Cosa vedere a Nancy,
la piccola affascinante città della Lorena

Tutti gli articoli della Francia

!function(){“use strict”;window.addEventListener(“message”,(function(e){if(void 0!==e.data[“datawrapper-height”]){var t=document.querySelectorAll(“iframe”);for(var a in e.data[“datawrapper-height”])for(var r=0;r<t.length;r++){if(t[r].contentWindow===e.source)t[r].style.height=e.data["datawrapper-height"][a]+"px"}}}))}();

 

icona-articoloNancy è un’affascinante località situata nell’area nord-orientale della Francia, a breve distanza da Strasburgo. Nancy è particolarmente nota per il suo centro urbano in stile architettonico tardo barocco e art nouveau. La sua storia la ricorda capitale del Ducato di Lorena e oggi è un punto di riferimento per il turismo in Francia grazie alla sua particolare bellezza rinascimentale e per la sua strategica posizione a cavallo tra Germania, Lussemburgo e Belgio.

L’aspetto particolarmente sfarzoso di cui Nancy è stato voluto dal re polacco Stanislas Leszczynski, governatore della Lorena. Nel XVIII secolo, il Duca di Lorena rese più elegante e caratteristica l’allora piccolo agglomerato urbano. Nancy è oltretutto una città patrimonio dell’umanità UNESCO, ricca di cose da vedere e simboleggiata da un centro storico di eccezionale bellezza. Pronti quindi a scoprire le cose da vedere a Nancy, Francia?

 

 

Cosa vedere a Nancy, Francia

Sono poco più di 100.000 i residenti di questa imperdibile città nel nord-est della Francia, visitata per i suoi edifici in stile Art Noveau e tardo barocco. Logico ovviamente a scoprirla dal suo centro storico, la città vecchia, la zona a più alta densità di monumenti e attrazioni, molti piuttosto vicini tra loro.

 

La Città Vecchia

Iniziamo quindi a scoprire cosa vedere a Nancy partendo dalla Città Vecchia, delineata da tre grandi arterie stradali, Rue Saint-Dizier, Rue Saint-Georges e Rue Saint-Jean.

Lungo la Rue Saint-Georges è situata l’imponente cattedrale risalente al 18° secolo, caratterizzata da interni in barocco e da un affresco sulla cupola dipinto da Claude Jacquart, e, alla fine della strada, la Porte Saint-Georges. La Città Vecchia di Nancy è di origine medievale, caratterizzata da eleganti edifici rinascimentali e da importanti monumenti storici.

 

Piazza Stanislao

Nancy, Piazza Stanislao

Simbolo indiscusso di Nancy è Piazza Stanislao, tra le più grandi di tutta la Francia, dove ai suoi lati sorgono il Municipio e vari uffici governativi. Qui al suo centro è in bella mostra il monumento dedicato all’omonimo vescovo cattolico polacco, Stanisław ze Szczepanowa, a capo della diocesi di Cracovia dal 1072 sino alla sua morte.

Si tratta di un grande complesso di edifici settecenteschi di particolare fascino, oggi rimessi a nuovo grazie al restauro del 2005 che l’ha resa completamente pedonale, arricchendola di una pavimentazione con diagonali scure. Si tratta della piazza più visitata della città di Nancy, primato condiviso con le altre due importanti piazze cittadine, Place de la Carrière e Place d’Alliance. La prima potrà essere velocemente raggiunta attraversando l’Arco di Trionfo, riconoscibile per la sua impronta verde data dai tanti alberi.

Qui hanno sede alcuni dei più importanti edifici cittadini, tra cui il Municipio e il Teatro dell’Opera. Sul lato occidentale ha invece sede il Museo delle Belle Arti, tra i più antichi di Francia, risalente al XVIII secolo. Da centro nevralgico cittadino, la piazza viene familiarmente chiamata nel più breve Place Stan dagli abitanti e dal 1983 è inserita all’interno della lista dei Patrimoni dell’Umanità dall’UNESCO

 

Il Municipio, l’Hotel de Ville

Cosa vedere a Nancy, l'Hotel de Ville (Municipio)Rimaniamo in Piazza Stanislao per iniziare a scoprire la prima importante attrazione, il Municipio.

Siamo in uno degli edifici simbolo della città e in assoluto fra i più visitati, un palazzo la cui facciata richiama gli sguardi dei turisti  per la sua raffinata eleganza. Al suo interno, accolti da una scalinata in ferro battuto, si potranno visitare alcune delle sale, tutte elegantemente decorate e arredate, tra cui il Grand Salon e il Salon Carré. Questa è oggi anche la sede dell’ufficio turistico cittadino, per cui visitatelo senza alcun timore e chiedete informazioni su tutte le attrazioni.

La sua costruzione risale al 1752 e la sua inaugurazione avvenne giusto tre anni più tardi, quando il Palais de Stanislas, il nome con cui gli abitanti lo definiscono, è stato aperto al pubblico. Oggi per visitarlo ci si potrà recare ogni giorno settimanale, tranne sabato e domenica, fino a tardo pomeriggio. Se ne avete la possibilità ammiratelo anche nelle ore serali quando la sua illuminazione lo rende ulteriormente affascinante.

Bordeaux, scopriamo le attrazioni della città vinicola di Francia

Bordeaux, solito ed insolito da visitare nella città al centro della regione vinicola più nota di tutta la Francia. Tra le cose da vedere a…

Museo delle Belle Arti

Pochi passi saranno necessari per raggiungere il → Museo delle Belle Arti, posto al civico 3 della Piazza Stanislao.

Siamo in uno dei più importanti musei di Francia, ospitato in un palazzo del XVIII secolo, dove all’interno è presente una collezione di arte europea compresa nel periodo tra il XIV e il XXI secolo.
La sua fondazione si deve proprio al duca Stanislas nel 1793 e durante i secoli la collezione si è talmente ampliata da rendere necessario un’ampliamento della struttura.

Oltre alla collezione, il palazzo conserva, nel suo seminterrato, i resti di quella che era l’antica città medievale, le fortificazioni in uso dal XV al XVII secolo. Il piano dell’ingresso è invece sede dei dipinti del XIX e XX secolo mentre i piani superiori propongono una esposizione in rigoroso orgine cronologico. Il museo ha come giorno di chiusura il martedi.

Cosa vedere a Grenoble

Grenoble, la città della Francia dove visitare il Museo Archeologico e la Bastiglia, costruita tra il 1823 e il 1848 come protezione…

Cattedrale di Nancy

Cosa vedere a Nancy, la CattedraleLa Cattedrale di Nancy risale al XVIII secolo ed è stata progettata dagli architetti Jules Hardouin-Mansart e Germain Boffrand in stile barocco.

La costruzione della Cattedrale di Nancy è durata per 35 anni, dal 1707 al 1742, ed a partire dal 1909 è stata dichiarata Monumento Nazionale. Al suo interno sono conservati numerosi affreschi, dipinti ed icone religiose, realizzati da diversi artisti francese tra il XVIII ed il XIX secolo.

Il simbolo per eccellenza della Cattedrale di Nancy è l’organo a canne maggiore, situato sulla contorta in controfacciata e risalente al 1763 dai fratelli organari Dupont. Nel corso degli anni l’organo è stato più volte restaurato, pur mantenendo la struttura e l’estetica originale.
L’ultimo restauro risale al 2012 e ad oggi l’organo è costituito da 54 note, con una pedaliera di 30 con un totale di 4194 canne.

 

Le Mans, la città della corsa automobilistica

Le Mans, la cittadina francese non molto lontana da Parigi nella regione della Loira, famosa per la nota corsa automobilistica. Tra le cose da vedere…

Basilica di Saint-Epvre

Cosa vedere a Nancy, la Basilica di Saint-EpvreTra le cose da vedere a Nancy da non perdere è la Basilica di Saint-Epvre, situata nel centro storico coronata da una guglia alta 87 metri, osservabile anche da Piazza Stanislao.

La chiesa esternamente si presenta in stile gotico e, nonostante il suo aspetto medievale, la Basilica di Saint-Epvre risale al XI secolo, per sostituire una chiesa precedente di più piccole dimensioni.

 

Saint-Tropez, il villaggio in Costa Azzurra

Cosa vedere a Saint-Tropez, il villaggio dei pescatori in Costa Azzurra, luogo di rifugio di Pablo Picasso e Giorgio Armani, meta tra le più rinomate…

Place Vaudémont

Prosegue il nostro itinerario presso la Città Vecchia di Nancy a Place Vaudémont, sede storica della Porta di Saint-Nicolas, che delineava l’ingresso in città durante il rinascimento.

A seguito della costruzione dei quartieri periferici che sarebbero divenuti la Città Nuova, Place Vaudémont è stata modificata, costruendo al suo lato il bastione di Haussonville, costruito per contornare la porta di Sain-Nicolas e delineare il confine tra periferia e Città Vecchia.
Inoltre il Bastione di Haussonville porta la firma di un ingegnere italiano, Antonio da Bergamo, che modernizzò l’impianto murario.

 

Roussillon, il paradiso rosso in Francia

Visitiamo Roussillon, il paradiso rosso della Francia nonché il più grande giacimento d’ocra al mondo. Tra le cose da vedere a Roussillon citiamo le vecchie…

Rue des Maréchaux

Cosa vedere a Nancy, Rue des Marechaux
Rue des Marechaux a Nancy

Tra le principali arterie stradali della Città Vecchia di Nancy, rue des Maréchaux è una delle più antiche strade di Nancy, risalente al XII secolo.

L’arteria è stata anche il luogo di nascita di Joseph Hugo, il padre di Victor Hugo che nel 1773 è nato al civico 29, oggi ricordato per una targa commemorativa posta sulla facciata della storica abitazione nel 1992, centenaio della nascita di Victor. La strada, interamente pedonale, è oggi il luogo di riferimento per la gastronomia, con alcuni dei più importanti ristoranti di tutta città, tanto da essere definita la Strada dei Buongustai. Se volete visitarla, fatelo nelle ore di pranzo o cena, dove assisterete a una folla sempre piuttosto numerosa intenta alla ricerca di un locale.

 

Ecco Grasse, la città del profumo

Cosa vedere a Grasse, la città del profumo dove poter anche ammirare lo storico museo proprio dedicato alle fragranze. Tra le cose da vedere a…

Place Lafayette

Cosa vedere a Nancy, Place LafayetteAl termine della rue des Maréchaux si accederà a un’altra piazza importante tra le cose da vedere a Nancy, la Place Lafayette.

La sua realizzazione risale agli inizi del XIX secolo sulla pianta di un palazzo pre-esistente. Oltre ad ammirare gli storici palazzi che qua affacciano, merita una visita per la statua equestre di Giovanna d’Arco, eccezionale opera scultorea creata dall’artista Emmanuel Fremiet.

 

Mougins, scopriamo il villaggio di Picasso

Guida di Mougins, scopriamo il villaggio di Picasso in questo elegante comune situato in Provenza, poco distante da Cannes, con circa 19.000 abitanti. Tra le…

Parc de la Pepiniere

Cosa vedere a Nancy, Parc de la PepiniereConcludiamo la nostra visita al centro storico di Nancy con un momento di pausa, quello offerto dal Parco de la Peniniere, chiamato simpaticatamente La Pap dai suoi abitanti.

Siamo a poca distanza dal nostro punto di partenza, la Place Stanislas, ed è perfetto anche come tappa intermedia, trovandosi a poca distanza da diverse delle attrazioni sopra citate. Il parco è il principale della città e al suo interno, tra aiuole e panchine, si trova un palco che ospita talvolta delle bande musicali. Le sue dimensioni, oltre 23 ettari, potrebbero anche indirizzarlo come attrazione unica, da vedere in una mattinata o verso sera, specie se nel periodo estivo.

Nelle giornate pomeridiane, viene letteralmente invaso da studenti ma anche da mamme intente a far divertire i più piccoli. Numerose anche le manifestazioni che vengono organizzate, oltre a vari eventi tra cui concerti oppure mostre varie. L’attrazione principale rimane probabilmente il suo laghetto, dove vivono serenamente i pavoni, spesso visitato anche da scimmie e altri animali che vivono al suo interno.

 

Mentone, la città del limone della Costa Azzurra

Mentone, la città della Costa Azzurra a due passi dal confine italiano sede di musei e dal mare turchese che la circonda. Tra…

Musei di Nancy

Oltre al già citato Museo Nazionale delle Belle Arti, Nancy è una città tradizionalmente visitata anche per i suoi altri musei.

Interessante il → Museo della Scuola di Nancy, inaugurato nel 1964 e divenuto tra i principali musei della Lorena. Il Museo della Scuola di Nancy ha sede in un elegante edificio contornato da un ampio parco ricco di flora colorata, a sua volta sede di un piccolo acquario che riesce ad intrattenere grandi e piccini.

Altro museo da inserire tra le cose da vedere a Nancy è il Museo Storico della Lorena, al cui interno sono custodite diverse opere d’arte, di cui molti dipinti e stampe, e vari cimeli inerenti alla storia della città. Inoltre, il Museo Storico della Lorena è situato in un ampio terreno, dentro cui ha sede una piccola chiesa francescana.

Uscendo poco fuori Nancy merita una visita il Castello di Montague, eretto nel 18° secolo. Durante il corso dei secoli, il Castello di Montague ha subito numerose ristrutturazioni e ritocchi, trasformando quasi completamente il suo aspetto. L’ultimo di questi restauri è datato alla fine del 19° secolo, senza che in seguito venisse più rimaneggiato in alcun modo. Durante il XX secolo il Castello di Montague è stato di proprietà dell’archeologo Eduard Salin. Oggi il Castello di Montague ospita un piccolo museo archeologico, dentro cui è ospitata una ricca collezione di mobili antichi e opere d’arte oltre a reperti archeologici.

 

Fontainebleau, la città del Castello Reale francese

Fontainebleau, la cittadina francese situata a sud di Parigi, è famosa grazie al suo imponente castello. Tra le cose da vedere a Fontainebleau citiamo il…

Quando andare a Nancy

Cosa vedere a Nancy, il centro storicoIl periodo migliore per quando andare a Nancy è durante la stagione estiva, la più secca e piacevole dell’anno. Le temperature a Nancy si assestano mediamente sui 25 gradi in estate, con picchi che possono superare i 35 gradi nei pomeriggi più caldi.

In alternativa anche le mezze stagioni possono essere ottime per il turismo a Nancy, in quanto le temperature sono abbastanza miti, una media di 17 gradi ad Aprile, ma più piovose rispetto all’estate. L’inverno è particolarmente rigido e sono anche comuni alcune nevicate.

 

Continua a scoprire la Francia:

Ultimo aggiornamento 30 agosto 2022