Novi Sad in Serbia, la città e la sua cultura millenaria

Novi Sad in Serbia, la città e la sua cultura millenaria


Condividi su:

Novi Sad, la capitale serba della cultura

Tutti gli articoli della Serbia
Cosa vedere a Novi Sad, mappa
© Apple Maps

icona-articoloLa città di Novi Sad, quasi quattrocentomila abitanti, è la seconda città della Serbia per grandezza, divisa a metà dal Danubio, e che può vantare il titolo di polo culturale e industriale di tutta la nazione. Siamo nella parte occidentale del paese, giusto di fronte al monte Fruška Gora, nel distretto della Backa meridionale. Città vivace, Novi Sad ha un meraviglioso centro storico, il quartiere Stari Grad, che si distingue rispetto alle altre zone, più moderne e densamente popolate. La città vecchia si riconosce per i suoi edifici in stile astroungarico, con abitazioni colorate e spesso fastose che ben contrastano con le strade principali, ricche di locali e negozi.

Cosa vedere a Novisad

La fortezza di Petrovaradino

Cosa vedere a Novi Sad, la Fortezza di Petrovaradino

Iniziamo a scoprire cosa vedere a Novi Sad dalla riva destra del Danubio, dove sorge Petrovaradino. La città è infatti divisa in due dal Danubio e sulla riva sinistra incontriamo la città nuova di Novi Sad mentre dall’altro lato possiamo ammirare una delle attrazioni più visitate dei Balcani, l’omonima Fortezza di Petrovaradino. La sua costruzione risale al 1252 e porta con sé i retaggi del dominio ungherese, estendendosi per 12 ettari di terra e per questo tra le più grandi d’Europa. A rendere la costruzione ancora più interessante sono i sedici chilometri di tunnel che creano una vita sotterranea ricca di storia e leggende. Qui si trova anche la splendida torre di Ludwig Badenski, che grazie al suo imponente orologio è diventata anche il simbolo di tutta Novi Sad.

Oggi la fortezza attira migliaia di visitatori interessati sia per l’aspetto storico del monumento, sia per gli importanti eventi culturali che si tengono presso il castello. Tra i tanti il festival musicale Exit, che ogni anno attira tanti giovani provenienti da tutta Europa. Da qua attraversiamo il ponte Varadin, entrando nella città.

OneMag-logo
Link-uscita icona  Belgrado, guida turistica alla capitale della Serbia

La città vecchia di Novisad

Cosa vedere a Novi Sad, statua e Palazzo Vescovile
Statua di Jovan Jovanovic Zmaj e Palazzo Vescovile

Dopo aver iniziato a scoprire le attrazioni di Novi Sad dalla fortezza, iniziamo la nostra passeggiata per raggiungere il parco del Danubio, il Dunavski Park, dove potremo ammirare il laghetto che lo caratterizza. Al suo interno è presente il Museo della Vojvodina, istituto dedicato all’arte e alla storia naturale al cui interno sono ospitate oltre 400.000 reperti.

La nostra camminata potrà proseguire raggiungendo la zona pedonale, quella che anticipa un gran numero di attrazioni. Pochi metri dopo l’inizio della via del Danubio vi troverete di fronte la statua eretta in onore di Jovan Jovanovic Zmaj, autore di numerose fiabe per bambini. Alle spalle il Palazzo Vescovile, riconoscibile per la sua facciata color rosa e la sua architettura in stile liberty con chiare influenze neoclassiche. La residenza del vescovo ortodosso non è purtroppo visitabile al suo interno ma si potrà ammirare invece il giardino che condivide con la Cattedrale di San Giorgio.

OneMag-logo
Link-uscita icona  Subotica, la città serba dalle mille culture

La Cattedrale di San Giorgio

Cosa vedere a Novi Sad, la Cattedrale di San GiorgioLa Cattedrale Ortodossa di San Giorgio è il principale centro religioso di Novi Sad, costruita nel 1734 in pietra e mattoni, posta nella via Nikola Pasic. Completamente ricostruita nel 1854 secondo le linee dettate da Gustav Saib, noto architetto ungherese, venne nuovamente restaurata all’inizio del XX secolo da Micheal Harminac, altro architetto di Budapest.

Si distingue per il campanile, realizzato proprio a Budapest e al suo interno la struttura si presenta con numerose decorazioni murali, realizzate durante l’ultimo rifacilmento del 1902. Nel cortile della Cattedrale è presente il più antico monumento pubblico della città, la croce ortodossa realizzata in marmo rosso. Si trova sul sagrato dell’edificio dopo che nel 1957 è stata qua trasferita dal Palazzo Vescovile.

Cosa vedere a Novi Sad, palazzo della Banca della Vojvodina
Palazzo della Banca della Vojvodina con l’uomo di ferro

La Cattedrale di San Giorgio affaccia su Piazza della Liberta dove troviamo alcuni tra gli edifici più importanti di Novi Sad. Tra questi merita citare il Palazzo della Banca della Vojvodina con in alto il cosidetto uomo di ferro. Costui era di fatto il simbolo della banca, un guerriero che aveva lo scopo di tranquillizzare i risparmiatori sulla sicurezza dell’istituto di credito.

OneMag-logo
Link-uscita icona  Cosa vedere a Nis (Niš), l’antica città dei Balcani

Il Teatro nazionale Serbo

Cosa vedere a Novi Sad, Teatro nazionale Serbo

Proseguiamo la nostra passeggiata per scoprire le cose da vedere a Novi Sad raggiungendo il Teatro nazione Serbo, fondato il 28 luglio 1861 da Svetozar Miletic, avvocato e politico serbo. Oggi la sua figura è ricordata proprio nella Piazza della Libertà, dove ha sede una statua che lo ritrae. La costruzione del teatro fu decisa per consentire agli abitanti di Novi Sad di aumentare la propria coscenza nazionale al fine di resistere all’influenza sia di Vienna che di Budapest. Considerato il primo teatro professionale dei Balcani, per lungo tempo i suoi spettacoli erano fonte di ispirazione per numerosi artisti serbi che scelsero proprio Novi Sad come loro nuovo di residenza.

Distrutto nel 1928 da un incendio doloso, fino all’inizio della seconda guerra mondiale era noto come Teatro nazionale del Danubio Banovina. Proprio all’inizio della guerra gli attori vennero trasferiti a Meredevo, provocando la morte di 17 membri della troupe teatrale. Al termina della guerra venne invece chiamato Teatro nazionale della Vojvodina, nome che rimase in uso fino al 1951 quando tornò invece al suo nome originale. Dal 1981 è ospitato in questo moderno edificio e il giorno della sua inaugurazione è celebrato in tutto il pase come Giorno del Teatro Nazionale Serbo.

Dopo aver concluso la vostra visita al Teatro proseguite la vostra passeggiata per visitare la vecchia Sinagoga, costruita oltre un secolo fa e oggi utilizzata come sala da concerti.

OneMag-logo
Link-uscita icona  Vojvodina, la provincia autonoma della Repubblica di Serbia


Cultura e religione di Novi Sad

Cosa vedere a Novi Sad, la Chiesa cattolica del Sacro Cuore
Chiesa cattolica del Sacro Cuore

Il centro storico di Novi Sad, come visto, riesce a offrire numerose attrazioni, grazie anche alla posizione geografica della città che nel tempo ha reso il territorio un luogo di passaggio di diverse culture. Per questo motivo nel 1700 è stata promulgata una legge per cui in città poteva essere professata qualsiasi religione. Oggi a Novi Sad possiamo notare come le chiese cattoliche convivano con quelle ortodosse, ma anche con quelle evangeliche e battiste, con le moschee e anche con le sinagoghe più belle del mondo.

Si suggerisce in tal senso una visita alla Chiesa cattolica del Sacro Cuore, alla sinagoga di Novi Sad, alla Chiesa ortodossa di Begec e alla Chiesa di Santa Maria della Neve a Petrovaradino.

OneMag-logo
Link-uscita icona  Kruševac, il capoluogo del distretto di Rasina in Serbia

Parco nazionale di Fruska Gora

Fruska Gora, Parco Nazionale

Concludiamo la nostra visita a Novi Sad uscendo dal confine urbano. A pochi chilometri dalla città si estende il meraviglioso parco nazionale di Fruska Gora, che arriva fino ai confini con la Croazia, e dove potrete abbandonarvi a lunghe passeggiate di trekking alla scoperta delle meraviglie floro-faunistiche della Serbia.

Ultimo aggiornamento 7 luglio 2021

 

Condividi su: