Condividi su:

Cosa vedere a Orleans, nella Francia centrale

Leggi tutti gli articoli della Francia

Mappa di Orleans

icona-articoloNel cuore della Francia, il capoluogo della Valle della Loira è Orleans, una variopinta città tra le più ricche di storia e cultura del paese. Il centro storico di Orleans è un capolavoro dell’architettura gotica, dominata dalla sua celebre cattedrale, che rappresenta il luogo nevralgico del turismo cittadino.

In passato Orleans fu una delle più importanti città del paese, perlopiù famosa per aver sancito – nel 1429 – l’indipendenza dagli inglesi, segnata da Giovanna d’Arco, con tutta probabilità la più famosa eroina del medioevo europeo. Giovanna d’Arco visse proprio a Orleans, stabilendovi e vivendoci a lungo, sebbene non fosse la sua città natale.

Orleans, a cui non porre assolutamente il confronto con New Orleans, negli USA, è una cittadina di medie dimensioni, distante circa cento chilometri dalla capitale Parigi. La città è perfetta per escursioni e gite fuori porta dalla capitale francese, dati anche i diretti collegamenti ferroviari. Orleans è facilmente visitabile in un weekend, grazie anche alla ravvicinata posizione delle principali attrazioni.

Consigliamo di esplorare a piedi Orleans, cosi da scoprirne gli scorci più nascosti e suggestivi. Tuttavia, i residenti consigliano calorosamente i visitatori di prendere il tram, il più utilizzato dei mezzi di trasporto cittadini, divenuto parte integrante della cultura cittadina.
Conclusi i preparativi siamo pronti per avventurarci alla scoperta delle cose da vedere a Orleans, nella Valle della Loira.

OneMag-logo
Link-uscita icona Lione, guida alla terza città della Francia

La cattedrale di Orleans

La cattedrale di Orleans

L’abbiamo citata nell’introduzione e non poteva mancare un intero paragrafo a lei dedicato: la Cattedrale di Orleans, intitolata alla Santa Croce. La Cattedrale della Santa Croce ricorda molto quella di Notre-Dame di Parigi, di cui condividono lo stile architettonico, il gotico. Purtroppo la Nostra Signora parigina è andata in fiamme nell’aprile del 2019, ma il confronto visivo è ancora oggi immediato.

Sebbene il principale luogo di culto di Parigi sia più grande nelle dimensioni, la Cattedrale di Orleans vanta una facciata più imponente, dominata da tre ordini incorniciati da altrettanti eleganti rosoni. Immediata è anche la familiarità delle due guglie campanarie di entrambi gli edifici, che si ergono ai corrispettivi lati della facciata.

Dedichiamo una parentesi alla storia. La Cattedrale di Orleans è infatti una delle più antiche di tutta la Francia, con origini che parrebbero risalire addirittura al IV secolo d.C. Secondo le fonti a disposizione, sappiamo che verso il 330-350 d.C esisteva già un primo edificio di culto cristiano. La madre dell’imperatore Costantino, santa Elena, ritrovò la croce (quella vera) di Cristo, ne prese un frammento e lo portò sino a Orleans, facendo erigere una chiesa per custodire la reliquia. Da qua ritroviamo anche l’intitolazione, Santa Croce, appunto quella originale di Cristo.

L’edificio che però possiamo osservare oggi è ben più recente, in quanto costruito tra il XVII e il XVIII secolo. L’edificio originale fu sostituito da una cattedrale gotica più maestosa, crollata nel XIII secolo a causa della sua struttura debole. Fu prontamente ricostruita: di questo edificio si son conservate le nove cappelle radiali poste nel coro. Durante le guerre religiose fu poi nuovamente distrutta per mano degli ugonotti, da cui si ottennero i lavori per l’attuale cattedrale.

location_icon onemagPlace Sainte-Croix, 45000 Orléans, Francia

 

OneMag-logo
Link-uscita icona Champs-sur-Marne, Francia | Guida alla città e al suo castello

Musei di Orleans

Orleans vanta un ricco patrimonio culturale, testimoniato dai vari musei presenti in città. Con tutta probabilità il più famoso è il Museo delle Belle Arti, caratterizzato da una ricca esposizione di opere d’arte realizzate tra il XV e il XXI secolo, quindi fino ai giorni nostri. La mostra del Museo delle Belle Arti vanta un buon numero di dipinti fiamminghi, che compongono una tra la più ricche collezioni del genere in Francia. Tra gli artisti di maggior rilievo troviamo Léon Cogniet, con tele del XIX secolo di eccezionale fattura. Consigliamo il museo anche agli appassionati di fotografia, data la notevole quantità di immagini realizzate ai più grandi artisti di questa arte.

Di altrettanto pregio è il Museo Archeologico di Orleans, composto da un gran numero di cimeli che ricostruiscono il ricco passato cittadino. Imperdibile è la sezione dedicata a Giovanna d’Arco, con oggetti e documenti che ne ricostruiscono la vita e il legame con la città di Orleans. Citiamo anche il tesoro di Neuvy-en-Sullias, una collezione pregevolissima composta da bronzi gallo-romani unica in Francia.

Desiderosi di dedicare una parentesi all’eroina Giovanna d’Arco, nel centro città di Orleans troviamo la casa museo di Giovanna d’Arco. Il nome trae d’inganno: purtroppo non è l’abitazione in cui Giovanna d’Arco visse nel 1429, bensì di una ricostruzione, in quanto l’originale è andata perduta nei bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale. Non per questo però non merita essere visitato.

OneMag-logo
Link-uscita icona Mulhouse, Francia | Cosa vedere a Mulhouse

Altre attrazioni da vedere ad Orleans

Una delle attrazioni alternative che meritano essere visitate a Orleans è senz’altro il municipio, che domina il centro storico cittadino. Il municipio si mostra in un splendido edificio gotico di ottima fattura, contornato da una serie di edifici storici, sebbene molti ristrutturati o ricostruiti nel secondo dopoguerra.

Sempre a tema storico segnaliamo la cinta muraria, o quantomeno ciò che ne resta. Dell’antica cinta muraria di Orleans sono visibili alcuni tratti nel transetto orientale della cattedrale e nel quartiere di Saint Paul.

Uno dei punti nevralgici della città è la Place du Martori, uno dei luoghi più frequentati nella movida serale. Posta nel centro storico, la piccola piazza vanta numerosi edifici e palazzi storici, ai cui piedi hanno sede molti dei locali più frequentati della città. Concludiamo, infine, il nostro viaggio tra le cose da vedere a Orleans presso l’Hotel Groslot, un’elegante dimora signorile eretta nel XVI secolo che ospitò molti dei più rilevanti personaggi dell’epoca, tra cui Enrico III ed Enrico IV, oltre che Francesco II.


Condividi su: