Museo dell’occupazione della Lettonia a Riga

Il Museo dell'occupazione della Lettonia a Riga racconta le atrocità che ha subito il Paese durante l'occupazione da parte dell'URSS e La Germania naziasta. Scopriamo il Museo dell'occupazione della Lettonia.

Visitare il Museo dell’occupazione della Lettonia a Riga

Ci troviamo  nell’Europa nord orientale, nella capitale della  Lettonia Riga, una vivace città di pressapoco 700.000 abitanti. Celebre per la sua arte, architettura e storia,  Riga è una destinazione che tutti dovrebbero visitare almeno una volta nella propria vita.

Tra le attrazioni di maggiore rilievo presenti a Riga, oltre alla  Cattedrale della Natività di Cristo ed alla  Casa delle Teste Nere, citiamo l’eccezionale Museo dell’Occupazione della Lettonia.

Il Museo dell’Occupazione della Lettonia è il principale centro museale dedicato alla memoria nazionale sul dominio della popolazione e del territorio mettono da parte delle due potenze totalitarie occupanti dal 1940 al 1991.

Visitare il Museo dell’Occupazione della Lettonia

Un percorso che narra la storia delle ripercussioni e dei tradimenti dell’URSS e della  Germania nazista che la Lettonia ed il suo popolo subì per mezzo secolo. È il racconto di una lotta contro l’oppressione, il terrore e la violenza, contrastando gli indicibili crimini contro l’umanità e stimolando la resistenza e l’eroismo.

È un percorso dedicato soprattutto alla popolazione lettone, protagonista della forza fisica e mentale mostrata, fattore che permise di resistere e ripristinare la totale indipendenza del paese.

Le mostre del Museo

Cosa visitare a Riga

Alla mostra, in continuo ampliamento, vi è affiancata anche una o più temporanee. I visitatori vengono accolti mostrando un mini-documentario presente in quattro lingue, le più diffuse nel paese: lettone, inglese, tedesco e russo.

La mostra si presenta con una ricca collezione di cimeli e documenti storici originali, tra cui il patto Hitler-Stalin, fotografie, mappe, manifesti e manufatti. A questi si aggiunge anche un’intera area dedicata alle testimonianze dei sopravvissuti: video, diari, lettere, documenti personali, oggetti commemorativi ed opere d’arte.

Di anno in anno il Museo dell’occupazione della Lettonia osserva un costante incremento di visitatori stranieri. Non solo turisti, infatti moltissimi studenti universitari e bambini scolari provenienti da tutta Europa si recano qua per approfondire le atrocità passate nello scorso secolo.

Scopriamo Riga

Viaggio a Riga, la capitale della Lettonia
Riga, il castello sul fiume Daugava
Cosa vedere nella Città Vecchia di Riga
Riga, il Monumento alla Libertà
Casa delle Teste Nere, il medioevo di Riga
Cattedrale della Natività di Cristo di Riga
Mercato Centrale di Riga
Riga, benessere e relax nelle SPA

 

Condividi su: