Condividi su:

Il Palazzo di Changdeokgung

Tutti gli articoli della Corea del Sud

Il Palazzo di ChangdeokgungIcona articoloSimbolo eccellente dello splendore sudcoreano, il Palazzo di Changdeokgung di Seul è ubicato al’interno del parco Jongno-gu. E’ uno dei Cinque Palazzi voluti dai re della dinastia Joseon, una struttura che raccoglie alla perfezione l’armonia tra l’uomo e la natura. Secondo in ordine di costruzione, il Changdeokgung è stato concepito come seconda residenza della famiglia reale, il luogo da scegliere nei momenti dedicati al relax e al riposo.

Il Palazzo Changdeokgung Patrimonio UNESCO

Palazzo Changdeokgung di Seul, veduta

Dichiarato Patrimonio dell’umanità dall’UNESCO, le radici storiche del Palazzo di Changdeokgung risalgono al XV secolo. L’edificio è famoso in tutto il mondo per i suoi eleganti interni e per il suo giardino alberato che lo contorna.
Gran parte dell’area dedicata al Palazzo di Changdeokgung è dedicata al suo curatissimo giardino, chiamato anche giardino ‘segreto’, per via della sua inaccessibilità al pubblico.

OneMag-logo
Link-uscita icona  A spasso per Busan, la metropoli della Corea del Sud

La storia del Palazzo Changdeokgung

Palazzo di Changdeokgung Seul, ingresso

Le sue origini risalgono al XV secolo, quando re Taejong diede l’ordine di costruire il palazzo per adibirlo a residenza reale secondaria. Venne istituita una commissione incaricata della fattibilità del progetto, confermando che si sarebbe realizzato un complesso residenziale e una porzione dedicata a uffici governativi. Il valore aggiunto della struttura era il suo giardino che aveva anche lo scopo di normalizzare un territorio piuttosto irregolare.

Alla sua inaugurazione, il Palazzo Changdeokgung fu in piena armonia con il territorio circostante, nonostante le sue importanti dimensioni.
Nel 1592, anno dell’invasione giapponese, la struttura venne rasa al suo e la sua ricostruzione è avvenuta a partire dal 1609 dall’allora reggente Seonjo. Pochi anni dopo la sua seconda ricostruzione, nel 1623, il palazzo venne nuovamente distrutto e ricostruito una terza volta, senza però applicare alcuna modifica alla struttura originale.
Il Changdeokgung rimase sede del governo fino al 1868, anno in cui venne spostato nel Palazzo Gyeongbokgung.

OneMag-logo
Link-uscita icona  Seul, scopriamo la capitale dell’Estremo Oriente

La struttura del Palazzo

Palazzo di Changdeokgung Seul, dettaglio

Oggi il Palazzo di Changdeokgung è visitabile su un territorio di circa 30 ettari, dove sarà anche possibile passeggiare nei viali alberati adiacenti alla struttura.
Oggi solo 13 edifici e una porzione del Palazzo di Changdeokgung sono sopravvissuti e rappresentano solo una minima parte del complesso originale.

La magnificenza del palazzo può essere osservata già presso l’ingresso principale, luogo in cui troviamo la maestosa porta di Donhwamun. Superato l’ingresso vi si trova il celebre ponte di pietra realizzato nel XV secolo, tra i più antichi di Seul. A questo si aggiunge anche la presenza di spettacolari bassorilievi raffiguranti leoni e unicorni che decorano gli archi. Imperdibile la pittoresca sala centrale. Qua storicamente avevano luogo l’incoronazione e le più importanti cerimonie pubbliche, ognuno degli eventi era caratterizzato da una eleganza e una bellezza raramente riscontrabile altrove.
Vi è ancora conservato l’antico trono, caratterizzato da dettagliatissime decorazioni che mescolano lo stile occidentale con quello orientale. Da esplorare anche i lunghi corridoi del palazzo, da cui è possibile avventurarsi alla scoperta delle stanze da letto che anticamente ospitavano i personaggi reali della Corea del Sud, Re e Regina in primis.

 

Scopriamo Seul

Ultimo aggiornamento: 25 Gennaio 2021


Condividi su: