New York City, le attrazioni da non perdere

New York City, le attrazioni da non perdere di una delle città più importanti al mondo. Tra le cose da vedere a New York City segnaliamo l'Empire State Building, uno dei più noti al mondo, il Brooklyn Bridge, il Central Park, polmone verde della Grande Mela. Tra le cose da visitare a New York ricordiamo la Statua della Libertà, il Times Square, il Memoriale 11 Settembre e The Metropolitan Museum of Art. Ecco cosa vedere a New York.9 min


0
31 condividi
Cosa vedere a New York

Guida di New York City

icona-articoloLa città di New York è una delle mete decisamente più visitate, grazie anche alle tante cose da vedere e alle sue attrazioni sempre in continuo sviluppo.
Una visita in questa metropoli situata nella East Coast dovrebbe prevedere diversi giorni, se non settimane, per essere vista almeno parzialmente bene.

Cosa vedere a New York

New York, 7th Avenue

Quando ci si approccia a New York si entra in un mondo completamente a parte, in una città che non è solo grandissima ma è anche un modo di vivere, quasi un ‘pianeta’ a se stante rispetto a tutto il resto del mondo, America compresa.
New York è una città incredibile dove tutto corre alla velocità della luce, dove chiunque sembra vagare con una meta precisa ma ignorando tutto quello che lo circonda.

NYC è una città per tutti, o forse no. Quello che è certo che non si può rimanere indifferenti davanti alla skyline più ricca del mondo o alle sue tante e diverse zone che mostrano contemporaneamente i diversi lati sociali.
Questa è New York, pronti a visitarla?

OneMag-logo
Sogni di diventare James Bond? Ecco come puoi farlo

Empire State Building

Empire State Building

Tra le cose da vedere a New York, anche se non è più l’edificio più alto, troviamo l’Empire State Building, uno dei più noti al mondo.
E’ una vera icona di Manhattan e per una buona ragione è una delle cose da vedere a New York.
Il ponte principale all’86° piano è il più alto osservatorio a cielo aperto della città in grado di offrire splendide vedute a 360 gradi del fiume Hudson e dell’East Rivers o ancora del Ponte di Brooklyn o la Statua della Libertà.

Se invece vuoi ancora di più sali direttamente al piano di osservazione al coperto del 102° piano e qui avrai anche una vista completa del Central Park.
Una volta ammirata dall’alto tutta la città scendi di qualche piano: all’80° piano la mostra Dare to Dream onora le 3.400 persone che hanno costruito il grattacielo di ben 381 metri.

Brooklyn Bridge

Brooklyn Bridge

Una prodezza di ingegneria questo ponte di acciaio sospeso di oltre 2 km di lunghezza ed in grado di unire il sud di Manhattan con Brooklyn.
E’ una delle attrazioni che rappresentano New York ed è naturalmente inserito nel lungo elenco di cose da vedere a New York.
E’ un ponte costruito per il passaggio delle automobili ma è anche percorribile a piedi grazie ad una passerella di legno che passa sopra le corsie per gli automobilisti. 

La sua inaugurazione risale al maggio del 1883 e per lungo tempo è stato il ponte sospeso più grande al mondo, superato oggi dal Ponte di Akashi Kaikyō, a Kobe in Giappone.

Se volete provare a visitarlo a piedi potrete andare in metropolitana nel quartiere di Brooklyn Heights e da li percorrere questo incredibile ponte. Una passeggiata non di certo rapida, vista la lunghezza del ponte che andrà percorsa due volte prima di tornare al punto di partenza. La vista però saprà ripagarvi degli sforzi, una splendida panoramica di Manhattan e, se siete fortunati anche della Statua della Libertà.
Se preferite potrete raggiungerlo anche con il battello della East River Ferry.

OneMag-logo
New York, la metropolitana potrebbe presto cambiare volto

Central Park

Una delle attrazioni più visitate a NYC: oltre 40 milioni di visitatori ogni anno accedono al polmone verde della Grande Mela. Qui non è solo il parco verde  ad essere motivo di visita ma anche le tante sculture che sono ospitate all’interno. In inverno il parco ospita una pista di pattinaggio ed in estate i concerti sono il pezzo forte di questa oasi di relax cittadina.

ll Central Park inizia, o termina, alla 59th street per arrivare alla 110th street di Manhattan.
In questa imponente area dovreste anche non perdere, nalla zona est, la statua di Alice nel Paese delle meraviglie, la fontana Angel of Waters e anche Strawberry Fields (situata nella parte ovest) dedicato all’ex Beatle John Lennon, non troppo distante ucciso.

OneMag-logo
Central Park, il polmone verde di New York

Statua della Libertà

Statua della Libertà

Come però non definire la Statua della Libertà come simbolo della città?
Dal 1886 la sua torcia illumina il porto di New York come emblema della libertà americana e nessun viaggio può escluderla.

L’imponente piedistallo della statua è anche sede di un osservatorio e di mostre che raffigurano l’affascinante storia della statua in rame di 305 piedi progettata da Frédéric Auguste Bartholdi e donata agli Stati Uniti dalla Francia per celebrare l’amicizia tra le due nazioni.
Se volete visitarla meglio prepararvi in largo anticipo in estate, poichè i biglietti giornalieri tendono a esaurirsi rapidamente.

Times Square

New York, Times Square

L‘epicentro del turismo newyorkese è però indubbiamente Times Square.
Probabilmente in una guida al turismo su cosa vedere a New York, la celebre piazza rientra fra le prime 3 cose da non perdere.
E’ infatti il luogo che attrae più visitatori di tutta Manhattan. E’ anche il luogo dove vengono scattate più foto di tutta New York e passeggiando troverete molti angoli che sono delle vere e proprie icone del cinema. Qua quasi tutto è infatti stato un set cinematografico.

Del resto quando si attraversa Times Square si viene catapultati in un mondo quasi parallelo, con cosplayer che sono anche pronti a regalarti selfie o a chiederti una piccola mancia per farlo.
Qui è possibile trascorrere anche una intera giornata assorbiti dal traffico di auto, bus e di persone e regalandosi alcune pause tra le vetrine dei tanti negozi oppure pranzando in uno dei tanti ristoranti, alcuni anche a tema.

One World Observatory

One World Observatory

Non è solo l’Empire ad offrire splendidi panorami dall’alto della città.
Anche il One World Observatory ha molto in tema da offrire. Oltretutto se mancate da qualche anno sarà per voi anche nuova attrazione da aggiungere e di conseguenza una delle nuove cose da vedere a New York.

Siamo infatti agli ultimi piani della Freedom Tower, la torre che ha preso il posto delle Torri Gemelle dopo l’attentato dell’11 Settembre. Nel 2015 sono stati ufficialmente aperti al pubblico anche i piani alti. Già perchè con i suoi 541 metri e i 102 piani questo è l’edificio più alto dell’Occidente e, al momento, il terzo più alto al mondo.

Già non appena entrati ci si rende conto di essere entrati in un pezzetto di storia.
Gli schermi salutano i visitatori in tutte le lingue e, dopo aver acquistato il biglietto (non proprio economico, siamo a 34 $ per un adulto (Qua dove acquistarli), ma in un minuto circa si viene letteralmente proiettati in cima avendo come distrazione, fortunatamente, una serie di video che occupano le intere pareti dell’ascensore.
Qua la storia della costruzione della skyline di New York viene rappresentata in maniera visiva, già solo questo piccolo video vale parte dei soldi spesi.

Memoriale 11 Settembre

New York, memoriale 11 settembre

E’ una tappa oramai diventata obbligata tra le cose da vedere a New York, non solo per i turisti ma anche per chiunque si trovi a passare per NYC.
E’ naturalmente il tributo alle quasi 3.000 vittime che hanno perso la vita durante gli attacchi terroristici dell’11 settembre  ma anche a quelli del 26 febbraio 1993.

Gli alberi che circondano l’area aggiungono un’atmosfera di riflessione cupa e tranquilla.
Il memoriale è imponente, ma se deciderete di accedere al museo avrete modo di avere un quadro completo di tutto quanto accaduto in quelle tristi giornate, con frammenti di torre e detriti intervallati da immagini. Da non perdere, assolutamente.

OneMag-logo
New York, museo e memoriale 11 settembre

The Metropolitan Museum of Art

The Metropolitan Museum of Art

Siamo nel più grande museo della Grande Mela, inaugurato nel 1880.
E’ anche uno dei più importanti musei d’arte del mondo con le sue tante aree da visitare. Rappresenta, tra le cose da vedere a New York, uno dei simboli culturali di tutta la metropoli.
Andateci di mattino presto, eviterete le lunghe code per accedere e sopratutto avrete modo di visitare tutto o quasi.

Una volta esaurito il vostro desiderio di arte egizia, mediorientale, greca, romana, asiatica e cosi via, recatevi sullo splendido giardino posto sul tetto.
Avrete una ulteriore visuale dell’alto della skyline ma anche una piacevole vista su Central Park.

Chrysler Building

New York, Chrysler Building

Uno dei grattacieli più riconoscibili al mondo. Il nome identifica immediatamente il proprietario della struttura.
E’ stato infatti progettato da William Van Alen per il fondatore di Chrysler, Walter F. Chrysler. La sua altezza di 319 metri gli ha permesso di essere per lungo tempo la struttura più alta mai realizzata dall’uomo.

Nonostante il suo significato storico la torre non è aperta al pubblico. Non esistono tour guidati ma è possibile accedervi durante gli orari di ufficio e dare uno sguardo all’elegante hall con pareti marocchine e pavimenti in marmo.

Qui troverete anche il primo orologio digitale al mondo posto nell’area della reception. Da non perdere il soffitto, realizzato da Edward Trumbull, che raffigura edifici, aeroplani e la linea automobilistica di Chrysler.
E se siete qua dopo il tramonto date uno sguardo anche alla sua facciata. L’effetto è sicuramente inebriante.

High Line

High Line

E’ il parco sopraelevato della città e anche una delle attrazioni più popolari.
In una bella giornata di sole è una delle attività migliori da fare all’aperto. Questo era un tempo un binario ferroviario messo in disuso nel 1980. Nel 2009 è stato trasformato in quello che oggi è uno dei parchi più originali della città.

Nei suoi 2,3 km attraversete Chelsea per terminare nel West Village, giusto all’altezza della 34th Street.
E che il parco sia apprezzato da turisti e newyorkesi sono i numeri a dirlo. Nel 2017 ha infatti avuto più visitatori rispetto alla Statua della Libertà.
E durante la vostra rilassante passeggiata date uno sguardo a Manhattan da una prospettiva insolita e fate attenzione anche ai binari storici che appaiono dalla pavimentazione.

American Museum of Natural History

New York, American Museum of Natural History

Entrateci, sarete protagonisti di una visita in uno dei più importanti musei del mondo ma accederete anche alle sale dove sono stati girati i 3 episodi di “Una notte al Museo”, il film con Ben Stiller ed il compianto Robin Williams.
Solo questo basterebbe per inserirlo tra le cose da vedere a New York, ma c’è davvero molto di più.

Il Museo di Storia Naturale di sviluppa su 5 piani, di cui uno interrato. Questo richiede uno sforzo davvero immenso per visitarlo completamente e, a differenza di quello che si potrebbe pensare, i vari piani non suddividono nettamente le aree del museo che infatti possono proseguire sopra o sotto, dipende.
La cosa migliore è sicuramente prepararvi la visita accedendo al sito ufficiale (qua per accedervi ).

Queens Museum

Siamo nel Queens naturalmente e precisamente all’interno del Flushing Meadows Corona Park. Qui troviamo questo museo d’arte e centro educativo ospitato nel New York City Building, recentemente restaurato, da inserire tra le cose da visitare a New York.
La sua fondazione risale al 1972 e si pone come obiettivo quello di offrire collezioni permanenti e temporanee delle migliori opere d’arte visive al mondo.

Tra le mostre permanenti quella che attira indubbiamente più attenzione è il Panorama of the City of New York, costruita nel 1964 dopo un incessante lavoro durato ben 3 anni e che rappresenta la città dal punto di vista architettonico. E’ un modello in scala di tutti e 5 i distretti di New York e contemporanamente uno tra i più precisi ed affidabili. La scala utilizzata per mostrare la Grande Mela è 1:1200.

The Brooklyn Museum

New York, The Brooklyn Museum

Una delle più importanti attrazioni culturali di New York, il Brooklyn Museum è stato il primo museo americano ad esporre oggetti africani come opere d’arte.
Oltre agli oltre 4.000 oggetti egiziani, i visitatori del museo possono esplorare opere di  Cézanne, Monet e Degas. Nei suoi 16 mila metri quadri è possibile ammirare sculture in pietra, in legno, tappe, oggetti in oro e argento, pietre preziose e vari oggetti d’arte di tutti i secoli.
Quasi mezzo milione ogni anno i visitatori.

Flushing Meadows-Corona Park

Flushing Meadows, Corona Park

Siamo nel Queens dove troviamo questo grande parco pubblico posto tra Long Island Expressway e Grand Central Parkway, poco distante dall’aeroporto LaGuardia.
E’ il secondo parco più grande di New York ed è sede, tra l’altro, del Queens Botanical Gardens, ben 39 acri di giardini ma anche di campi da golf, laghetti, zone per il barbecue e tantissimi campi da calcio per trascorrere un pomeriggio all’insegna del relax e dello sport.

Al suo interno troviamo lo Shea Stadium, un’imponente struttura in grado di ospitare oltre 50 mila spettatori dove si svolge il torneo di tennis US Open.
Al centro troviamo invece il Lago Meadow che è percorribile anche affittando una delle tante barche a remi ma è anche il luogo ideale per i ciclisti. Le sue tante piste ciclabili lo rendono un luogo sicuro per un giro di tutto relax.

Rockefeller Center

New York, Rockefeller Center

Ci troviamo su 90.000 metri quadri costruiti dal magnate John D. Rockefeller. Qui oggi trovano spazio ben 19 grattacieli proprio nel centro di Midtown Manhattan la 48th e la 51th Street. La particolarità è che ognuno degli edifici è collegato fra loro con una serie di passaggi sotterranei.
Sono davvero tante le cose da vedere a New York ed il Rockefeller Center ne ospita parecchie. Da non perdere il Radio City Music Hall, un teatro per 6.000 spettatori che offre diverse rappresentazioni anche se le più importanti sono quelle che si svolgono durante il periodo natalizio.

Nel GE Building troviamo invece il centro logistico di tutta la struttura. Con i suoi 266 metri di altezza si trovano gli studi televisivi della NBC ma anche gli uffici della famiglia Rockefeller. Proprio di fronte all’edificio ogni anno viene illuminato un enorme albero di Natale che è una icona del dicembre newyorkese.
Salendo avrete modo di raggiungere l’osservatorio Top of The Rock, uno dei migliori punti sopraelevati per ammirare la città.

Sotto il Rockefeller Center trovano spazio invece numerosi negozi e ristoranti, un vero e proprio centro commerciale. Qui potrete bere un caffè da Starbucks oppure rinnovare il vostro guardaroba in uno dei tantissimi negozi di moda presenti. Da non perdere anche il Lego Store, lo shop colmo di mattoncini con i quali sono stati costruiti diverse strutture turistiche della città, tutti in bella mostra nei locali del negozio. Merita una visita anche il negozio della Nintendo, uno store con tante curiosità e anche un piccolo angolo dedicato alle vecchie console.

Madison Square Garden

Madison Square Garden

I newyorkesi lo chiamano semplicemente ‘The Garden‘, altri solo con le iniziali, quindi MSG. Tra le cose da vedere a New York, il Garden non rientra fra le attrazioni turistiche ma, al contrario, rientra tra le strutture da sempre più note al mondo e per questo visitato.
Qualunque sia il modo preferito con cui denominarlo, il Madison Square Garden è la più nota arena sportiva in grado di ospitare oltre 20.000 persone.

E’ lo stadio di pallacanestro dei New York Knicks e della squadra di ice hockey dei New York Rangers ma è anche la sede di numerosi concerti ed eventi in genere.
E’ possibile visitarlo e conoscerne anche la storia partecipando al Madison Square Garden All Access Tour, dove potrai visitare e scoprire davvero tutto di questo stadio conosciuto in tutto il mondo.

Chinatown e Little Italy

New York, Little Italy

Due quartieri posizionati entrambi a Manhattan ognuno con una sua storia e una sua prospettiva. Sostanzialmente definiamolo un percorso gastronomico tra le due più grandi realtà di immigrazione della città alla metà del secolo scorso.

Esiste anche un vero e proprio tour guidato a piedi dove l’obiettivo è quello di far conoscere e sopratutto assaggiare le specialità gastronomiche dei due Paesi.
Che tu voglia provare dei ravioli cinesi, della mozzarella o qualsiasi pietanza tipica della nostra gastronomia o di quella cinese, preparati ad osservare, assaggiare ed acquistare prodotti interessanti.
Un vero e proprio viaggio nella gastronomia.


Ti piace? Condividi con i tuoi amici!

0
31 condividi