Odessa, Ucraina | Cosa vedere nella quarta città d’Ucraina

Cosa vedere a Odessa, la quarta città per abitanti in Ucraina, ubicata nella zona meridionale del paese, in una insenatura del Mar Nero e tra le foci dei fiumi Dnepr e Dnster. Tra le cose da vedere a Odessa citiamo la scalinata Potemkin, progettata nel 1834 dall'architetto italiano Francesco Boffo, la Vulytsya Derybasivska e il Primorsky Boulevard, entrambi luoghi turistici evidenziati da ogni guida della città, il Museo Numismatico, con le sue 2500 monete esposte, e il Museo d'Arte, con 100 mila dipinti conservati, molto interessanti sono anche le Catacombe, con oltre 2500 km di cunicoli. Ecco cosa vedere a Odessa, in Ucraina.6 min


2
Cosa vedere a Odessa
Condividi su:

Cosa vedere a Odessa
Guida della quarta città dell’Ucraina

Icona articoloSiamo nella zona meridionale dell’Ucraina, in una insenatura del Mar Nero e tra le foci dei fiumi Dnepr e Dnster. Qui troviamo Odessa, una delle città più turistiche del paese, quarta città per estensione e abitanti e nota per il suo porto, che ha contribuito in modo esponenziale allo sviluppo della città.

Nonostante il suo territorio sia completamente in Ucraina, qui la lingua più parlata è il russo. Con i suoi poco più di 1 milione di abitanti, Odessa è una città dalla bellezza travolgente, caratterizzata da grandi viali che conducono ai principali luoghi di interesse cittadini, molti come avremo modo di vedere.

Cenni storici

Cosa vedere a Odessa, Ucraina, mappa

Odessa è una città particolarmente legata all’Italia. Una camminata lungo le vie della città di daranno modo di ammirare i vari monumenti dedicati proprio ai connazionali di Odessa.
La città del resto è stata proprio fondata da un napoletano, Giuseppe de Ribas, il quale nel 1794 iniziò l’organizzazione di tutti i servizi della città, partendo dal porto.

In precedenza, nel luogo dove l’italiano al servizio dei Borboni realizzò le prime costruzioni, vi era un piccolo villaggio tatato, il gruppo etnico di origine turco insediato in Russia. La scelta fu quasi casuale, l’obiettivo di De Ribas era quello di dare luogo agli ordini di ampliamento a ovest dell’impero russo.
Il suo primo nome fu Odesso, un tributo alla colonia greca che in passato era insediato sulla costa.
La scelta di iniziare dal porto e dalla flotta mercantile aveva lo scopo di rendere quel luogo ancora scarsamente abitato come fulcro commerciale tra il Mar Nero e il Mediterraneo.

Odesso divenne presto il punto di riferimento commerciale, come voluto, al servizio della zarina Caterina. Fu proprio lei a voler ribattezzare il villaggio al femminile, dando origine al nome ancora oggi utilizzato, Odessa.
Non ci volle molto prima che gli italiani, venuti a sapere della nascita della florida città commerciale, iniziarono a insediarsi. Le prime poche migliaia di abitanti della metà dell’Ottocento furono fondamentali per la crescita e lo sviluppo economico di Odessa.

Per molto tempo fu proprio l’italiano la lingua ufficiale della città marittima e anche quella più utilizzata in assoluto. Già in precedenza era stato proprio un italiano ad assumere il ruolo di architetto ufficiale della città il quale progettò alcune delle opere più importanti della città. I napoletani erano i principali abitanti della colonia italiana e presto la città divenne la più europea e mediterranea di tutto l’impero russo.

Nella seconda metà del 1800 la colonia italiana iniziò a diminuire drasticamente, fino quasi ad azzerarsi all’inizio del secolo successivo.
Oggi l’impronta italiana è visibile chiaramente, ma la colonia dell’Ottocento è solo un ricordo. Rimane in ogni caso una città di frontiera in grado di connettere l’Europa occidentale da quella orientale.

OneMag-logo
Link-uscita icona Cosa vedere a Kiev, la capitale dell’Ucraina

Cosa vedere a Odessa

Panorama su OdessaLa più italiana delle città dell’allora impero russo è una deliziosa meta, tra le più apprezzate dell’Ucraina. Città in continuo fermento, Odessa è tra le destinazioni più vivaci del paese, con una urbanistica ricca di arte e di tradizione, di musei, di edifici risalenti all’Ottocento distribuiti lungo i tanti viali alberati che la caratterizzano.

Perfetta da essere visitata in un weekend, è ideale da scoprire con qualche giorno di permanenza, in modo da riuscire a visitare tutti i principali luoghi di attrazione con calma e la giusta attenzione.
Pronti a scoprire cosa vedere a Odessa, Ucraina?

Scalinata Potemkin

Cosa vedere a Odessa, Scalinata Potemkin
Odessa, Scalinata Potemkin

Iniziamo a scoprire cosa vedere a Odessa da quello che è uno dei suoi simboli, la scalinata Potemkin. Nota ovunque per essere stata la location di uno dei film della storia del cinema, La corazzata Potemkin, di Sergej Michajlovič Ėjzenštejn, la pellicola è ritenuta tra le migliori del ‘900. Più ricordata da noi per le tante citazioni di fantozziana memoria, la parte più saliente del film è la caduta di una carrozzina lungo la scalinata.

I suoi 192 gradini furono progettati nel 1834 dall’architetto italiano Francesco Boffo, un percorso suddiviso in dieci rampe. Rappresenta la porta di accesso per coloro che raggiungono la città dal mare e oggi è percorribile anche attraverso una comoda funicolare che permette a chiunque di salirvi in cima.

OneMag-logo
Link-uscita icona Leopoli, mix di culture sotto il cielo d’Ucraina

Le due passeggiate più note di Odessa

Cosa vedere a Odessa, Primorsky Boulevard
Odessa, Primorsky Boulevard

Sono due le arterie che meritano assolutamente di essere percorse e da inserire tra le cose da vedere a Odessa.

La Vulytsya Derybasivska e il Primorsky Boulevard, entrambi luoghi turistici evidenziati da ogni guida della città. Quest’ultimo è un viale alberato che si affaccia sul mare e molto frequentato, oltre che dai turisti, anche dagli abitanti che lo scelgono come luogo per passeggiare, leggere un libro e rilassarsi.
Lungo la passeggiata avrete modo di trovare il Municipio cittadino, riconoscibile per la sua facciata rosa con bianche colonne a sovrastarlo. Di fronte il Palazzo di Voronstov, uno degli edifici più antichi dell’Ucraina. A metà, circa, troviamo proprio la scalinata Potemkin, giusto di fronte alla statua di Richelieu, il primo governatore di Odessa.

La Vulytsya Derybasivska è invece l’arteria principale cittadina, una promenade in cui sono numerosi i palazzi ottocenteschi che conducono al Giardino Cittadino, la piazza alberata fulcro della vita sociale di Odessa.
Di fronte troviamo il Passazh, la galleria commerciale che richiama più di altri lo stile rinascimentale dell’Odessa di fine XIX secolo.

OneMag-logo
Link-uscita icona Guida agli acquisti in Ucraina

Museo Numismatico e Museo d’Arte

Cosa vedere a Odessa, Museo d'Arte
Odessa, Museo d’Arte

Concentrandosi sulle principali cose da vedere a Odessa, sono due i musei, tra la dozzina dei presenti. che più di altri risultano imperdibili.

Il Museo Numismatico è tra i più visitati della città e la sua mostra si concentra su numerosi reperti provenienti dal settentrione dell’Ucraina e dalle oltre 2500 monete risalenti a vari periodi storici. Tra queste imperdibili le monete coniate nel Regno del Bosforo, in passato presente proprio sul Mar Nero.
Oltre alle monete interessanti anche i tanti oggetti d’arte quali ceramiche e vari oggetti risalenti al periodo pre-cristiano.

Il Museo d’Arte è invece situato all’interno di uno dei Palazzi storici più interessanti di Odessa. Siamo infatti nel Palazzo Potocki, costruito nel XIX secolo, e l’inaugurazione della struttura museale risale al 1899. Al suo interno oltre 100.000 opere d’arte, tra cui numerosi dipinti del XIX e XX secolo.
Il Palazzo Potocki è intitolato a un noto proprietario terriero che lo fece erigere come suo regalo personale, dando il via ai lavori nel 1805 proprio dal Foffo, lo stesso della scalinata Potemkin. Completato nel 1829, il Palazzo non è mai stato abitato dal committente, deceduto prima che i lavori fossero completati.

Se vi avanza del tempo potrete aggiungere anche il Museo delle Cere, specie se siete in vacanza con bimbi al seguito. Se amate la storia non perdetevi invece il museo partigiano posto nella Catacombe di Odessa.

OneMag-logo
Link-uscita icona Cosa vedere a Jalta

Le Catacombe di Odessa

Cosa vedere a Odessa, le catacombe
Odessa, le catacombe

Tra le attrazioni più insolite della città, le sue Catacombe rappresentano uno dei fascini più insoliti della meta ucraina. E’ tra le più lunghe del mondo, oltre 2500 km di cunicoli che in passato sono serviti anche come rifugio durante i bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale. Noto anche il suo utilizzo come rifugio di contrabbandieri con relativa merce pronta per essere smerciata ovunque sfruttando proprio il porto locale.

Oggi le Catacombe ospitano un piccolo museo dedicato ai partigiani e i cunicoli sono visitabili. Affidatevi a tanti tour organizzati con guida esperta, la lunghezza e la diramazione sono pericolose da essere affrontate da soli, il rischio di perdersi è elevato.

OneMag-logo
Link-uscita icona Pechersk, il quartiere storico di Kiev

Il Teatro Filarmonico

Cosa vedere a Odessa, il Teatro Filarmonico
Odessa, il Teatro Filarmonico

Il Teatro Filarmonico di Odessa richiama, nello stile e nel destign, il Palazzo Ducale di Venezia.
I lavori di costruzione sono iniziati nel 1894 su progetto dell’architetto Alexander Osipovich Bernardacci, proprio il giorno prima del centenario della fondazione di Odessa, avvenuta il 4 settembre 1794. I lavori richiesero 4 anni prima di essere completati.
Al suo interno merita ammirare la grande sala dove sono presenti alcune opere di Karazin che raffigurano vari momenti della vita commerciale della città.

In grado di ospitare circa un migliaio di spettatori, il Teatro Filarmonico ospita la Filarmonica di Odessa. All’ingresso prestate attenzione agli affreschi raffiguranti i segni zodiacali.
La piazza del teatro è da inserire anch’essa tra le cose da vedere a Odessa, un grande spazio con angoli verdi, sculture ed edifici dell’Ottocento e del Novecento.

OneMag-logo
Link-uscita icona Ucraina, i migliori teatri da non perdere

La Cattedrale

Cosa vedere a Odessa, Cattedrale
Odessa, Cattedrale

Tra gli edifici religiosi da vedere a Odessa, la Cattedrale della Trasfigurazione rappresenta la principale chiesa ortodossa della città.

Intitolata alla Trasfigurazione di Salvatore, la Cattedrale è un piccolo edificio costruito nel 1221 che durante i secoli ha subito varie trasformazioni e ristrutturazioni.
Agli inizi del 1800 la Basilica venne indicata come edificio ecclesiastico principale della Nuova Russia e, il secolo successivo, venne ampliata con l’aggiunta di un campanile.
Distrutta nel 1936 da parte dei sovietici, è stata completamente ricostruita e consacrata nel 2003.

OneMag-logo
Link-uscita icona Guida alla Cattedrale di Kazan, San Pietroburgo

Quando andare a Odessa

Il clima di Odessa è temperato, con inverni rigidi ed estati anche molto calde.
A Gennaio, mese più freddo dell’anno, le temperature minime si assestano a –2°C, raggiungendo anche i -7°C.
Nei mesi estivi la temperatura media è invece intorno ai 21°C e si possono avere estremi anche intorno ai 30°C.
Il periodo migliore per visitare Odessa è durante i tre mesi estivi di giugno, luglio e agosto.


Condividi su:

Like it? Share with your friends!

2