resti delle precedenti costruzioni datate dal XII al XIV secolo, che risaltano bene l’originale pianta circolare e numerosi elementi dell’edificio quattrocentesco, come per esempio sulla Torre Blu (Blatarn).

Durante la sua storia il Palazzo di Christiansborg fu sede della residenza reale, titolo e vanto che detenne per oltre tre secoli e mezzo, prima del devastante incendio di fine XVIII secolo. Nonostante le tragiche sorti del Palazzo di Christiansborg dei secoli scorsi, oggi numerose sezioni sono state ridate a disposizione dei Reali, come nel caso delle sale di rappresentanza, della cappella e delle scuderie.

Eccetto qualora siano previste funzioni ufficiali dei Reali, i turisti possono visitare gli interessanti appartamenti di rappresentanza, come  Riddersalen, la sala dei cavalieri, che si estende per ben 40 metri, con arazzi fiamminghi raffiguranti scene della storia della Danimarca. Altre la sala ovale Tronsalen, la sala del trono con un soffitto dettagliatamente decorato è un’area particolarmente suggestiva del palazzo.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona Palazzo di Amalienborg, Copenaghen

Cosa visitare al Palazzo di Christiansborg

Panorama aereo del Palazzo di Christiansborg a Copenaghen
Panorama aereo del Palazzo di Christiansborg a Copenaghen

Se state pianificando di visitare il Palazzo di Christiansborg non perdetevi la Slotskirken, la Cappella di Corte in stile neoclassico, che si trova a destra della facciata di Chritiansborg Slot, sulla Slotplads impreziosita da una statua equestre di Federico II. Utilizzata oggi come sala concerti, la cappella è gratuitamente visitabile ogni domenica pomeriggio, dalle 12 alle 16 di luglio e delle vacanze pasquali e autunnali.

Dalla Slotskirken si può proseguire giungendo in un sottopassaggio coperto che accompagna dritti sino all’ala settentrionale di Christiansborg. Qua si può ammirare il pregevole cortile lastricato (il Prins Jørgens Gard), affacciato sul lato nord del museo dedicato allo scultore Thorvaldsens.

Altra tappa imperdibile è il Cortile del Maneggio, raggiungibile attraverso il Canale di Marmo. Voltando lo sguardo verso il lato sud si possono invece osservare le Scuderie reali, il Museo delle carrozze e l’antico teatro di Corte, del 1767, oggi sede del Teatermuseet, dedicato alla storia del teatro.

 

Scopri Copenaghen


Condividi su: