Nitra, la capitale del regno slavo della Grande Moravia

Nitra, la capitale del regno slavo della Grande Moravia e il quinto centro urbano più grande della Slovacchia. Tra le cose da vedere a Nitra citiamo il Nitriansky hrad, ovvero il Castello di Nitra, la cattedrale di Sant'Emmeram, dentro cui sono custodite le spoglie di San Cirillo, la Chiesa Bassa, che introduce alla cattedrale, dove è ospitato un rilievo intitolato Deposizione di Cristo dalla croce, sotto il quale si trova un bassorilievo in marmo raffigurante la Sepoltura di Cristo. Ecco cosa vedere a Nitra.2 min


Cosa vedere a Nitra

Cosa vedere a Nitra, Slovacchia

icona-articoloIn un ameno paesaggio incastonato tra il monte Zobor e la sua vallata, sorge Nitra, il quinto centro urbano più grande della Slovacchia. Tutt’intorno si estende la vallata del fiume che porta il nome della città.

Visitando Nitra l’impatto con la storia è molto forte anche se ben stemperato da un contesto armonioso. La città ha una parte alta caratterizzata da luoghi di culto fortificati e stradine acciottolate, ed una parte bassa, più moderna e lineare.

Guida di Nitra, Slovacchia

Cosa vedere a Nitra

Sulla città domina un complesso architettonico imponente e ben conservato, il Nitriansky hrad, il Castello di Nitra. Esso campeggia nel centro storico della città ed è il più importante e prezioso monumento culturale nazionale. Il castello è formato da una cattedrale, il palazzo vescovile, le case coloniche e la cinta muraria con una l’unica porta d’entrata rimasta.

Il maniero fu costruito nell’undicesimo secolo sui resti di una precedente fortezza e si sviluppa intorno alla chiesa, che è il nucleo originario del castello ed oggi è anche sede della diocesi cittadina.

La cattedrale è costituita da tre chiese.
La parte più antica, in stile romanico, è la cattedrale di Sant’Emmeram, dove sono custodite le spoglie mortali di San Cirillo.
C’è poi la Chiesa Alta in stile gotico con una navata, eretta nel quattordicesimo secolo e poi restaurata in stile barocco. Al suo interno si può ammirare l’altare principale di San Salvatore riccamente affrescato.

OneMag-logo
Slovacchia, il fascino termale dei Piccoli Carpazi

Chiese di Nitra

Ultima e più recente è la Chiesa Bassa che rappresenta, praticamente, l’ingresso della cattedrale. Al suo interno si può ammirare un rilievo intitolato Deposizione di Cristo dalla croce, sotto il quale si trova un bassorilievo in marmo raffigurante la Sepoltura di Cristo che sembrerebbe attribuibile al Donatello o, comunque, ad un discepolo della sua scuola.
Un’enorme statua di Atlante, che qui è chiamato Corgon, sorregge il Palazzo Kluch fatto costruire dal vescovo, di cui porta il nome, per i canonici. Ad evidenziare il confine tra la città Alta e Bassa, c’è il Palazzo del distretto, restaurato nello stile liberty che oggi lo distingue. Al suo interno si trova la Galleria statale di Nitra.

La ricchezza artistica della chiesa Francescana ed il suo Monastero è davvero notevole. Un enorme quadro dei Santi Pietro e Paolo del 1935 rappresenta l’altare centrale, mentre rilievi convessi in legno, raffiguranti la vita di San Francesco, rivestono le pareti della chiesa e delle cappelle laterali.

La facciata tinteggiata in colori pastello in contrasto con il tetto scuro, caratterizza l’imponente edificio che ospita il Grande Seminario e la biblioteca più preziosa di tutto il Paese, realizzata con l’aiuto dell’imperatore austriaco nel 1877.
In un’atmosfera intrisa di cultura, visitare Nitra è un’immersione completa nella dimensione della storia, viva nella modernità contemporanea, di una città sorprendente.

 


Like it? Share with your friends!