Cosa vedere a Montecassiano

Montecassiano, Macerata | Cosa vedere a Montecassiano, il piccolo borgo medievale


Condividi su:

Cosa vedere a Montecassiano

Tutti gli articoli della provincia di Macerata
Mappa di Montecassiano, Macerata
Mappa di Montecassiano, Macerata

Icona articolo onemag

Nel fulcro delle Marche, nella provincia di Macerata a ridosso del fiume Potenza, sorge Montecassiano, borgo premiato con la Bandiera Arancione dal Touring Club e inserito tra i Borghi più belli d’Italia. A poca distanza da Macerata, meno di una decina di km e poco più da Recanati, Montecassiano offre un panorama unico che spazia dal mare fino alle dolci colline del Maceratese, dove è in effetti collocato.

Siamo in uno dei borghi più tranquilli che si possa scegliere di visitare, caratterizzato da un centro storico piccolo come del resto piccolo è l’intero suo territorio, perfetto per essere visitato in giusto qualche ora di tempo. Scegliere oggi di visitare Montecassiano significa percorrere un viaggio nel tempo in un contesto medievale ma sempre a diretto contatto con la storia e la natura, entrambe vere protagoniste. Pronti a scoprire cosa vedere a Montecassiano?

 

Cenni storici

Cosa vedere a Montecassiano, veduta del borgo

La nascita di Montecassiano ha origine nel medioevo quando la cittadina scelse di schierarsi con i ghibellini entrando direttamente a scontrarsi con la Chiesa da cui dipendeva. Le sue origini sono in realtà precedenti ma fino ad allora non vi sono tracce documentate del borgo maceratese. Fu infatti solo nel 1151 che le prime notizie di Montecassiano comparvero documentati.

La sua storia la ricorda poi in guerra contro Macerata e sottomessa a vari dominatori, tra cui gli Sforza. Tornata a far parte dello Stato Pontificio, si ritrovò colpita da numerose carestie e, nel secolo successivo, impoverita dal passaggio delle truppe imperiali dell’Austria sui territori del Pontefice. Alla fine del secolo Montecassiano si vide conquistata dai francesi.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Cosa vedere a Macerata, la destinazione da rivalutare

Cosa vedere a Montecassiano

Centro storico di Montecassiano, Marche
La Torre dell’Orologio di Montecassiano

Cominciamo il nostro itinerario presso la centrale Piazza Unità d’Italia, fulcro storico del borgo in cui sono racchiusi diversi dei principali luoghi d’interesse. Il primo edificio che simboleggia perfettamente il valore artistico di Montecassiano è il Palazzo dei Priori.

L’edificio è impreziosito da una notevole merlatura, mentre dalla nicchia si può osservare un affresco ottocentesco rappresentante una Madonna con Bambino. Merita una menzione l’Aula Magna, divenuta sala consiliare, caratterizzata da un soffitto a capriate lignee.

Montecassiano è un borgo con un patrimonio artistico ma soprattutto architettonico molto ricco. La nostra successiva tappa è al Palazzo Ferri, facilmente riconoscibile per la facciata neoclassica. Il palazzo è soprattutto noto per il suo piano nobile, sede dell’Archivio Storico in cui si possono ammirare dei notevoli soffitti con affreschi a tema mitologico.

Nella medesima piazza si trovano altri edifici di notevole importanza storica, che testimoniano il grande valore artistico di Montecassiano tra il medioevo e il rinascimento. Sede della Pinacoteca Civica “G. Buratto” è il pregevole Palazzo Compagnucci, il quale si suppone sia stata la residenza del pittore Antonio Scaramuccia, dove allevò per cinque anni Amedeo di Savoia. Tra gli edifici religiosi spiccano invece l’ex Convento degli Agostiniani, la Chiesa dei Santi Filippo e Giacomo e la Chiesa dei Santi Marco, Agostino e la Madonna del Buonconsiglio. Dentro quest’ultima si può osservare un curato ambiente di tipico stile barocco dalle influenze marchigiane.

Situato a ridosso della cinta muraria, quindi posizione più periferica, si trovano l’Oratorio di San Nicolò, noto soprattutto per custodire la più antica campana delle Marche, fusa nel 1382, e la Chiesa di Santa Croce. Risalenti rispettivamente al XIII e al XVII secolo, entrambi gli edifici rappresentano un’eccellenza architettonica su quelli a uso religioso. Nel centro storico merita visitare la Chiesa di San Giovanni Battista, attualmente museo d’arte e arredi sacri, e i cosiddetti “tre cortili” che annoverano il Cortile delle Clarisse, il Chiostro degli Agostiniani e il Giardino di San Giacomo.

 

Cosa vedere a Montecassiano, il parco

 

Nella medesima zona si estende una piccola ma significativa oasi di verde, il Parco del Cerreto. Esso conta un’area di complessivi 1,2 ettari attraversata da un percorso attrezzato che passa dall’erbario e dalla piazzola adatta per i pic-nic e le grigliate in compagnia. La vegetazione si compone da varie specie botaniche appartenenti alla macchia mediterranea, ergo querce roverelle, gelsi, allori, pini domestici e oleandri.

Leggermente distaccata in posizione sopraelevata, la Collegiata di Santa Maria Assunta custodisce una meraviglia artistica senza eguali: la pala d’altare realizzata in terracotta, invetriata e dipinta da Fra Mattia della Robbia, autore della rappresentazione della Madonna col Bambino in gloria tra i santi Sebastiano, Rocco, Pietro Martire e Antonio Abate. L’ex pieve assicura ulteriore spettacolo estetico tramite il bellissimo portale in bronzo scolpito nel 1985 da Sesto Americo Luchetti.


 

Condividi su: