Nyon, la città storica sul lago Lemano

Nyon, la città storica sul lago Lemano sede di alcuni edifici museali e del castello, una fortezza medievale a sua volta oggi museo. Ecco cosa vedere a Nyon

Cosa vedere a Nyon, a metà strada tra Losanna e Ginevra

Le origini di Nyon, nel canton Vaud in  Svizzera, ci riportano al periodo romano, anche se il nome ricorda il periodo celtico.
Siamo sul lago di Lemano, quasi a metà strada tra Losanna e  Ginevra, dove troviamo questa deliziosa cittadina affascinante e ricca di cultura.

Visitare Nyon significa infatti scoprire i musei, gli edifici religiosi ma sopratutto il castello, una fortezza bianca che sembra uscita da un cartone, con tanto di torrette.
Nyon è anche terra di vigneti ma sopratutto una tranquilla località da visitare durante una escursione sul lago di Ginevra.

Ecco cosa vedere a Nyon.

Castello di Nyon

Cosa vedere a Nyon

La sua costruzione risale al XII secolo, anche se poco meno di 400 anni dopo venne quasi completamente modificata. Siamo nel centro della città e da qua è possibile ammirare una delle più belle viste del lago di Ginevra.

Oggi è sede di un museo ed è un importante sito culturale. Al suo interno trova sede una delle mostre di porcellane tra le più importanti a livello europeo mentre il Museo Storico ripercorre oltre 3000 anni di storia di tutta la regione.
Da non perdere l’ambientazione della sontuosa sala da pranzo del castello dove è anche presente la porcellana, che venne prodotta a Nyon tra il 1781 e il 1813.

Proprio a Nyon nel nel 1781 nasceva infatti la fabbrica di porcellana con una produzione in stile neoclassico ispirata alle importanti manifatture di  Parigi con cui poteva anche competere a livello qualitativo. La sua fornitura di caolino, del resto, proveniva da Limoges, dove venivano realizzate le porcellane a pasta dura.

Tornando al castello di Nyon non mancate di visitare le antiche cantine di pietra dove si trova il Caveau de Nyon dove è possibile degustare la produzione vinicola di diversi produttori locali. Con i suoi 50 posti a sedere, infatti, avrete modo di assaggiare l’intera produzione di Nyon accompagnati da un piccolo assaggio dei prodotti del territorio.

Museo del Lemano

Costruito nel 1954, il Museo del Lemano è la celebrazione del lago di Ginevra (Lemano è infatti il nome alternativo con cui è conosciuto).
La collezione qua presente è davvero notevole, con la riproduzione di oltre 30 battelli che nella storia hanno navigato le sue acque e anche gli oltre 150 modelli che rappresentano l’intera storia legata al lago.

Diverse sono inoltre le mostre temporanee ma in quelle permanente sarà possibile ammirare una serie di barche e di motori. Tutto il patrimonio del lago di Lemano è infatti qua illustrato.

Museo Romano

Tra le cose da vedere a Nyon non possiamo perdere questo museo.
Visitare il Museo Romano di Nyon significa infatti apprendere la storia di Noviodunum, una colonia creata da Giulio Cesare su cui poi è nata Nyon.

Ancora oggi non sono escluse delle nuove scoperte archeologiche, come quella avvennuta di recente, nel 1996, dove è stato ritrovato l’anfiteatro.

Per conoscere la storia di Nyon dalle suo origini, una visita al Museo Romano è sicuramente consigliata. La sua apertura è recente, nel 1979, ed è collocato nella basilica del foro romano, l’edificio storico amministrativo della vecchia Noviodunum.
Qui è possibile ammirare i tanti reperti romani ritrovati nei secoli e di uso comune, quali lampade, monete o anche stoviglie ed anfore.

Ma senza necessariamente entrare nel museo, avrete modo semplicemente passeggiando a Nyon, di scoprire diversi segni della presenza romana disseminati nel centro storico di Nyon. Alcuni sono anche contrassegnati in modo da illustrare cosa è possibile trovare giusto al di sotto del livello dell’attuale strada.

Castello di Coppet, i dintorni di Nyon

Cosa vedere a Nyon

Coppet si trova a pochi chilometri da Nyon ed è una affascinante cittadina medievale che attualmente richiama turismo grazie al suo maestoso castello.
Qui in precedenza esisteva una fortezza le cui origini erano risalenti al XII secolo. Dopo una guerriglia con i bernesi e la relativa quasi totale distruzione della fortezza, nel XVIII secolo lo stesso venne messo in vendita.

Dopo una serie di proprietari nel 1715 divenne di proprietà del finanziere parigini Saint-Gallois Jean-Jacques Hogguer che lo restaurò donandogli, nel 1726 dopo 11 anni di lavori, la sua attuale forma. Tuttavia Hogguer decise a sua volta di vendere la proprietà che nel 1784 divenne di Jacques Necker, un finanziere di Ginevra e ministro delle finanze del re Luigi XVI di Francia. Da quel momento divenne la sua residenza estiva.

Oggi la struttura è aperta al pubblico ed è possibile ammirare l’arredamento originale del XVIII e XIX secolo, oltre che alcuni ritratti di importanza storica.
Alcune aree del castello sono anche disponibili per essere affittate per avvenimenti privati.

Visitare GinevraCosa vedere a Ginevra, la città del Lago Lemano
Cosa vedere a Ginevra, la città del Lago Lemano in odore di Francia e seconda città della Svizzera. Ecco cosa vedere a Ginevra.

Continua a leggere

Castello di Prangins

Cosa vedere a Nyon

A meno di 2 km a nord di Nyon troviamo il Castello di Prangins, la cui costruzione risale al XVIII secolo. La sua fondazione si deve a Louis Guiguer, un banchiere svizzero noto anche in Francia e che ha ospitato diversi ospiti illustri, tra cui Voltaire.

Oggi ospita una filiale del Musée National Suisse che raccoglie la storia elvetica dal 1730 al 1920. Una passeggiata nei suoi giardini in stile francese vi permetterà di ammirare il lago Lemano e anche di vedere uno dei beni culturali d’importanza nazionale, tutelato dalla Svizzera.

Scopri di più:
Condividi su: