Mougins, scopriamo il villaggio di Picasso

Mougins, scopriamo il villaggio di Picasso


Condividi su:

Cosa vedere a Mougins, il borgo degli artisti in Costa Azzurra

Leggi tutti gli articoli della Francia

icona-articoloBenvenuti a Mougins, un’elegante comune francese di circa diciannovemila abitanti situato nel dipartimento delle Alpi Marittime, nella regione della Provenza-Alpi-Costa Azzurra. Con i suoi nemmeno ventimila abitanti, Mougins è un vero e proprio insieme tra arte, architettura e natura, elementi che possiamo respirare in ogni angolo della cittadina.

La cittadina, di discrete dimensioni, è una meta perfetta per tutti coloro che ricercano un’idea di viaggio per una gita fuori porta o per un weekend romantico. La località, elegante e rilassata, offre scorci e panorami storici davvero spettacolari. Non ci resta che partire e scoprire cosa vedere a Mougins, in Costa Azzurra.

Cosa vedere a Mougins

Mougins, vista aereaMougins è situato a 7 chilometri a nord di ⇒ Cannes, ricco di boutique, gallerie d’arte e ristoranti di classe e ha la peculiarità di essere stato costruito a forma di chiocciola.
Nell’epoca medievale Mougins era persino più estesa di Cannes e la sua economia era interamente basata sulle coltivazioni di olive, vino e gelsomino.

La cittadina è anche nota per aver ispirato ed ospitato il celebre pittore Pablo Picasso. Nel 1935 il pittore e il fotografo surrealista Man Ray si recarono nella zona per farsi ispirare dall’incantevole territorio collinare. Picasso morì proprio a Mougins il 1973, all’età di 91 anni. Non solo Picasso, ma anche Fernand Léger, René Clair, Isadora Duncan e Christian Dior contribuirono a rendere Mougins una destinazione ricercata dai turisti.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona Piccardia, l’antica provincia nel Nord della Francia

Museo di Arte Classica

L’arte neoclassica di Mougins è conservata all’interno di questo museo di Mougins, posto proprio all’accesso del piccolo borgo francese. Qui sono conservati sculture, gioielli e la più grande collezione privata di armi e armature antiche al mondo.
Ma è anche il luogo dove poter ammirare alcuni tra i più importanti dipinti, alcuni dei quali proprio dagli artisti che in qualche modo hanno interagito con Mougins.

Nelle sue mura sono infatti presenti anche dipinti di Cézanne, Matisse, Dali, Andy Warhol e naturalmente Picasso. La sua storia è recente, il MACM (Museo Arte Classica Mougins) è infatti stato inaugurato nel 2011, diventando presto uno dei punto di riferimento dell’arte, con numerosi attestati di importanza internazionale.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona Villeneuve-d’Ascq, la città più popolosa del Mélantois

Cappella Notre-Dame-de-vie

Accanto a quella che fu la residenza di Picasso troviamo la cappella Notre-Dame de Vie. Dal 1927 appartenente ai Monumenti Storici di Francia, la piccola cappella è sicuramente tra le cose da vedere a Mougins.
La sua storia risale al XII secolo quando venne eretta per poi essere allargata qualche secolo dopo, nel 1655, conservando la struttura originale.

Nei primi anni la cappella venne utilizzata come santuario dedicato per battezzare i bambini nati morti, prerogativa che oggi è ricordata dal triste viale di cipressi che conduce all’edificio. Sia per la sua struttura semplice che per l’accostamento a Picasso, grande estimatore della cappella, l’edificio religioso pare essere stato nel passato visitato da molti esponenti di rilievo, tra cui Charlie Chaplin e Winston Churchill.
Oggi, dopo un restauro avvenuto nel 2012, la Cappella è da inserire tra le attrazioni da visitare a Mougins.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona Le chiese più incredibili del mondo

Museo di Storia Locale

Aperto nel 1952, il Museo di Storia Locale raccoglie numerosi oggetti e cimeli che raccontano la storia di Mougins e della sua regione. Al suo interno sono presenti antiche stele funerarie romane che ricordano come in passato la cittadina fosse una fortificazione romana sulla Via Aurelia.
Al suo interno ha sede anche il Circolo storico e archeologico di Mougins e una biblioteca con oltre 4000 volumi che raccontano la storia della Provenza e dei suoi dintorni. Da inserire tra le cose da vedere a Mougins se si vuole conoscere a fondo la storia della città.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona Montpellier, guida ai quartieri della città francese

Museo della fotografia

Mougins, museo della fotografia

Fondato nel 1986, il Museo della Fotografia è dedicato al fotografo francese André Villers. L’interessante museo si trova giunto accanto alla Porte Sarrazine ed ha sede in una storica abitazione del centro storico, risalente al XII secolo.
Villers è anche ricordato come amico intimo di Picasso. Grazie a questo legame sono moltissime le fotografie, rigorosamente in bianco e nero, che immortalano oltre dieci anni di vita dell’artista spagnolo.

Il fotografo è noto per essere stato non solo intimo amico, ma anche spalla destra di Picasso, come di Robert Doisneau e il più importante fotografo della Riviera Jacques Henri Lartigue, oltre ad un’altra esposizione dedicata alle macchine fotografiche antiche.

La mostra è suddivisa in due aree, la più piccola nonché quella più interessante, è proprio dedicata alle fotografie di Picasso, scattate sia da Villers che da altri illustri fotografi del Novecento. La seconda parte invece si focalizza sulle macchine fotografiche storiche e a vecchie immagini di Mougins, raffigurata in diversi scatti del Novecento.
L’ingresso al museo è gratuito.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona Le Mans, la città della corsa automobilistica

La gastronomia di Mougins

La gastronomia di Mougins
Oggi il paese è noto principalmente per la deliziosa gastronomia del ristorante Moulin de Mougins, uno dei locali più esclusivi dell’intera nazione. Fondato nel 1969 dallo chef Roger Vergé offre una cucina mediterranea.

Nelle cucine del ristorante hanno lavorato diversi chef stellati, tra cui, agli inizi, il famoso Alain Ducasse. La sala da pranzo accoglie i clienti con le sue colorazioni di bianco, prugna e rosa e con i suoi famosi lampadari dorati occupa un frantoio cinquecentesco a poca distanza dalla città. Oltretutto i visitatori potranno lasciarsi deliziare dalle lezioni culinarie che si svolgono il sabato mattina.

Ultimo aggiornamento: 27 novembre 2021


 

Condividi su: