Montecarlo, scopriamo il Principato di Monaco

Montecarlo, scopriamo il Principato di Monaco e le sue tante attrazioni come il Giardino giapponese, il Casino e il Palazzo dei Principi, la residenza ufficiale.

Cosa vedere a Montecarlo

Che Montecarlo sia una città e un Principato incredibile è cosa nota a tutti. Molti italiani e stranieri in assoluto hanno scelto di portare qua la propria residenza grazie ad un regime fiscale agevolato. Ma Montecarlo, o Monaco con l’accento sulla finale, è una meta turistica di tutto rispetto e da scoprire, non necessariamente spendendo tantissimo.

Se si conoscono i luoghi giusti, infatti, visitare Montecarlo può diventare una splendida esperienza senza necessariamente spendere moltissimo.
In estate è possibile accedere a spiagge libere mentre tutto l’anno sono diverse le attrazioni senza biglietto a cui accedere. Ovviamente evitiamola di visitarla durante il periodo della Formula 1 che trasforma ogni luogo in un posto economicamente inaccessibile.

Cosa vedere a Montecarlo

Guida al Principato di Monaco, il casino di Montecarlo

Imperdibile la Place du Casino, il luogo per eccellenza dove iniziare il nostro viaggio nel Principato monegasco. Ed in effetti la Piazza del Casino è anche il luogo turistico per eccellenza dove poter ammirare le supercar che parcheggiano giusto davanti alla sala da gioco. Se volete entrare nella vita monegasca per eccellenza prendete un tavolo al vicino Cafè de Paris per ammirare meglio l’intero panorama di auto e ricchi conducenti.
Altrimenti limitatevi a passeggiare nei dintorni per assaporare l’aria di lusso che traspira in ogni angolo.

Da qua è poi facile raggiungere Port Hercule, il vecchio porto, lasciato come attrazione turistica dopo che il Principe ha scelto di rinnovare l’offerta di attracco costruendo il nuovo porto dalla parte opposta della rocca. Ma Port Hercule rimane trionfante in questa baia naturale di acqua profonda, unico caso dell’intera Costa Azzurra.
E di storico in questo porto c’è davvero tanto. Le sue origini lo dimostrano come porto commerciale di greci e romani ma oggi il Principe con la sua devozione al territorio ha permesso un completo riallestimento che lo ha trasformato nel porto turistico più moderno di tutto il Mediterraneo.
E così se dopo aver visto le ammiraglie parcheggiate davanti al Casino avete ancora voglia di sgranare per bene gli occhi preparatevi ad ammirare i diversi mega yacht qua ormeggiati.

Il giardino giapponese di Montecarlo

Guida al Principato di Monaco, il giardino giapponese

Come avevamo anticipato, Montecarlo ha diverse attrazioni prive di biglietto di ingresso.
Se diamo per scontato il Porto e il Casino, forse meno convinti potremmo esserlo su questo incredibile giardino giapponese. La sua creazione risale al 1994 per volere del Principe Ranieri III che lo ha voluto rispettoso della filosofia zen.
Entrare in questo paradisiaco luogo verde significa trovare, uno dopo l’altro, gli elementi basilari che compongono il classico giardino asiatico, ovvero cascate, laghetti, una casa del te solo per citarne alcune.

L’opera è stata realizzata con il contributo di giardinieri giapponesi per rimanere il più possibile fedele alla realtà e tutto l’interno è di importazione tranne le specie vegetali che sono invece state curate in loco ma dando la classica forma giapponese.
Una passeggiata nelle vicinanze del laghetto vi permetterà di ammirare le tante carpe Koï, la versione addomesticata della carpa di origine appunto giapponese.

Il Sentiero delle Sculture

Altra attrazione da non perdere e anche in questo caso priva di biglietto di ingresso è proprio questo sentiero delle sculture. L’arte del resto ha un posto di assoluto rilievo in tutto il Principato e molte di queste opere sono messe a disposizione di tutti in spazi all’aperto.
Come consuetudine, inoltre, ogni installazione viene sempre ampliata o modificata rendendo cosi sempre interessante scoprire le novità esposte a Montecarlo.
Il sentiero delle sculture è un sentiero da percorrere a piedi ed è situato nel quartiere di Fontvieille  dove sono esposte, una di seguito all’altra, le varie opere monumentali.

Altro da vedere a Montecarlo

Guida al Principato di Monaco, la cattedrale

In un territorio tutto sommato ristretto, stupisce il numero delle attrazioni che possono essere visitate. Per questa ragione il Principato di Monaco dovrebbe essere visitato almeno in un weekend per essere assaporato completamente.

Tra le altre cose da non perdere troviamo il Fort Antoine, una fortezza originaria del XVIII secolo oggi trasformata in un teatro oper air. L’originalità delle sue rappresentazioni prendono una forma davvero unica grazie ad una architettura militare, con tanto di vedetta, che rende uno spettacolo al Fort Antoine meritevole di massima attenzione.

Altra cosa da vedere a Montecarlo è sicuramente la Cattedrale, edificata nel 1875 in stile romanico-bizantino. Le funzioni che qua sono svolte sono quelle solenni o in occasioni di rilevanza nazionale. Ogni momento religioso viene accompagnato a partire dal 1976 da un grande organo a quattro tastiere che consente di avere un momento spirituale di assoluto interesse.
La visita è assolutamente gratuita.

Mentone, la città del limone della Costa Azzurra
Mentone, la città del limone della Costa Azzurra a due passi dal confine italiano sede di musei e dal mare turchese che la circonda. Scopriamo Mentone.

Il Palazzo dei Principi

Guida al Principato di Monaco, Palazzo dei Principi

Siamo sulla rocca, proprio nella zona chiamata Monaco. Ideale è passare da queste parti 5 minuti prima di mezzogiorno quando avrete modo di assistere al cambio della guardia.
Il Palazzo dei Principi è una residenza privata che solo in alcune occasioni apre le sue porte per permettere di visitare i Grandi Appartamenti e di scoprire la struttura più storica del Principato. Qua naturalmente vive il Principe di Monaco.

La storia del Palazzo risale infatti al 1215 anche se diverse sono state le modifiche e ristrutturazioni rispetto alla versione che oggi possiamo ammirare.
Per il 2018 le visite si concluderanno il 14 Ottobre 2018 e le date delle prossime aperture non sono ancora rese note.

Fate attenzione che le vetture che non sono immatricolate a Monaco o a Alpes Maritimes (le vetture francesi con targa riportante 06) non possono accedere. Occorrerà quindi parcheggiare e raggiungere il Palazzo con le linee 1 e 2 dei bus.

Montecarlo è naturalmente molto e molto altro.

Scopri di più:

Cannes, il mare glamour della Costa Azzurra
Portofino, il mare elegante della Liguria

 

Condividi su: