Veduta del Monastero di Gangtey, uno degli importanti monasteri di una scuola buddista in Bhutan

Monastero di Gangtey, Valle di Phobjikha in Bhutan | Tour nel suggestivo Monastero di Gangtey


Condividi su:

Monastero di Gangtey: viaggio tra spiritualità buddhista e architettura tradizionalista bhutanese

Leggi tutti gli articoli del Bhutan
Mappa del Monastero di Gangtey, Bhutan
Mappa del Monastero di Gangtey, Bhutan

Icona articoloSituato scenograficamente sulla cima di uno sperone roccioso nella Valle di Phobjikha (ཕོབ་ སྦྱིས་ ཁ), la più pittoresca delle valli in Bhutan, il Monastero di Gangtey è uno dei monasteri più importanti dell’intero paese. Noto anche come Gangtey Goempa, il Monastero di Gangtey si trova a circa due ore di strada in direzione est dalla capitale Thimphu. A colpire subito l’occhio sono le impressionanti e maestose montagne che incorniciano la Valle di Phobjikha, elemento naturalistico che ha fortemente contribuito alla crescita del monastero, divenuto oggi uno dei più importanti luoghi di culto buddhista dei paesi himalayani.

Il santo bhutanese Pema Lingpa, venerato e considerato come la reincarnazione di Guru Rinpoche (a sua volta considerato il secondo Buddha dalla scuola Nyingmapa), profetizzò, nel lontano XV secolo, questo luogo come il futuro sito di un’importante monastero buddhista. E così, a tutti gli effetti, accadde: poco meno di due secoli più tardi la sua previsione divenne realtà, quando nel 1613 cominciarono i lavori di costruzione del più importante monastero nella Valle di Phobjikha.

Costruito con legno e pietre, l’intero complesso presenta pregevolissime decorazioni, tra cui dipinti e intagli ben dettagliati. L’esperienza che si può vivere all’interno del Monastero di Gangtey è fortemente spirituale e mistica, che riuscirà facilmente a convincervi di prolungare il vostro soggiorno in Bhutan per conoscere il ricco passato di questo territorio. Scopriamo insieme il Monastero di Gangtey, in Bhutan.

Cenni storici

Festival della Gru Nera nella Valle di Phobjikha (Monastero di Gangtey), Bhutan, 2019
Festival della Gru Nera nella Valle di Phobjikha (Monastero di Gangtey), Bhutan, 2019

Padmasambhava (noto anche come Guru Rinpoche) è considerato il Secondo Buddha in Bhutan. Padmasambhava e le sue principali consorti e discepoli hanno nascosto e nascosto testi religiosi, oggetti rituali e reliquie ecc. (chiamati Terma) per proteggere e proteggere il Buddismo durante il periodo del declino (nell’VIII e nel IX secolo).

La tradizione Nyingma è la più antica delle quattro principali scuole del buddismo tibetano e Pema Lingpa è il secondo santo/guru più importante nella tradizione Nyingma dopo Guru Rinpoche a causa del suo ruolo nella diffusione del buddismo in Bhutan.

Padmasambhava apparve davanti a Pema Lingpa e gli aveva messo tra le mani un inventario di 108 terma principali da rivelare. Pema Lingpa è stato in grado di rivelare la maggior parte dei Termas. Ci sono molte storie profonde su Pema Lingpa.

Pema Lingpa era venuto in visita nella valle di Phobjikha come santo per insegnare il buddismo alle persone della valle e anche per benedirle. Durante questa visita, dopo aver guardato le imponenti montagne che circondavano la valle, aveva predetto che uno dei suoi discendenti avrebbe costruito un monastero sulla sommità del monte e lo avrebbe reso famoso come sede della tradizione Peling.

Questa previsione si fruttò quando il monastero di Gangtey fu costruito da suo nipote, Gyalse Pema Thinley, nel 1613. Ora è la sede principale della tradizione di Pema Lingpa. Fatto interessante: gli attuali re del Bhutan provengono dalla dinastia Wangchuck e sono anche discendenti di Pema Lingpa.

Architettura del Monastero

Due monaci stanno passando davanti a un choerten nel villaggio di Gangtey, un bellissimo villaggio con un noto monastero in Bhutan.
Due monaci stanno passando davanti a un choerten nel villaggio di Gangtey, un bellissimo villaggio con un noto monastero in Bhutan.

Il monastero di Gangtey a 4 piani si trova nel cuore di un enorme complesso e circondato da alloggi dei monaci e sale di preghiera. Il monastero è costruito in stile architettonico tradizionale tibetano utilizzando grandi pilastri in legno di legno. Le pareti sono bianche con finestre colorate.

La parte inferiore del muro ha ruote di preghiera dorate fissate tra cornici splendidamente dipinte. La gente del posto gira intorno al monastero ruotando la ruota della preghiera e incantando le preghiere.

La parte superiore del monastero è costruita con legno di legno dipinto con colori di minerali naturali. Disegni intricati che riflettono principalmente storie religiose del passato sono dipinti/scolpiti sul legno. In ogni angolo del monastero sono incorporati draghi, garuda e altre figure protettive. La struttura del monastero dona un’aura di buon auspicio e spirituale all’intero spazio. Importanti lavori di restauro sono stati fatti per il monastero per proteggere l’eredità passata per il futuro. Il restauro ha richiesto 8 anni per essere completato e 700 milioni di Nu (10 milioni di euro).

All’interno del monastero ci sono bellissime statue di Rinpoche e altre divinità ad ogni livello. Si vedranno numerose lampade a burro accese, monaci che recitano preghiere e cerimonie speciali. La fragranza del bastoncino d’incenso come quella delle erbe pure dell’Himalaya e l’atmosfera misteriosa all’interno del monastero ti trasporteranno in un mondo sconosciuto nascosto tra le montagne.

Informazioni utili

Monaci che bruciano erbe e piante nel monastero di Gangtey
Monaci che bruciano erbe e piante nel Monastero di Gangtey

Con la tassa turistica, corrispondente al visto, di circa 200€ al giorno (a seconda della stagione prescelta), il paese fornirà un taxi privato e una guida esperta per permettere al visitatore di raggiungere agevolmente il Monastero di Gangtey, altrimenti molto complicato da raggiungere. Non c’è infatti nessun aeroporto vicino al Monastero di Gangtey: l’unico aeroporto internazionale del Bhutan si trova nella città di Paro, con un numero limitato di voli e diretti (come provenienti) solo da un ristretto numero di paesi prescelti. L’unica soluzione presente per raggiungere il Monastero di Gangtey è su strada.

Il monastero di Gangtey è situato a 125 chilometri da Thimphu, da cui si impiegheranno circa 4 ore di viaggio per raggiungere questo sito. Ci sono autobus in numero limitato tra Thimphu e la Valle di Phobjikha in giorni specifici (solitamente giovedì e sabato, ma potrebbero variare di anno in anno) e con altrettanto capacità limitata. Il modo più semplice e conveniente per raggiungere il Monastero di Gangtey è con un taxi privato.

Di solito il periodo migliore per visitare il monastero di Gangtey va da marzo a maggio (stagione primaverile) e da settembre a novembre (stagione autunnale), che in genere rappresentano i mesi migliori per visitare il Bhutan in generale. Se ti piace il birdwatching, da fine ottobre a inizio febbraio sarà il momento migliore per visitare il monastero di Gangtey perché, durante questi mesi, le gru dal collo nero migrano dal Tibet al Bhutan.

Se vuoi anche goderti le festività locali, dovresti pianificare il tuo viaggio al Monastero di Gangtey a metà novembre durante il festival dal collo nero o il Festival di Gangtey Tshechu. La fine di dicembre fino all’inizio di febbraio è molto fredda e la temperatura potrebbe scendere sotto i -5 in questa parte del Bhutan.


 

Condividi su: