Visitare la Moschea di Muhammad Ali
Il Cairo

Tutti gli articoli de Il Cairo

icona-articoloSiamo nella più grande città del continente africano, nonché capitale dell’antichissimo e pittoresco Egitto. Da millenni sede di una delle più prospere civiltà antiche, oggi il Cairo simboleggia ciò che l’Egitto rappresentava all’alba dei tempi.

Il Cairo, Moschea Muhammad Ali
Moschea Muhammad Ali

Carovane che navigavano in lungo e in largo, ampissime coltivazioni lungo le sponde del Nilo e una prosperosa struttura urbana. Questa era la capitale egiziana.
Oggi Il Cairo è naturalmente totalmente cambiata ma sono ben visibili le sue antiche tradizioni.
Pensare che Il Cairo sia solo le Piramidi di Giza o i faraoni è sbagliato. Nello scorso millennio l’Egitto era sotto la dominazione araba, con la propria cultura, coltivandola e conservandola ancora oggi.

Tra questi esempio fondamentale è la Moschea di Muhammad Ali, la più importante struttura religiosa presente nella capitale egiziana.

OneMag-logo
Link-uscita icona  Visita al Museo Egizio de Il Cairo

La storia della Moschea di Muhammad Ali La Moschea di Muhammad Ali, Cairo

Per ripercorrere la storia dell’incantevole Moschea di Muhammad Ali dobbiamo ritornare indietro nel tempo di quasi due secoli, nel dettaglio al 1824, anno in cui viene posata la prima pietra della futura imponente moschea.

La costruzione si prolungò per oltre 20 anni, venendo inaugurata ufficialmente nel 1848, caratterizzata da uno stile architettonico turco, tipico delle moschee di Istanbul.
La Moschea di Muhammad Ali, chiamata amichevolmente anche Moschea di Alabastro – per via del materiale utilizzato nel rivestimento – accoglie non solo migliaia di fedeli quotidianamente, ma anche un’abbondante mole di turisti.

Il Cairo, Moschea di Muhammad AliL’area su cui sorge la Moschea di Muhammad Ali è caratterizzata da un cortile porticato, al cui centro sorge una fontana per le abluzioni.
La struttura viene poi completata dalla presenza di una piccola torre quadrata alla cui facciata sorge un orologio.

L’architettura ricorda lo stile ottomano, voluta proprio dallo stesso Muhammad Ali per seguire la tradizione messa in opera dai suoi predecessori.
La sua cupola, dal diametro di 21 metri, è contornata da altre quattro cupole minori, sovrasta l’intera struttura, di 52 metri di altezza. I due minareti cilindrici sono invece di ben 82 metri, il cui orientamento è in direzione occidentale.

L’interno della moschea è spoglio di qualsiasi raffigurazione umana e divina a causa di un espresso divieto della religione musulmana. Questo ha portato gli artisti a sviluppare temi decorativi geometrici e varie forme di calligrafia arabescata per riportare sulle pareti i versetti del Corano. Queste scritture sono talmente elaborate che solo gli specialisti riescono a leggerle.
Anche la Moschea di Alabastro si attiene a questi canoni, ed è inoltre arricchita da coloratissime vetrate e immensi lampadari. Nella terrazza-giardino sul retro della moschea si può ammirare l’immenso panorama della città.

Situata nel quartiere islamico, la Moschea di Muhammad Ali è posta nella zona medievale della capitale egiziana.
La Moschea è accessibile ogni giorno, tranne il Venerdì, dalle 8 alle 17. L’accesso è a pagamento.

Ultimo aggiornamento: 16 Novembre 2020