National Gallery, Londra | Visitare la National Gallery

Cosa vedere alla National Gallery di Londra, situata in Trafalgar Square, è una delle più importanti pinacoteche esistenti al mondo. All'interno dell'edificio, costruito dall'architetto e archeologo inglese William Wilkins, sono ospitati oltre 2.300 dipinti che ricoprono l'intera pittura europea dal Medioevo al Novecento. Nel 1991 la sede è stata ampliata realizzando la Sainsbury Wing, l'edificio inaugurato il 9 luglio 1991 dalla Regina Elisabetta II. Distaccata rispetto all'edificio principale, la struttura è stata realizzata dall'architetto Venturi e disposta su cinque piani. Al suo interno trovano riparo alcune tra le tele più antiche e fragili, oltre a sale adibite a mostre temporanee, un negozio e anche un ristorante. Ecco la National Gallery di Londra.2 min


Visitare la National Gallery di Londra

Visitare la National Gallery di Londra

Londra | Cosa vedere a Londra, la guida completa

Icona articoloSituata in Trafalgar Square, la National Gallery di Londra è una delle più importanti pinacoteche esistenti al mondo. All’interno dell’edificio, costruito dall’architetto e archeologo inglese William Wilkins, sono ospitati oltre 2.300 dipinti che ricoprono l’intera pittura europea dal Medioevo al Novecento.

La storia della National Gallery

La National Gallery è di proprietà del popolo britannico. Per questa ragione accedervi non ha alcun costo, tranne che per eventi particolari.
L’edificio che lo ospita, definito “pilastro della nazione“, è in stile neoclassico, completato nel 1838 e costruito da William Wilkins.

La Pinacoteca è stata inaugurata nel 1824 e la sua prima sede fu un piccolo edificio sulla Pall Mall. Lo scopo era quello di avvicinare il popolo londinese all’arte, in modo che potesse essere di ispirazione ai giovani e di conoscenza per gli adulti.
Per questa ragione il governo decise di stanziare £57.000 per acquistare il primo lotto di dipinti, 38 quadri appartenuti al banchiere Julius Argerstein, noto collezionista.
Fu l’inaspettato successo che costrinse gli organizzatori a spostarlo nell’attuale sede, da poco realizzata.
Durante il secondo conflitto mondiale i dipinti vennero trasferiti nel Galles, ritenuto più sicuro rispetto all’edificio londinese.

Nel 1991 la sede è stata nuovamente ampliata realizzando la Sainsbury Wing, ulteriore edificio inaugurato il 9 luglio 1991 dalla Regina Elisabetta II.
Distaccata rispetto all’edificio principale, la struttura è stata realizzata dall’architetto Venturi e disposta su cinque piani. Al suo interno trovano riparo alcune tra le tele più antiche e fragili, oltre a sale adibite a mostre temporanee, un negozio e anche un ristorante.

Link-uscita icona Scopriamo quando andare a Londra | Guida al clima di Londra

La collezione della National Gallery

Visitare la National Gallery di LondraSono migliaia i dipinti che compongono l’intera collezione della National Gallery, distribuiti tra l’edificio principale e la nuova Sainsbury Wing.
Nella nuova ala viene trattato il periodo che parte dal 1260 al 1510.
La visita alla National Gallery è suddivisa in sezioni cronologiche:

  • Sezione 1°: Ricopre il periodo dal XIII al XV secolo con vari dipinti italiani ed europei.
  • Sezione 2°: E’ interamente dedicata al XVI secolo e al suo interno sono conservate, tra l’altro, opere di Michelangelo, Raffaello e Da Vinci.
  • Sezione 3°: Siamo invece nell’ala dedicata al XVII secolo con vari dipinti italiani, olandesi e spagnoli. Qui meritano le opere di Caravaggio, Van Dyck e Rembrandt, tra le altre.
  • Sezione 4°: L’ultima sezione ricopre cronologicamente l’ultimo periodo trattato dalla National Gallery, ovvero dal XVIII secolo fino al primo Novecento.

La National Gallery è aperta tutti i giorni dalle 10 alle 18 con chiusura alle 21 il venerdì.



Like it? Share with your friends!