Museo Peranakan, la cultura ibrida del sud-est asiatico
Condividi su:

Museo Peranakan, Singapore

Mappa del Museo Peranakanicona-articoloTra le tante attrazioni di Singapore, abbiamo scelto di parlarvi del Museo Peranakan, l’istituto culturale dedicato a un popolo, i Peranakan, che discendono da cinesi o indiani e che hanno sposato donne malesiane. La cultura Peranakan, traducibile in malese come nato proprio qua, identifica le donne come nonya mentre gli uomini come baba. Il popolo era riconoscibile per il suo abbigliamento, particolarmente curato con gioielli e calzature valorizzate da perline colorate. Tuttavia il popolo era soprattutto noto per la sua gastronomia, una miscela di sapori unica e ancora oggi cucinata in molte zone della Malesia.
Unico museo al mondo del genere, il Museo Peranakan è da inserire tra le cose da vedere a Singapore per la sua esclusività ma anche per scoprire chi viveva in passato nel territorio dell’attuale città-stato.

Il Museo Peranakan di Singapore

La storia del Museo

Il Museo Peranakan di Singapore, facciata

Costruito originariamente nel 1912, il museo è il più completo e ricco istituto culturale del genere in tutto il mondo. Sviluppato su ben tre piani, il Museo Peranakan illustra nei dettagli le tradizioni culturali dell’omonimo popolo le cui origini risalgono al XV secolo, anche se le prime tracce di immigrazione cinese risalgono addirittura al X secolo.

Il Museo Peranakan offre un’esperienza stimolante ed educativa, in grado di descrivere accuratamente la cultura della comunità Peranakan nella regione. Il museo è una struttura esterna del Museo delle civiltà asiatiche, che opera sotto il National Heritage Board.
A partire dal gennaio del 2006 il Museo chiuse l’ala armena per affrontare un’importante rinnovamento. A seguito di questo evento, la direzione del museo ha scelto di creare l’attuale esposizione dedicata alla tradizione Peranakan.

Cosa vedere nel Museo Peranakan

Il Museo Peranakan di Singapore, dettaglio esposizione

Al suo interno troviamo la più particolare e completa collezione di manufatti e oggetti della cultura Peranakan, in grado di richiamare ogni anno oltre centomila visitatori. La recente ristrutturazione, inoltre, ha permesso di ampliare del 25% lo spazio espositivo, permettendo di riprodurre la tipica abitazione peranakaniana e di riprodurre lo stile di vita.
Nelle zone adiacenti avrete anche modo di assaggiare la tipica cucina o acquistare un souvenir, tra cui anche gli abiti, nei vari negozi a tema.

Il museo è stato inaugurato ufficialmente il 25 aprile 2008, con dieci gallerie permanenti che espongono i temi principali della vita di Peranakan. Una caratteristica centrale del museo è il letto nuziale Peranakan che un tempo apparteneva alla signora Quah Hong Chiam di Penang, e proprio il letto in cui ha dato i natali ai primi sette dei suoi undici figli.

Il museo è caratterizzato da un’ampia collezione riguardante la cultura Peranakan e alle varie comunità Peranakan a Singapore, Malacca, Penang e nel Sud-est asiatico. Questo favorisce anche la comprensione di una cultura piuttosto distante rispetto anche a quella in essere attualmente nel territorio asiatico. Ceramiche, opere d’arte, documenti antichi, cimeli storici e molto altro ancora.

location_icon onemag39 Armenian St,
Singapore

Icona web onemagSito ufficiale

 

Scopriamo Singapore

Singapore, la città-stato del Sud-Est asiatico
Le spiagge di Singapore, benvenuti a Sentosa Island
Benvenuti nell’aeroporto del futuro, Singapore Changi
Singapore Flyes, l’attrazione più amata dai turisti
Gardens by the Bay, il giardino sospeso di Singapore
Little India, il quartiere indiano di Singapore
Il quartiere Chinatown di Singapore
Clarke Quay, l’imperdibile quartiere di Singapore
Strada del Mercato di Chinatown a Singapore
Singapore, guida alla cucina locale
Parco Hong Lim di Singapore
Tempio Sri Mariamman di Singapore
La passeggiata a Fort Canning Park
Orchard Road, lo shopping a Singapore

Ultimo aggiornamento: 20 Dicembre 2020


 

Condividi su: