Mulhouse, Francia | Cosa vedere a Mulhouse

Cosa vedere a Mulhouse, la più importante città dell'Alsazia del Sud, a breve distanza sia dalla Germania che dalla Svizzera. Tra le cose da vedere a Mulhouse citiamo la Place de la Réunion, nel cuore del centro storico, di cui rappresenta la piazza principale, dove si affacciano le principali attrazioni della città, come la Cattedrale (il Tempio di Santo Stefano), la casa Mieg, la Pharmacie au Lys, una delle più antiche in Europa a essere ancora in attivo, il Municipio, facilmente riconoscibile per la sua facciata rosea, da non perdere sono anche i due musei, del Cité de l'Automobile e del Cité du Train. Ecco cosa vedere a Mulhouse.4 min


0
Cosa vedere a Mulhouse, Francia
Condividi su:

Cosa vedere a Mulhouse

icona-articoloNell’area meridionale della Francia, nell’Alsazia del Sud, a breve distanza sia dalla Germania che dalla Svizzera ha sede Mulhouse. L’immaginario collettivo porta a pensare che Mulhouse sia una città industriale, poco attraente e inadatta al turismo. Nella realtà Mulhouse si presenta come l’esatto opposto.

Si tratta di una città vivace, ricca di murales e caratterizzata da un piacevole centro storico tra i più conservati del territorio. È una tappa strategica per tutti i viaggi on-the-road diretti verso nord. Infatti da Mulhouse si possono raggiungere tutte le principali città del Nord Europa, come ⇒ Parigi, ⇒ Amsterdam o ⇒ Amburgo.

La città di Mulhouse vanta un gran numero di attrazioni, perlopiù musei e parchi pubblici, oltre al piacevole centro cittadino ricco di street art. L’Alsazia del Sud è anche un territorio particolarmente ricco in termini enogastronomici. Impensabile non assaggiare uno dei vini locali accompagnati da un buon piatto fatto in casa.
Ecco cosa vedere a Mulhouse, in Francia.

OneMag-logo
Link-uscita icona Cattedrale di Marsiglia | Guida alla Cattedrale di Santa Maria Maggiore

Cenni storici

Mappa di Mulhouse, Francia
Mappa di Mulhouse, Francia

Nata come piccolo villaggio rurale, Mulhouse nel 1308 divenne un città imperiale. La sua movimentata storia ha portato a farla diventare un punto di riferimento per i commerci e per l’industria. Mulhouse rimase capitale dell’omonima Repubblica con il Trattato di Westfalia nel 1648, con il quale si sancì l’adesione dell’Alsazia alla Francia.

Nel 1798 Mulhouse venne inserita nel territorio francese, diventando poi tedesca nel 1870 e tornando nuovamente in Francia alla fine della Grande Guerra. La città fu occupata dalle truppe naziste durante la Seconda Guerra Mondiale, venendo poi liberata nel 1944.

Oggi Mulhouse conta più di 110 mila residenti ed è una delle città francesi che più tra tutte si definisce ‘indipendente‘, a partire dalla religione, in quanto si pratica il culto protestante. Ciò per cui è più nota la città è la sua notevole importanza in ambito industriale, soprattutto tessile e automobilistico, sviluppatesi a parte dagli anni ’60 dello scorso secolo.

OneMag-logo
Link-uscita icona Champs-sur-Marne, Francia | Guida alla città e al suo castello

Cosa vedere a Mulhouse

Cosa vedere a Mulhouse, il Municipio
Mulhouse, il Municipio

Mulhouse grazie ai ricavati dalle floride industrie è riuscita ad affermarsi come destinazione turistica. La principale attrazione da visitare è la Place de la Réunion, nel cuore del centro storico, di cui rappresenta la piazza principale. Con Réunion si fa riferimento alla storica unione alla Repubblica Francese nel 1798.
Ecco le cose da vedere a Mulhouse.

OneMag-logo
Link-uscita icona Bordeaux, solito ed insolito da visitare in città

Place de la Réunion

Cosa vedere a Mulhouse, Place de la Réunion
Mulhouse, Place de la Réunion

Nella Piazza sono presenti alcuni edifici storici di grande pregio. Il più importante è il Tempio Saint-Etienne, situato a due passi sia dal Municipio di Mulhouse che dalla nota Farmacia di Lys. Nel cuore della piazza si erge un’elegante statua di un’alabardiere: l’alabarda, una delle più utilizzate armi per il combattimento ravvicinato, è simbolo di sicurezza e protezione alla città.

Nella piazza spicca per bellezza l’Hôtel de Ville, uno storico edificio del XVI secolo facilmente riconoscibile per la sua struttura rosea. Dichiarato monumento storico nel 1961, l’Hôtel de Ville di Mulhouse è stato più volte restaurato nel corso dei secoli. Gli interventi di ristrutturazione hanno permesso di mantenere la sua struttura conservata egregiamente. Oggi, inoltre, è la sede del Museo storico di Mulhouse.

Il tempio Saint-Etienne è un’esempio unico d’architettura neogotica in Francia. Si tratta del più alto edificio di culto protestante nel paese ed è intitolato a Santo Stefano. È la principale chiesa cittadina, motivo per cui è spesso chiamata Cattedrale di Mulhouse, e le sue fondamenta risalgono al XIV secolo, sebbene il suo aspetto attuale gli sia stato conferito nel XIX secolo.

Un’altra attrazione storica di Mulhouse è la Maison Mieg, la Casa Mieg, risalente al XVI secolo e caratterizzata dalla sua alta torre centrale. L’edificio è appartenuto all’omonima famiglia Mieg sino alla metà del 1800 e oggi attira numerosi visitatori per la sua particolare facciata in trompe-l’œil.

Il quarto edificio storico di Place de la Réunion è la Pharmacie au Lys, una delle più antiche in Europa a essere ancora in attivo. La Farmacia ha sede nel suo attuale edificio dal 1649. La struttura che la ospita è stata restaurata nel 1634, intervento che conferì all’edificio un maggiore spazio interno. Sulla facciata è possibile intravedere le iniziali dell’originale proprietario e di sua moglie, rispettivamente Henri Risler e Catherine Hartmann.

OneMag-logo
Link-uscita icona Nancy, cosa vedere nella città francese

Le altre attrazioni di Mulhouse

Cosa vedere a Mulhouse, Tempio di Saint-Etienne (Santo Stefano)
Mulhouse, Tempio di Saint-Etienne (Santo Stefano)

Uscendo dalla piazza, in direzione Rue des Rabbins, è possibile visitare la sinagoga di Mulhouse, il principale luogo di culto ebraico nel sud-est della Francia. Fino all’adesione nel territorio francese, a Mulhouse era possibile praticare esclusivamente il culto cattolico protestante. Né i cristiani né gli ebrei avevano diritto di residenza in città.
Con il divieto annullato, sia le comunità cristiane, che quelle ebree, cominciarono a popolare la città e furono costruiti nuovi edifici di culto, tra cui appunto la Sinagoga, inaugurata nel 1849 in stile neoclassico.

Molto interessante è poi la chapelle Saint Jean, costruita nel XIII secolo per mano dei Cavalieri dell’Ordine dell’Ospedale di San Giovanni di Gerusalemme. al suo interno si conservano numerosi affreschi dal valore inestimabile, perlopiù realizzati nel XVI secolo e raffiguranti la vita di San Giovanni Battista. Oggi la cappella è stata ristrutturata e trasformata per ospitare concerti ed eventi.

Mulhouse conserva ancora alcune testimonianze del suo passato medievale. A simboleggiare il passato della città vi sono tre torri, tutte ubicate nel centro storico, ognuna delle quali egregiamente conservata. La Tour Nessel e la Tour du Diable sono ubicate nell’area sud-ovest del centro storico, non molto distanti dalla chapelle Saint Jean. La terza torre, la Tour Bollwerk, è ubicata invece nel lato opposto della città vecchia.

Consigliamo di visitare, infine, i due celebri musei di Mulhouse. Parliamo del Cité de l’Automobile e la Cité du Train. Si tratta di due importanti centri culturali dedicati interamente alla storia, alla cultura e alla tecnologia dei treni e delle autovetture.
Molto interessanti sono, infine, anche il Musée de l’Impression sur Etoffes e il Musée des beaux-arts.


 

Condividi su:

Like it? Share with your friends!

0