Cosa vedere nel Montenegro,
guida alla piccola nazione balcanica

Tutti gli articoli del Montenegro


icona-articoloLa Repubblica del Montenegro è una piccola nazione balcanica ampia appena 13.000 kmq e con poco più di 620.000 residenti. Protagonista di un continuo sviluppo turistico, il Montenegro offre ai suoi visitatori oltre 300 km di costa, cinque parchi nazionali e dozzine di città e paesi dall'indubbio fascino. Grazie al vincente connubio di mare e montagne, il Montenegro è apprezzato da praticamente ogni tipologia di turista. Grazie anche a una scelta di preservare la natura, il paese è anche apprezzato dai turisti ecosostenibili, coloro che scelgono di visitare nel massimo rispetto dell'ambiente naturale. Pronti a scoprire le cose da vedere nel Montenegro?

 

Cosa vedere nel Montenegro, la guida turistica

[wpvr id="85290"]

Il Montenegro è situato sulla costa est dell'Adriatico. I suoi confini sono a sud con l'Albania, a nord con la Croazia e la Bosnia Erzegona mentre a est il Montenegro confina con la Serbia.

ll periodo migliore per vistare il Montenegro è l'estate ma se desiderate minor affluenza, i mesi di maggio e giugno, insieme a settembre e ottobre, sono i più consigliati. Tra giugno e agosto meglio sceglierla se siete appassionati di escursionismo. I cittadini europei potranno accedere semplicemente con un documento di identità o il passaporto, senza richiedere alcun visto. Le lingue ufficiali sono il montenegrino e il serbo, piuttosto simili fra loro. Pur non essendo membro dell'UE, il Montenegro ha adottato l'Euro come moneta nazionale, senza però coniarla.

 

Come raggiungere il Montenegro

Cosa vedere in Montenegro, imbarcazioni attraccate

Se si desidera arrivare in Montenegro via terra utilizzando la propria autovettura bisognerà preventivare almeno 700 km (dal confine italiano più vicino), le autostrade E65, E80, E762, E763 ed E851 attraversano il paese e le nazioni confinanti.

Se vi trovate nei Balcani potrete invece utilizzare la rete di bus che parte da Dubrovnik, in Croazia, da Scutari, Albania e Sarajevo, Bosnia ed Erzegovina. Dalla Serbia meglio scegliere invece la linea ferroviaria Belgrado-Bar che vi permetterà di raggiungere Podgorica, la capitale, concludendo la sua corsa alla località balneare di Stari Bar.

In nave il Montenegro si potrà raggiungere da Bari, un viaggio di circa 8 ore che vi permetterà di raggiungere Antivari, il principale porto nazionale. In aereo sono disponibili, da molti aeroporti italiani, voli diretti all'aeroporto di Podgorica e di Tivat.

 

Cosa vedere in Montenegro

Cosa vedere in Montenegro, Millennium bridge a Podgorica

Città e destinazioni

Kotor

Cosa vedere in Montenegro, Kotor
Montenegro, la baia di Kotor

Iniziamo a scoprire le cose da vedere nel Montenegro dalla località di Cattaro.

Siamo in una destinazione tra le più eleganti e lussuose del paese. Se l'entroterra del paese si presenta rurale, estremamente tradizionalista e talvolta anche scarsamente visitato, Kotor è l'esatto opposto. L'elegante lungomare è punteggiato da ristoranti alla moda e hotel di classe, e durante la bella stagione è comune vedere attraccati yacht lunghi anche decine di metri.

Una vera eccellenza dei Balcani, che si distingue anche per la sua scenografica posizione, incastonata in una piccola valle lungo le Bocche di Cattaro, insenature composte da ampi valloni che vengono soprannominati i fiordi del Montenegro. Ai suoi lati sorgono due monti che la racchiudono in uno piccolo spazio che la cingono senza darle modo di ampliarsi.

Nata come un piccolo villaggio di pescatori, durante il rinascimento per ben tre secoli è stata sotto il dominio veneziano, periodo durante cui il centro urbano delineò la sua peculiare architettura, dalle linee tipicamente venete. Il paese si presenta inoltre racchiuso da fortificazioni medievali, tra le meglio conservate in Montenegro e la sua cinta muraria è inserita tra i Patrimoni UNESCO dal 2000.

Perasto

Guida di Montenegro, Perasto
Veduta sulla cittadina di Perasto

La prossima località tra le cose da vedere nel Montenegro è Perasto, cittadina dalle dimensioni contenute, che conta un gran numero di chiese e palazzi antichi.

Si tratta di un villaggio rimasto immune all'avanzare del tempo e adagiato in un punto spettacolare sulla costa del Montenegro. Perasto conta all'interno della sua municipalità due isolette, mentre la sua parte più antica conta diverse testimonianze dell'epoca medievale, alcune mai restaurate dalla loro costruzione.

Imperdibile è la Chiesa di San Nicola, che si affaccia su una spaziosa piazza punteggiata da monumenti, statue e palme da dattero. Di questa è accessibile la cima del campanile, mediante acquisto di apposito biglietto, dal quale si apre un immenso, magnifico, panorama sul territorio montenegrino. Interessante è anche l'isoletta della Madonna dello Scalpello, famosa soprattutto per la sua chiesetta ricca di opere d'arte.

Il villaggio si trova inoltre in posizione comoda per visitare la Baia e le Bocche di Cattaro, oltre alla stessa Kotor.

 

Tivat

Cosa vedere in Montenegro, scorcio di Tivat
Montenegro, scorcio del centro storico di Tivat

Altra rinomata località turistica della costa montenegrina è Tivat, meno nota della sorella Kotor, dalla quale dista giusto pochi chilometri, ma indubbiamente altrettanto affascinante.

Tivat è una città dall'aspetto moderno e contemporaneo, anch'essa molto trafficata dai turisti internazionali. Si tratta tra l'altro di un centro molto ricco, il cui contrasto con il resto del paese è evidente praticamente ad ogni angolo del paese. Nonostante la sua urbanistica contemporanea, la cittadina possiede origini molto antiche, risalenti con buona probabilità al III secolo a.C., come testimoniano alcuni scavi nel territorio.

Villaggio storicamente dedito alla pesca, il suo nome deriva dall'antica regina illirica Teuta, che regnò sul territorio circa nel 200 a.C.

 

Herceg Novi

Cosa vedere nel Montenegro, scorcio del centro storico di Castelnuovo
Montenegro, scorcio del centro storico di Castelnuovo

Herceg Novi, in italiano Castelnuovo, è una nota località balneare che al contrario delle precedenti cittadine costiere non presenta un particolare sfarzo

Tra le cose da vedere nel Montenegro, Castelnuovo si vanta di un eccellente impianto medievale che rende la cittadina sia una meta balneare che culturalmente rilevante. La trovate nell'estremità nord-occidentale delle Bocche di Cattaro, a breve distanza dal confine con la Croazia e, per cui, raggiungibile senza troppe difficoltà dall'Italia in auto. Costruita a ridosso di alte scogliere e sporgenze rocciose, la località offre un elevato dislivello topografico.

Il livello del mare è molto stretto, delimitato in diversi tratti al solo lungomare, e altrettanto i tratti costieri si presentano molto stretti e spesso angusti. Sono infatti poche le lingue di sabbia sul litorale, motivo per cui la balneazione in città è spesso caotica e difficilmente praticabile. Ciononostante, questo piccolo borgo ha molto da cui offrire, specialmente nel suo centro storico, che si presenta come un'affascinante labirinto di vicoli e stradine antiche punteggiate da grandi piazze pedonali.

Sveti Stefan

Cosa vedere nel Montenegro, Sveti Stefan
Montenegro, veduta dell'isola Sveti Stefan

Una roccaforte scenografica, una piccola isoletta interamente urbanizzata rimasta immune all'avanzare del tempo.

La piccola isola di Sveti Stefan è collegata con la terraferma mediante uno stretto istmo artificiale, costruita in epoca moderna per soddisfare la crescente necessità di scambi commerciali e, soprattutto, di flussi turistici. La località cela un fascino pressoché introvabile altrove, che riesce ad appagare i turisti a ogni scorcio e vicolo, regalando piccoli sguardi sul passato montenegrino.

Si tratta, insomma, di un angolo di paradiso nel Mediterraneo con colori e profumi straordinari che rendono Sveti Stefan meta di lusso per i soggiorni di teste coronate e star hollywoodiane. Da non perdere durante il proprio soggiorno si può organizzare una visita a Przno, un grazioso villaggio caratterizzato da spiagge dalla sabbia rossastra, fornite di tutti i servizi. Poco lontano c’è il Monastero di Praskvica, uno dei più antichi ed importanti sulla costa, fondato nel 1413, stando alla Carta del sovrano di Zeta, Balsa III.

Podgorica

Cosa vedere nel Montenegro, Podgorica
Montenegro, veduta serale aerea di Podgorica

Podgorica è l'attuale capitale del "nuovo" Montenegro, istituita come tale a partire dal 2006.

La capitale del Montenegro cela l'autentico fascino tradizionalista dei Balcani, unendo aspetti e caratteristiche di una città in forte crescita e pieno sviluppo, sia urbanistico che economico.  Negli ultimi anni Podgorica si è affermata come meta turistica, attraendo turisti provenienti da tutto il mondo per il suo fascino multietnico.

La città ha conosciuto infatti la dominazione romana, ottomana e panjugoslava, caratteristiche che nei millenni hanno profondamente modellato l'impianto architettonico e l'aspetto culturale della popolazione. Sono tristemente noti i bombardamenti dell'esercito nazista avvenuti nel 1944, i quali rasero al suolo la città lasciandole un'indelebile cicatrice.

Cosa vedere in Montenegro, Millennium bridge a Podgorica
Millennium bridge di Podgorica

Un'ulteriore disastro avvenne nel 1979, quando un devastante terremoto colpì e distrusse gran parte del centro abitato. Tuttavia, con la caduta della Jugoslavia e la sua istituzione a capitale del Montenegro, Podgorica è riuscita a cavalcare diverse opportunità che la vedono protagonista di una grande rinascita.

Il cuore della città è la Piazza dell'Indipendenza, Trg Nezavisnosti, situata a cavallo tra ciò che riname della Podgorica socialista e la città nuova con l'iconico Millennium Bridge, divenuto simbolo della capitale montenegrina.

 

Niksic

Cosa vedere nel Montenegro, Niksic la Fortezza medievale
Niksic la Fortezza medievale

La prossima tra le cose da vedere nel Montenegro è al di fuori dai principali circuiti turistici del paese.

Siamo nella seconda città del Montenegro, Niksic è una città fortemente legata al folclore balcano, dal carattere strettamente residenziale e, in parte, industriale. Principale città a livello di estensione territoriale, Niksic è frequentemente eclissata in ambito turistico rispetto alle altre città già visitate, nonostante siano presenti un discreto numero di attrazioni.

Niksic conta oggi circa 60'000 abitanti e nei libri di storia è spesso citata per i numerosi avvenimenti che la videro protagonista. È infatti noto che la città abbia cambiato molte volte il proprio toponimo. Durante i primi anni di vita era l'insediamento della tribù degli Endirudini, i quali pare la chiamassero Anderba o Enderon. La conquista romana nel IV secolo d.C. la rese un accampamento militare noto come Castrum Anderba, divenuto poi Anagastum con la caduta dell'Impero. Con il periodo della dominazione slava assunse il nome di Onogošt, venendo infine ribattezzata Nikšić a metà del XV secolo, riferimento alla tribù montenegrina dei Nikšići.

 

Cetinje

Cosa vedere nel Montenegro, Cetinje
Montenegro, ponte medievale a Cetinje

Il viaggio tra le cose da vedere nel Montenegro prosegue verso la splendida Cetinje, Cettigne in italiano.

Si tratta dell'antica antica capitale del Montenegro, città che conta oggi 15'000 abitanti e che fino ai primi del XX secolo era fabbrica di successi economici. La città è stata fondata durante il Rinascimento, con la costruzione dei primi edifici nel 1482, rappresentando ai tempi l'ultima roccaforte di Ivan Crnojevic, re dello stato medievale del Principato di Zeta.

La nascita di questa cittadina concide con l'inizio della storia moderna del Montenegro, che pur non diventando mai una vera e propria città, assunse un ruolo di primaria importanza per la nazione. È infatti simbolo dell'indipendenza dagli Ottomani, che per secoli dominarono interamente i Balcani.

 

Stari Bar

Cosa vedere nel Montenegro, Stari Bar
Montenegro, Stari Bar

Capolinea della linea ferroviaria Belgrado - Antivari, Stari Bar, letteralmente Antivari Vecchia, è una famosa località turistica dell'entroterra montenegrino.

Come suggerisce il suo nome, Stari Bar rappresenta il nucleo antico di Bar, situata a giusto qualche chilometro di distanza. La cittadina sorge sulle pendici della collina di Londša, lungo i Monti Romea. Con un turismo concentrato prevalentemente sulla costa, Antivari in epoca moderna si è sviluppata sul fondovalle, abbracciata al litorale del paese.

Stari Bar è una città dal passato molto intrigato, più volte vittima di bombardamenti e invasioni belliche. La cittadina è stata profondamente danneggiata durante la guerra di liberazione contro i Turchi, per la quale subì ingenti danni e gran parte del centro storico è stato danneggiato. In epoca recente, il terremoto del 1979, che colpì anche Podgorica, provocò il crollo di diversi stabili e monumenti storici, motivo per cui parte della località si presenta fatiscente, ma ugualmente affascinante e, forse, più caratteristica.

 

Budva

Cosa vedere nel Montenegro, Budva
Montenegro, veduta aerea di Budva

Budva è una cittadina affacciata sul Mar Adriatico ancora poco nota al pubblico internazionale, ma che registra un grande successo di turisti montenegrini e balcani.

La cittadina è caratterizzata da mare incredibile, numerose bellezze naturali, diversi gioielli architettonici e una night life molto eccitante. La località è caratterizzata da decine di spiagge, sia libere che private, che sapranno di certo farvi rilassare.

Budva è inoltre ricca di siti storici, che simboleggiano i suoi oltre 2500 anni di storia. È definita una tra le mete low cost più interessanti del Montenegro, particolarmente apprezzata sia da giovani in cerca di divertimento, famiglie desiderose di rilassarsi e turisti facoltosi molto esigenti. L’affascinante Budva è inoltre caratterizzata da un'impareggiabile accoglienza dei montenegrini, popolo in grado di accontentare il turista per ogni esigenza rendendo questa una località di alto livello.

 

Le spiagge del Montenegro

 

Cosa vedere nel Montenegro, spiaggia di Sveti Stefan
Spiaggia di Sveti Stefan

Con quasi 300 km di coste, il Montenegro propone ai suoi visitatori oltre un centinaio di spiagge.

Tra quelle di sabbia, di ciottoli o anche sviluppate lungo massi, facile comprendere come sia estremamente facile trovare una di proprio gusto, valutando anche tra quelle completamente libere e quelle invece attrezzate.

Tra quelle che meritano sicuramente una visita, se vi trovate da quelle parti, la Spiaggia Jaz Beach è imperdibile. Siamo a 6 km a ovest di Budva dove questa spiaggia offre oltre 1 km di costa ben attrezzata e perfetta quindi per famiglie. Risulta anche un punto di riferimento se volete fermarvi a pranzo o a cena, considerando che l'intero lungomare è costeggiato da decine di ristoranti. Numerosi anche i divertimenti, tra cui pedalò e kayak, che possono essere affittati per completare una giornata balneare.

Nel centro di Dulcigno si potrà invece trovare la Spiaggia Mala Plaža, denominata Little Beach per la sua dimensione piuttosto piccola e intima. Sceglietela se volete trascorrere una giornata di assoluto relax da concludere magari nel ristorante della spiaggia, ideale per assaggiare del pesce freschissimo. In barca potrete invece raggiungere la Dobrec Beach, l'insolita spiaggia è da scegliere proprio per la sua unicità e per la privacy quasi assoluta.

 

I territori naturali

Parco Nazionale del Durmitor

Il Parco di Durmitor, il parco nazionale del Montenegro
Il panorama del parco nazionale Durmitor

Al di fuori dei borghi, delle città e delle spiagge, uno dei luoghi più iconici del Montenegro è il → Parco Nazionale del Durmitor.

Si tratta della più estesa delle aree protette del paese, che include al suo interno il vasto massiccio montuoso del Montenegro. Istituito nel 1952, dal 1980 è stato iscritto alla lista dei Patrimoni dell'Umanità dall'UNESCO, e si estende nell'area più settentrionale del paese, con una sezione che è inclusa nella vicina Bosnia-Erzegovina.

L'area del Durmitor è ben nota per i fenomeni carsici, glaciali e fluviali, elementi che sommati tra loro hanno dato vita a dei paesaggi incredibilmente affascinanti. L'originale iscrizione ai Patrimoni UNESCO includeva la sola area della gola del fiume Tara, che si estese nel 2005 all'intero territorio protetto. Proprio il ⇒ canyon del fiume Tara rappresenta tra le principali attrazioni naturalistiche non solo del Durmitor, ma di tutto il Montenegro, trattandosi infatti del più lungo canyon d'Europa, esteso circa 80 chilometri e profondo fino 1300 metri.

 

Il Monte Lovcen

Cosa vedere nel Montenegro, Monte Lovcen
Montenegro, il Mausoleo di Petar II Petrovic Njegos sul Monte Jezerski Vrh nel Parco Nazionale Lovcen

La prossima tra le cose da vedere nel Montenegro è sempre una delle principali attrazioni naturalistiche.

Siamo di fronte al Monte Lovcen, altro Parco Nazionale particolarmente apprezzato dagli escursionisti. Il Lovcen National Park richiama ogni anno migliaia di visitatori, quelli più interessati alla natura che alle spiagge e che vogliono trascorrere qualche giorno nell'assoluto silenzio con lunghe camminate. Istituito nel 1952, il Parco Nazionale Lovcen è compreso in un territorio di circa 60 km quadrati con numerosi riferimenti geografici e anche antichi resti, alcuni ottimamente conservati.

Simbolo del Monte Lovcen è il Mausoleo di Petar II Petrovic Njegos, intitolato al sovrano e guida spirituale del Montenegro. Lo trovate dopo una piacevole ma lunga passeggiata sulla vetta del Jezerski Vrh, 1657 metri di altitudine e seconda cima del Parco Nazionale. Fu qui che il sovrano volle essere sepolto e dalla sua cima si gode di un panorama imperdibile. Si tratta inoltre di uno dei luoghi più visitati di tutto il Montenegro.

 

Il lago di Scutari

Lago di Scutari in Montenegro
Veduta del lago di Scutari in Montenegro

Opposto al Durmitor, all'estremo sud del Montenegro, si trova il famoso Lago di Scutari, uno dei principali bacini d'acqua naturali, condiviso con la vicina Albania.

Il Lago di Scutari prende il nome dall'omonima città di Scutari, affacciata sul tratto albanese del lago, e rappresenta una delle principali mete naturalistiche dei Balcani. Il lago, oltre al bacino d'acqua in sé, custodisce nei suoi immediati un presso un paesaggio incredibilmente variegato e biodiverso, con una costa ricca di villaggi rurali, fitti boschi e spiagge idilliache.

In termini di estensione, il Lago di Scutari è il più grande dei Balcani, con una portata d'acqua che va dai 370 chilometri quadrati dell'estate fino ai quasi 500 della stagione umida. L'area lacustre è famosa per la sua depressione carsica, con un ammontare di oltre cinquanta sorgenti che alimentano tutto il lago. Numerose le possibilità escursionistiche e sportive, con una delle più estese reti di trails di tutto il paese, da cui in diversi tratti si godono panorami mozzafiati e vedute dettagliate del Lago di Scutari. È proprio da questi punti che si riesce ad osservare la meraviglia naturalistica di questo bacino lacustre, caratterizzato da colori, tonalità e riflessi incredibili.

 

Cosa mangiare in Montenegro

La gastronomia del Montenegro riesce a soddisfare qualunque palato, grazie a una costa di quasi 300 km ma anche di fattorie e numerosi campi coltivati. Le ricette tipiche del Montenegro spaziano quindi da carne a pesce passando per verdure e dolci.

Se volete iniziare un pasto in modalità tipica, scegliete una Insalata Shopska, tra le più tradizionali con pomodoro, cetriolo e formaggio grattugiato. Se volete qualcosa di più sostanzioso chiedete un tagliere di salumi, servito con il tipico prosciutto montenegrino e olive ma anche con altre verdure di accompagnamento. Meno consumato in estate è il Kačamak, un piatto simile alla polenta preparato con formaggio, patate, maizena e servito con  una salsa tipica.

Tra i piatti principali potrete scegliere tra le tante specialità di carne tra cui la Njeguski. Si tratta di una cotoletta di maiale o di vitello al cui interno viene farcita con prosciutto e formaggio, il tipico kajmak, arrotolata e servita fritta dopo una generosa impanatura. Imperdibili i ćevapčići, le polpettine di carne presenti praticamente in tutti i Balcani e, per il pesce, largo alla fantasia percorrendo la costa. Nei ristoranti che si affacciano sul mare potrete mangiare frutti di mare a volontà ma anche orate, branzini ma anche spesso la trota.

Per concludere in dolcezza, la classica palačinke saprà sicuramente entusiasmarvi. Si tratta di una frittella preparata in svariati modi, dalla Nutella alla frutta, alla marmellata ma anche spesso proposta in versione salata con prosciutto e formaggio. Altro dolce che potrà essere provato è il Sutlijaš, un budino di riso che viene condito con uvetta e, se gradita, cosparso di cannella. Si tratta di una preparazione molto comune da acquistare anche nei supermercati, per cui se vi è piaciuto stupite gli amici comprandone qualche confezione.

 

Continua a scoprire il Montenegro:

Ultimo aggiornamento 8 novembre 2022