Condividi su:

Nevada’s Great Basin Highway | Paesaggi naturali spettacolari

Leggi tutti gli articoli degli Stati Uniti

Icona articolo onemagSul Nevada si pensa immediatamente alla città dei sogni: ⇒ Las Vegas.
Tuttavia, questo esteso lembo di territorio americano custodisce diversi luoghi e paesaggi alquanto interessanti, nonché del tutto alternativi. Lungo la dorsale est del Nevada si sviluppa la US Route 93, che connette da nord a sud l’Arizona al Montana, giusto al confine con il Canada. Per un tratto la US Route 93 è chiamata Great Basin Highway, in riferimento all’omonimo Parco Nazionale che vi si incontra durante il viaggio. Complessivamente, la Nevada’s Great Basin Highway si sviluppa per 355 miglia, poco più di 570 chilometri, e per visitarla al suo meglio è consigliato un itinerario di 4-5 giorni, sostando nelle varie cittadine che spalleggiano l’highway. A rendere la Route 93 interessante è la presenza del Parco Nazionale Great Basin, a cui si aggiungono ben otto parchi statali e varie cittadine accoglienti e graziose. Il viaggio in questa autostrada comincia immergendovi nel tipico paesaggio rossastro, con formazioni rocciose da forme improbabili e canyon di arenaria. Man mano che si segue il percorso rettilineo il paesaggio si trasforma, presentando creste montuose e fitte foreste di pini.

Itinerario US Route 93 | Cosa vedere nella Nevada Great Basin Highway

Valley of Fire State Park in Nevada
Valley of Fire State Park, Nevada

Uscendo da Las Vegas, seguendo la strada in direzione est, la prima importante attrazione è la Valley of Fire State Park. Questo suggestivo lembo di territorio protetto si caratterizza per le formazioni naturali di arenaria rossa, laddove, nascoste in bellavista, si possono ammirare incisioni rupestri scolpiti da antiche popoli nativi.
Qua siamo all’estremità meridionale dello Stato del Nevada. Bastano pochi chilometri per imboccare, finalmente, la US Route 93.

Caliente e i suoi parchi

Kershaw-Ryan State Park
Kershaw-Ryan State Park, Nevada

Per la prossima tappa è necessario fare un lungo viaggio di circa 2 orette.
Raggiungiamo Caliente, dove si trovano ben due State Parks davvero eccellenti.
Il primo è il Kershaw-Ryan State Park, caratterizzato da un paesaggio molto peculiare, che unisce i canyon del Nevada meridionale, con le fareste fitte, tipico invece dell’area più settentrionale. Da esplorare sono le sue valle lussureggianti, con tanto di sorgenti naturali, mentre ai bordi delle vallate il paesaggio si compone per numerosi vigneti e fiori selvatici. Interessante l’ipotesi di visitarlo in mountain bike, pur mantenendo una certa attenzione riguardo i tanti cervi selvaggi che pascolano liberamente.

Il secondo è il Beaver Dam State Park, caratterizzato da tanti ruscelli e cascate immerse in una fitta foresta di alti pignoni e ginepri. Ricchissima è la fauna selvatica, favorita dalla sua posizione abbastanza remota. Qua è possibile comunemente osservare istrici, volpi e grandi aironi blu. Da non perdere è l’Oak Knoll Trail, dove poter pescare la trota iridea.

Cathedral Gorge State Park a Panaca

Cathedral Gorge State Park
Cathedral Gorge State Park, Nevada

Poco più nord troviamo Panaca, sede del suggestivo Cathedral Gorge State Park, caratterizzato da guglie rocciose e formazioni di argilla, generatosi dall’erosione e dall’attività vulcanica di milioni di anni fa. Qua sono disponibili due principali sentieri escursionistici, rispettivamente lunghi 1,6 e 6,5 chilometri, da cui si può godere di eccellenti panorami sul paesaggio circostante.

Echo Canyon State Park e Spring Valley State Park a Pioche

La prossima tappa è a Pioche, una piccola località nota per il suo passato da centro nativo. Circa 1000 anni fa i nativi di Fremont si recavano all’odierno Echo Canyon State Park per cacciare e pescare, finché i coloni, tra il XVIII e il XIX secolo giunsero rendendo questi lembi di territorio coltivabili. Interessante è l’idea di un’escursione sul sentiero di 4 chilometri Ash Canyon sul bordo della valle, così come una pausa relax in barca nel bacino d’acqua di 26 ettari, dove pescare trote e spigole.
Sempre a Pioche si trova un’altra riserva protetta: la Spring Valley State Park, generata dall’attività vulcanica, che scavò la lunga vallata con canyon tinti di grigio, rosa e bianco. Si può nell’Eagle Valley Reservoir, visitare la fattoria Ranch House del 1800 e vivere un’escursione a George Washington Rock.

Ward Charcoal Ovens State Historic Park

Ward Charcoal Ovens State Historic Park
Ward Charcoal Ovens State Historic Park, Nevada

Altra tappa altra magica esperienza: questo è il Ward Charcoal Ovens State Historic Park. Strutture a forma di cono, omonime del parco, furono utilizzate come forni negli anni ’70 dell’Ottocento per lavorare l’argento trovato dai minatori, trasformandosi presto in ottimi posti dove i fuorilegge potevano nascondersi. Contornato dalle montagne Egan, questo sito ospita anche foreste piene di cervi, galli cedroni e alci. A Willow Creek si pesca la trota con la lenza in un laghetto alimentato dall’acqua di sorgente di montagna.

Cave Lake State Park ad Ely

Al Cave Lake State Park ad Ely si possono pescare le trote e gamberi d’acqua dolce, oltre che nuotare nel bacino d’acqua esteso circa 13 ettari. Ottima idea quella di un’escursione in mountain bike su sentieri adatti a tutte le esperienze. Il Lake Overlook Trail di 7,2 chilometri offre, infine, uno dei migliori panorami finora ammirati in questi itinerario. I mesi invernali qui offrono opportunità per la pesca sul ghiaccio, pattinaggio, slittino, motoslitta e sci.

Il viaggio vicino a Baker nel remoto e tranquillo Great Basin National Park, sede del maestoso Wheeler Peak nella Snake Mountain Range. Ricca è la fauna selvatica, composta da specie come linci rosse, coyote, alci e conigli. Qua si trovano le imponenti grotte di Lehman, dove si trovano alcune formazioni lacustri più misteriose e suggestive degli States. La sera, inoltre, offre un cielo limpidissimo, privo di inquinamento luminoso, dove poter ammirare un cielo riccamente stellato.


 

Condividi su: