Condividi su:

Museo Nazionale di Tokyo | Il più importante museo in Giappone

Leggi tutti gli articoli del Giappone

Mappa del Museo Nazionale di Tokyo
Mappa del Museo Nazionale di Tokyo

Icona articolo onemagIl Museo Nazionale di Tokyo è un’importante pezzo di storia della capitale giapponese, così come di tutta la nazione. È il più antico museo del Giappone: fondato nel 1872, il Museo Nazionale di Tokyo è situato dentro il Parco di Ueno, a sua volta il primo parco pubblico del paese, ed è uno dei simboli di maggior espressione dell’immediato post rinnovamento Meiji.

Antico quanto imponente, l’istituzione del Tokyo National Museum si sviluppa in ben cinque edifici separati e conserva un ammontare (tra opere, documenti, reperti) di oltre centocinquantamila oggetti. Facile intuire che il solo TNM richieda più di un giorno, ma forse anche più di due, per essere visitato almeno nelle sue più importanti sale. Infatti, se si contano tutti gli edifici e tutte le sale aperte al pubblico, l’espansione del Museo Nazionale arriva a toccare i centomila metro quadrati.

È il più antico museo del Giappone, ma il suo attuale nome è relativamente recente. Infatti, in origine il centro espositivo era noto come Museo Imperiale, trasformato poi in Museo della Casa Imperiale di Tokyo, assumendo il suo attuale, importante, nome, solo nel 2001. Basta anche uno sguardo rapido per scorgere la bellezza degli antichi edifici in cui ha sede il museo, un complesso d’architettura mista, che spazia da quella pseudo-europea, a quella tradizionalista e, infine, contemporanea, presso il padiglione del Tesoro dell’Horyu-ji. Purtroppo, però, i più antichi organi del complesso furono gravemente danneggiati a seguito del devastante terremoto del 1923, lo stesso che provocò più di centomila vittime.

OneMag-logo
Link-uscita icona Asakusa: tappa imperdibile al vivace quartiere di Tokyo

Cosa vedere nel Museo Nazionale di Tokyo

Cosa vedere nel Museo Nazionale di Tokyo, ingresso al museo
Cosa vedere nel Museo Nazionale di Tokyo, ingresso al museo | Iyhon Chiu / Flickr

Il centro espositivo è inserito nel gruppo dei musei nazionali del Giappone, che comprende anche quelli di Kyushu, Kyoto e Nara. Il TNM è, di gran lunga, il più esteso e ricco del gruppo dei musei nazionali del Giappone, fondato nel Santuario di Yushima Seido e trasferito non molti anni più tardi nel Parco di Ueno. Degli oltre centomila pezzi che compongo la ricca collezione, quattromila sono regolarmente esposti nella mostra permanente e circa un centinaio sono insigniti come Tesori Nazionali. A completare l’esposizione permanente troviamo diverse mostre temporanee, disponibili periodicamente durante l’intero arco dell’anno.

OneMag-logo
Link-uscita icona Asakusa, Tokyo | Cosa vedere ad Asakusa

Gli edifici del Tokyo National Museum

Il cuore del Museo Nazionale di Tokyo è nell’edificio Honkan, il principale del complesso, al cui interno si trova un’eccezionale percorso a tema artistico e storico. Qua si scopre in maniera molto approfondita l’arte buddista, i costumi del teatro kabuki e, ancora, antiche spade e armature samurai, oltre a oggetti artigianali e reperti storici di vario genere. Ogni esposizione è composta da un accurata traduzione in inglese, così da permettere una facile comprensione di quanto si ammira.

Il secondo edificio del complesso museale è il Toyokan, risalente agli anni ’60 dello scorso secolo e ristrutturato nel 2013, e dedicato all’arte asiatica e ai reperti archeologici di provenienza estera, tra cui cinese e indiana. L’Heiseikan è sede dell’area dedicata alle mostre temporanee e tematiche, con una sezione dedicata all’archeologia giapponese. Altra struttura che compone il TNM è la galleria dei tesori dell’Horyuji, al cui interno è ospitata una delle più importanti gallerie di arte buddista del Giappone, composta da ben trecento opere provenienti dall’omonimo tempio Horyuji di Nara.

OneMag-logo
Link-uscita icona Il centro di Tokyo, dal Palazzo Imperiale ai musei

Le sale del Museo Nazionale di Tokyo

Museo Nazionale di Tokyo | Sculture
Museo Nazionale di Tokyo. Sculture | ask_yas / Flickr

La struttura si compone per 20 sale principali e aree espositive, ognuna delle quali dedicata a una corrispettiva tematica. Ogni sale è verosimilmente un piccolo museo, ricco di opere e reperti variegati tra loro, che offrono un panorama completo su ciò che è l’arte, la storia e la cultura giapponese e asiatica.

L’esposizione comincia presso la Sala 1, dedicata agli albori dell’arte giapponese, nel cosiddetto periodo Jomon, tra il 13000 a.C. e il 300 a.C., percorrendo anche i più recenti periodi dello Yayoi (300 a.C – 300 d.C) e Kofun (300 – 538). Rimanendo nella prima sala si visita la seconda area, la Crescita del Buddismo, che percorre il periodo Asuka (538-710) e quello Nara (710-794).

La Galleria del Tesoro Nazionale rappresenta la Sala 2, mentre la Sala 3 è dedicata all’Arte del Buddismo e di Corte, con gli affascinanti dipinti zen e a inchiostro. Quest’ultima esposizione è incentrata sui periodi Heian (794-1185), quello Kamakura (1185-1333) e Muromachi (1333-1568). La successiva Sala 4 è tra le più famose del complesso, quella di Arte della Cerimonia del Tè, che da sola merita l’intera visita al TNM.

Proseguendo il percorso la successiva mostra è dedicata all’abbigliamento dell’élite militare, dei periodi Heian (794 – 1185) ed Edo (1600 – 1868), l’ultimo prima della nascita del Giappone moderno. La mostra in questione è inserita tra le Sale 5 e 6. Anche la Sala 7 ripercorre in parte il Periodo Edo, assieme a quello di Azuchi-Momoyama (1573 – 1603 ), con una magnifica collezione dei simbolici paraventi giapponesi.

La Sala 8 vanta una ricca esposizione di arte, dipinti e calligrafie, incentrati sulla comune tematica della vita quotidiana tra i periodi AzuchiMomoyama ed Edo. La Sala 9 è dedicata alle arti giapponesi del Teatro No e del Teatro Kabuki, mentre la Sala 10, l’ultima del secondo piano, espone stampe artistiche del Periodo Edo.

La Sala 11 è la principale dedicata alle opere scultoree giapponesi. La Sala 12, invece, espone oggetti decorativi smaltati, che accompagna il visitatore all’area successiva, divisa in tre parti. Le tre aree della Sala 13 sono rispettivamente dedicate ai manufatti in metallo, alle spade giapponesi e alle ceramiche. La Sala 14 offre interessanti esposizioni tematiche, mentre la Sala 15 è dedicata ai documenti storici. Anche la Sala 16 è dedicata al passato, anzi, alle origini della vita umana in Giappone, ai cosiddetti Ainu, che popolarono le isole Ryūkyū.

La Sala 17 è incentrata sull’arte della conservazione e del restauro. La Sala 18 offre invece la più importante collezione d’arte moderna del TNM e la Sala 19 si compone di spazi educativi. L’ultima area, la Sala 20, è invece composta dal negozio del Museo.

Informazioni utili per visitare il Museo Nazionale di Tokyo

location_icon onemagIl Museo Nazionale di Tokyo è aperto tutti i giorni, fatta eccezione per il Lunedì, dalle 10 alle 16. Il periodo di chiusura completa è durante le festività di fine anno, dal 24 dicembre all’8 gennaio.

 

prezzi_icona onemagPer accedere al museo è richiesto l’acquisto di un biglietto, dal costo di 600 yen.

 

Icona web onemag Sito web: www.tnm.jp

 

location_icon onemag13-9 Uenokōen, Taitō-ku, Tōkyō-to 110-8712, Giappone

 


 

Condividi su: